Seguici sui Social

Primo Piano

LAZIO ROMA Conferenza Inzaghi: “Rispetto sì, paura no. Immobile…”

Avatar

Pubblicato

il

Simone Inzaghi allenatore della Lazio in conferenza stampa
PUBBLICITA

LAZIO ROMA Conferenza Inzaghi — Alla vigilia del fischio d’inizio, il tecnico è intervenuto in stampa e ha presentato il derby

LAZIO ROMA Conferenza Inzaghi:

Quanto conta questo derby?

“Quella di domani è una partita importantissima, sappiamo quanto conti in questa città, per noi, per i nostri tifosi e per la nostra classifica. Abbiamo un leggero ritardo ma possiamo accorciare”.

Roma in un momento migliore?

Dovremo disputare una partita perfetta, con grandissimo rispetto per la Roma, l’allenatore e giocatori. Non dobbiamo avere paura di nessuno. Serve una grande partita per vincere”.

Le scelte in vista di domani?

Ho ancora qualche dubbio circa la formazione. Martedì sera abbiamo giocato una dispendiosa, avevamo giocatori al rientro e dovremo valutarli. Abbiamo avuto poco tempo per preparare il derby: ieri abbiamo fatto un discreto lavoro e ci sono ancora due sedute tra oggi e domani. Bisognerà valutare le condizioni dei giocatori che sono mancati. Parlo di Immobile, Parolo, Luis Alberto, Milinkovic e . Tra questi quattro problemi muscolari, mentre per Parolo si è trattato della .

Come sta Immobile?

“In questo momento mancano i suoi gol: ci aveva abituati a una media straordinaria. Ciro ha accusato uno stiramento a Frosinone, ma vorrebbe sempre esserci. Il problema per un attaccante è quando non ha occasioni, mentre lui riesce ad averle. Ha quasi recuperato del tutto dall”. Al più presto tornerà a segnare, speriamo già da domani”.

Cosa teme della Roma?

Abbiamo grande rispetto, ma non temiamo nessuno. Sappiamo che lo stadio sarà quasi interamente nostro, i tifosi ci spingeranno. Dovremo usare testa, gambe e soprattutto cuore. Sono ingredienti necessari per vincere queste gare. Giocando da Lazio possiamo farcela”.

Luis Alberto come sta? Può partire dall’inizio?

“Per Luis Alberto vale lo stesso discorso fatto per Immobile. Ha avuto un problema all’andata contro Siviglia, è rientrato in fretta e voleva esserci già in Spagna. Si è allenato discretamente, martedì è entrato bene in campo e sta lavorando per recuperare la condizione”.

Chi ha più pressione?

“Credo entrambe: è una gara da non sbagliare sia per noi che per loro. Sappiamo il valore del derby, dovremo interpretarlo bene e cercare di farlo nostro. Ieri i ragazzi hanno lavorato nel migliore dei modi, la stiamo preparando con estrema concentrazione e daremo tutto per noi e per la nostra gente. Serve massima attenzione, dovremo fare ancora meglio di martedì sera”.

Martedì la Lazio ha giocato in Coppa, la Roma invece giocherà in Champions tra pochi giorni

“Anche io avrei voluto una settimana per preparare la gara. I calendari sono stati fatti prima, abbiamo giocato con piacere in Coppa Italia, ci prendiamo la prestazione e adesso dovremo recuperare le energie mentali e fisiche”.

La classifica può dare uno stimolo o mettere pressione?

“Abbiamo perso a Genova e poi c’è stato il rinvio con l’Udinese: guardiamo avanti, abbiamo avuto tanti infortuni nell’ultimo mese ma abbiamo dimostrato di poter rimanere a contatto con le grandi squadre”.

La Lazio segna meno dell’anno scorso

Stiamo costruendo molto, sempre. Un dato di fatto che nell’ultimo mese e mezzo stiamo segnando di meno. Serve più cattiveria da parte di tutti, l’anno scorso non siamo stati uno dei più grandi attacchi d’ solo per le punte”.

La Lazio si accontenterebbe dell’Europa League?

“Il nostro obiettivo è la qualificazione in Champions. Domani cercheremo di fare una gara intelligente, possiamo accorciare su quelle davanti che hanno preso un leggero vantaggio”.

Come sta Marusic? Teme l’entusiasmo di Zaniolo? Come si argina?

Zaniolo sta facendo bene e merita questi elogi. Si tratta di un ragazzo giovane che sta facendo grandi cose in una piazza esigente. Marusic l’altroieri non si è allenato ma ieri sì: devo scegliere tra lui e Romulo a seconda di chi mi darà più garanzie”

C’è divario tra la rosa della Lazio e quella della Roma?

Siamo una grande squadra, l’abbiamo dimostrato negli anni passati e anche nella stagione in corso. Abbiamo un po’ di ritardo ma sicuramente non l’avremmo avuto senza tutti gli infortuni. A Genova eravamo senza 10-11 giocatori, non mi era mai successo nemmeno in Primavera. C’è fiducia, anche per quello che abbiamo fatto martedì contro il Milan. Sappiamo che il pubblico ci sosterrà in questi novanta minuti e vogliamo ripagarli”.

