Seguici sui Social

News

PUBBLICITA

Luis Alberto si racconta: “Ho fatto una promessa a Tare”. E sul futuro…

Avatar

Pubblicato

il

Luis Alberto 1

Luis Alberto si racconta concedendo una lunga intervista al quotidiano sportivo spagnolo As. Tanti gli argomenti trattati dallo spagnolo, tra ruolo, Serie A e obiettivo Champions.

Luis Alberto si racconta in una lunga intervista rilasciata al quotidiano spagnolo As. Dopo un inizio di stagione balbettante lo spagnolo ha alzato il suo livello, tornando il mago ammirato nella scorsa stagione:“Quest’anno è stato un po’ strano, specialmente nei primi tre mesi. Stavo giocando portandomi dietro gli infortuni della passata stagione. Ma da dicembre, grazie al fisioterapista e al mio personal trainer, ho iniziato a riprendere la forma. Inoltre, con il nuovo ruolo che Inzaghi mi ha dato, ho iniziato a fare buone partite e a trovare quella continuità di cui avevo bisogno. Stavo andando bene, ma il gol mi mancava. Grazie a Dio l’ho ritrovato”.

RUOLO

“Mi sono dovuto adattare alle circostanze e mi è riuscito abbastanza bene. La squadra sta giocando meglio con più giocatori offensivi e ci divertiamo anche di più. Ci stiamo abituando a una dinamica di gioco più allegra che ci aiuta a lottare per la Coppa Italia e le posizioni che valgono la Champions. Se dovessi scegliere? La coppa è un titolo e ti dà anche la possibilità di giocare l’Europa League il prossimo anno. D’altro canto però la Lazio sono anni che non gioca in Champions League e per me sarebbe un sogno giocarla un giorno. Io direi la Champions, il club non saprei”.

LA JUVE DI CR7

“È stata un’operazione più mediatica che calcistica. La verità è che con l’arrivo di Cristiano è stato tutto un po’ folle. Ha reso la Serie A più visibile, ma a guardare bene quella visibilità è solo per la Juventus. Se è favorita per la Champions? Sì, lo era già negli anni precedenti. E ora con Cristiano Ronaldo più che mai. Inoltre il modo in cui hanno eliminato l’Atletico ha dato loro una fiducia ulteriore che li rende ancora più pericolosi”.

MONCHI, GLI SPAGNOLI E LA SERIE A

“A Monchi penso non abbiano dato abbastanza tempo. Se ti aspetti di vincere la Champions in due anni… Per me è il miglior direttore sportivo del mondo. Basta vedere che il giorno dopo aveva già trovato squadra e sono sicuro che aveva anche più di un’offerta. Adattamento alla Serie A? Fabian Ruiz ad esempio si è adattato molto velocemente e molto bene. Suso ha fatto più fatica all’inizio, ma guardatelo adesso… Il calciatore spagnolo è abituato a partire e imparare dagli altri paesi, è questo che ci ha fatto raggiungere tanti successi”.

GLI EX SIVIGLIA IMMOBILE E CORREA

“A Immobile la Serie A sta a genio, e lo ha già dimostrato al Torino. Correa ha avuto una buona stagione al Siviglia, anche se è vero che potrebbe migliorare i suoi numeri. Personalmente adoro entrambi”.

FUTURO E DERBY

“Non chiuderò mai la porta di casa, del mio club e dei miei colori. Ma questo dipende dal club di appartenenza, che ora è la Lazio. Qui comunque sono molto felice. Derby? Lazio-Roma è piuttosto caldo. Ne ho vissuti abbastanza e dopo l’ultima vittoria tra quello di Siviglia e quello di Roma devo scegliere quello di Roma”.

