Seguici sui Social

News

Simeone e quell’esultanza: “L’ho fatta anche con i biancocelesti”

Pubblicato

il

Diego Pablo Simeone allenatore dell'Atletico Madrid
PUBBLICITA

Simeone e quell’esultanza: “L’ho fatta anche con i biancocelesti”

Ieri la Juve ha giocato in casa dell’Atletico perdendo 2-0. A metà del secondo tempo, gli uomini del Cholo hanno siglato la rete del vantaggio con Morata ma il Var è intervenuto annullando il gol per una spinta. Gli spagnoli però non la pensavano così, per loro il gol era regolare. Così hanno tirato fuori il carattere e si sono andati a prendere comunque 2 gol. Simeone sul gol del vantaggio si è lasciato andare a un’esultanza che fece anche con la Lazio: “La feci anche in un Lazio-Bologna quando ero ancora giocatore. L’ho ripetuta oggi per dimostrare ai tifosi che noi abbiamo gli attributi. Ammetto che non è un gesto bello, ma sentivo di farlo e volevo farlo”. Queste le parole di Simeone. Il 7 maggio del 2000, fece lo stesso gesto con la maglia della Lazio dopo una vittoria sul Bologna per 3 reti a 2. Anche dopo un gol di Castromon che pareggio nel derby contro la Roma.

SEGUICI SU FACEBOOK

LA CONFERENZA DI INZAGHI


Pubblicità

News

Napoli Lazio Farris: “Voltiamo pagina, non ci arrenderemo”

Pubblicato

il

napoli-lazio

Napoli Lazio Farris – Al termine del match, il vice allenatore biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Sky Sport e ha commentato il 5-2 finale

Napoli Lazio Farris: “Nulla è compromesso. Oggi è andata così ma dobbiamo essere bravi a reagire e a lasciarci alle spalle questa sconfitta. Lunedì avremo un altro scontro diretto e dovremo affrontarlo al meglio. Abbiamo ancora una gara da recuperare, non possiamo arrenderci. Rigore? Dal campo si capisce poco, ma pare che Milinkovic prenda la palla. Io ho giocato a calcio, chi abbassa la testa commette gioco pericoloso. I rigori sono molto importanti e vanno valutati bene”.

La gara

Siamo entrati diverse volte in area e abbiamo preso un palo con Correa. Loro sono stati feroci negli ultimi metri e ci hanno punito. Noi non siamo stati abbastanza concreti, è mancato un po’ di carattere. A fine primo tempo ho parlato con Simone Inzaghi. Lo aspettiamo, il suo rientro sarà l’innesto più importante, è giusto che il comandante torni al suo posto. 

Continua a leggere

Articoli più letti