In campionato una vittoria manca da tanti derby. Perchè questa differenza con la Coppa Italia?

Vogliamo tornare a vincere, sappiamo cosa rappresenta per la città e per i nostri tifosi. Martedì ci hanno accompagnato, abbiamo fatto una grande gara anche grazie a loro”

Ieri c’era suo fratello Pippo a Formello. Una spinta in più?

Assolutamente sì. È venuto questa settimana per stare coi nipoti, è l’unico zio da parte mia che hanno. Ne ha approfittato per stare un pò in famiglia, domani si fermerà e avremo un tifoso in più insieme a tutta la nostra gente”.

 

 


Pubblicità

Primo Piano

L’Italia batte la Turchia ed Immobile cita Lino Banfi

Un inizio straripante per gli azzurri di Mancini dove ha brillato anche la stella biancoceleste Immobile. Lo stesso Immobile cita Lino Banfi dopo il gol, scopriamo il perché

Avatar

Pubblicato

il


Un inizio straripante per gli azzurri di Mancini dove ha brillato anche la stella Immobile. Lo stesso Immobile cita Lino Banfi dopo il gol, scopriamo il perché

L’Italia se la canta e se la suona, 3-0 senza alla Turchia. A segno vanno un autogol di Demiral su tiro-cross di Berardi, Insigne su assist di Ciro e lo stesso Immobile con un tap-in sottoporta.

immobile
Immobile

Dopo il gol Immobile cita Lino Banfi e ai microfoni della a partita spiega il perché. “Ci è arrivato un messaggio da Lino Banfi che ci chiedeva di gridare porca puttena”. Gol e promessa mantenuta da Immobile che inoltre si è dichiarato entusiasta della prestazione azzurra e ha voluto dichiarare il gol al presente allo stadio.

Banfi
Lino Banfi

DEFINITO LO STAFF DI SARRI

Continua a leggere

Primo Piano

Il laziale perdona, (a) Calenda no

Fanno discutere le frasi del candidato Sindaco Calenda. In passato sbeffeggiava il popolo laziale, ora a caccia di voti sembra aver cambiato idea

Avatar

Pubblicato

il


Fanno discutere le frasi del candidato Sindaco Calenda. In passato sbeffeggiava il popolo , ora a caccia di voti sembra aver cambiato idea

Carlo Calenda candidato Sindaco per Roma con la lista Azione, in questi giorni è tornato a far parlare di se. Non su questione politiche, ma bensì sulla sua fede calcistica. Calenda noto tifoso della Roma, in passato si è lasciato andare a dichiarazioni poco piacevoli verso il popolo .

calenda
Calenda

LE DICHIARAZIONI

Le “offese” di Calenda svariano dal “Sei un cazzaro, sei laziale, mi ricordi al più pesante “I laziali non votano, non capiscono la scheda elettorale“. Lo sfottò tra le 2 tifoserie è una cosa sana, ma quando toccano tasti delicati il problema sorge. Soprattutto quando lo stesso Calenda per acciuffare qualche voto in più magicamente cambia sponda ed elogia la ed il suo nuovo tecnico Sarri. L’incoerenza nella politica la fa da padrona.

frasi
frasi
Frasi

FODEN COME GAZZA

Continua a leggere

Primo Piano

SARRI LAZIO Annuncio ufficiale arrivato con un…emoticon

Sarri Lazio Annuncio ufficiale diramato in maniera originale (ma non troppo)

Avatar

Pubblicato

il


Il club ha scelto un modo davvero originale per dare Lazio annuncio .

SARRI LAZIO ANNUNCIO UFFICIALE – Ora possiamo dirlo: il 62enne toscano è il nuovo allenatore dei capitolini. Il lieto fine, atteso ormai da tanti (troppi) giorni, si è finalmente materializzato. Lo ha fatto questa notte, con uno scambio di documenti firmati e controfirmati dalle parti. Il tutto è avvenuto sull’asse tra Roma e Milano, dove l’ex mister della Juve si trovava per impegni personali. Ed è stato seguito minuto per minuto da e tifosi, ansiosi al limite dello spasmodico di ricevere la bella notizia.

A darla, in maniera criptica (ma non troppo), la stessa Lazio. Sul suo profilo ufficiale Twitter è infatti comparsa l’emoticon di una sigaretta. Una figurina molto in voga in questi giorni tra i tifosi per descrivere Sarri, accanito fumatore. Sarà forse per questo che il club biancoceleste ne ha fatto uso per dare la sospirata comunicazione. O perlomeno per anticiparla: a breve dovrebbe infatti essere diramata anche la nota ufficiale. Intanto una cosa è certa: Lotito ha partorito (anzi, ‘parto-tito’). Benvenuto nel mondo biancoceleste, piccolo grande .

INTANTO DA IMMOBILE INDIZIO SOCIAL SUL MERCATO

Continua a leggere

Articoli più letti