TARE E IL SOGNO NAZIONALE

“Spero possa chiamarmi un club come il Real Madrid, ma ora sono concentrato sulla qualificazione in Champions con la Lazio, qualcosa che ho promesso a Tare in una conversazione faccia a faccia. Non so se qualcuno dello staff di Luis Enrique mi abbia osservato in questi mesi. La mia priorità era ritrovare la forma con la Lazio, mi sono concentrato solo su questo. Spero abbiano visto qualche partita… Comunque non è la mia priorità in questo momento. Se continuerò a far bene, tornerà l’opportunità della Nazionale”.

LEGGI LE PAROLE DI INZAGHI ALLA VIGILIA DI INTER LAZIO>>>CLICCA QUI


News

Kolarov multato : il brutto gesto rivolto ai suoi ex tifosi

Kolarov multato, l’ex del match rivolge un brutto gesto ai suoi ex tifosi

Avatar

Pubblicato

il

621415 22028587 2560 1440
<

Kolarov multato, l’ex del match rivolge un brutto gesto ai suoi ex tifosi

Kolarov multato, questa la decisione del giudice sportivo che ha deciso di punire il serbo dell’Inter, ex giocatore della Lazio dopo un brutto gesto volgare diretto ai suoi ex tifosi. Per lui un ammenda di 10.000 euro.

Aleksandar Kolarov terzino serbo

TAMPONI LAZIO : LA SENTENZA

Continua a leggere

News

Tamponi, la sentenza punisce la Lazio: Lotito condannato

Nella giornata odierna si è tenuto il processo bis relativo al caso tamponi. Condannati il patron Lotito e il medico Pulcini

Avatar

Pubblicato

il

Lotito
<

La Corte Federale d’Appello ha espresso il proprio verdetto in relazione alla vicenda Lazio Tamponi. Il patron biancoceleste Claudio Lotito, nel primo grado di giudizio, era stato condannato a 7 mesi di inibizione poi saliti A 12 nel primo processo in appello. Il presidente, nella giornata odierna, è stato invece condannato a 2 mesi di inibizione e al pagamento di una multa di 50.000 euro. Lotito potrà pertanto mantenere la posizione di consigliere federale, a rischio nel caso in cui la condanna avesse superato i 10 mesi. Cinque mesi di inibizione, inoltre, per i medici Ivo Pulcini e Fabio Rodia.

Continua a leggere

News

LAZIO INTER Ventola: “Nerazzurri superiori”. Ma Adani e Cassano dissentono

Lazio Inter Ventola, è scontro con Adani e Cassano sull’analisi della partita

Avatar

Pubblicato

il

lazio inter ventola
<

LAZIO INTER Ventola esalta la prova degli uomini di Inzaghi nel match di sabato. Ma Adani e Cassano non sono per nulla d’accordo.

LAZIO INTER Ventola ha analizzato l’andamento dei 90′ all’Olimpico ai microfoni della Bobo Tv. A suo parere, i nerazzurri sono stati in controllo del gioco “per 60 minuti“. Addirittura arriva a definirli “nettamente superiori alla Lazio“. Poi è arrivato il gol di Felipe Anderson ed è stato decisivo: “Ha fatto perdere la testa ai giocatori“, sottolinea l’ex attaccante. Che poi aggiunge come per lui, anche dopo il pareggio di Immobile, i ragazzi di Inzaghi avessero la possibilità di riportarsi in vantaggio. Mentre la Lazio, osserva, si affidava ad un unico schema: le ripartenze, con al centro “le folate di Felipe Anderson“. Il gol del brasiliano ha fatto la differenza, ma anche qualche lacuna dei nerazzurri: “Gli è mancato qualcosa in attacco. Perisic? Si è ben comportato, ma quello non è il suo ruolo“.

LA REPLICA DI ADANI E CASSANO

Alle parole di Ventola rispondono gli altri due opinioni presenti. Con toni tutt’altro che concordi su quanto affermato. In particolare, l’ex talento di Bari Vecchia, non senza un po’ di sorpresa, afferma di aver visto un’altra partita rispetto al collega.

HANDANOVIC PROVOCA SARRI

Continua a leggere

Articoli più letti