Seguici sui Social

Primo Piano

SAMPDORIA LAZIO Conferenza di Inzaghi: “Ci aspettano 6 finali. Immobile potrebbe…”

Avatar

Pubblicato

il

Simone Inzaghi allenatore della Lazio in conferenza stampa
PUBBLICITA

Alla vigilia di Sampdoria Lazio Conferenza di Inzaghi direttamente dal centro sportivo di Formello. Di seguito riportiamo le parole del tecnico biancoceleste.

SAMPDORIA LAZIO Conferenza di Inzaghi, ecco la prima domanda:

Cosa ci dobbiamo aspettare da queste 5 domeniche di campionato?

“Il nostro obbligo è quello di sapere che mancano partite e devono essere 6 finali per noi. Ci aspettano gare importanti. Non dobbiamo dipendere solo dalla Coppa Italia ma il nostro percorso deve valere l’Europa in campionato”.

Motivazioni?

“Prima mi veniva chiesto come mai perdevamo con le grandi e vincevamo solo con le piccole. Ora è il contrario. Non posso dare una risposta precisa. Penso che se una squadra vince 4 volte San Siro vuol dire che è una squadra molto importante che ha valori e non molla nulla. Ormai non ci si può far nulla per quelle perse. Bisogna guardare il futuro. Guardare la Samp, una squadra molto importante. Abbiamo avuto tre giorni per prepararla. Domani sceglierò la miglior formazione”.

Differenza tra Chievo e Milano?

“Beh a Milano siamo rimasti in 11. Se fossimo rimasti in 11 con il Chievo probabilmente avremmo vinto. E’ la terza finale in tre anni. Ma non dobbiamo guardare la finale ma tutte le altre gare prima”.

Rammarico per punti persi con le piccole?

“Abbiamo commesso l’errore dopo la di San Siro. Forse abbiamo pagato qualcosa a livello psicologico. Può succedere di mollare qualcosa ma non deve succedere in una squadra matura come la nostra”.

Infortunati?

Durmisi ha un risentimento e non è convocato. Idem Berisha e Radu. Assenti anche Milinkovic e Luis Alberto per squalifica. Domani dovrò scegliere davanti. Ho tre giocatori che mi stanno soddisfacendo molto. Deciderò dopo la rifinitura. Wallace sta tornando a buoni livelli e lo considero. Si sta allenando a pieno regime. Cercherò di scegliere la miglior formazione”.

Immobile?

“Lo avevo già detto. Non bisogna guardare solo i gol. A San Siro Immobile ha fatto una grandissima partita. Bisogna guardare le sue prestazioni. Dovrò guardare le sue condizioni. Stamane ha detto di aver recuperato. Dovrò valutare così come per Correa. Ho l’obbligo di gestire i miei ragazzi al meglio. Per me è stato difficile lasciare fuori Caicedo a San Siro”.

Ha mai pensato all’idea di schierare tutti e tre i giocatori insieme in ? La Finale?

“Avrei preferito giocarla alla fine. La finale sarà importantissima ma mi sarebbe piaciuto giocarla a giochi finiti perché dopo mancano due partite. Potrei anche schierarli insieme, ma domani insieme a Leiva e potrebbe giocare Cataldi o Badelj”.

Cosa cambia senza Milinkovic e Luis Alberto?

“Sono due assenze pesanti. Quest’anno non ho mai potuto avere tutta la rosa a disposizione. Ho avuto infortuni importanti. Sono comunque cose che capitano, la squadra dovrà sopperire nel migliore dei modi alle assenze”.

Perché cambiare in difesa?

“Devo ancora scegliere. Domani vedremo. Ho 5 giocatori a disposizione e vedrò quale sarà la soluzione migliore da adottare. Badelj? E’ un playmaker che può fare anche la mezz’ala. Può giocare anche insieme con Leiva”.

SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

FORMELLO, LE ULTIME DI FORMAZIONE SU SAMPDORIA LAZIO >>> LEGGI QUI


Pubblicità

Primo Piano

LAZIO Auronzo 2021, i biancocelesti anticipano il ritiro

Lazio Auronzo 2021, possibili novità nelle date…

Avatar

Pubblicato

il


LAZIO 2021 – Prime indiscrezioni (e novità) sulle del precampionato .

LAZIO Auronzo 2021 si avvicina. Manca sempre meno al primo soggiorno nel Cadore della nuova era Sarri. E le novità, c’è da starne certi, non mancheranno. A partire dalle sedute cui verranno sottoposti i giocatori, decisamente all’insegna della tecnologia. Il tecnico toscano è infatti noto per fare un largo uso di droni, soprattutto per monitorare le prestazioni. D’altronde, dall’alto si ha più visione d’insieme, per cui si può capire meglio cosa va e cosa può essere invece migliorato.

Tanto studio ̵;indoor’ insomma, oltre che lavoro in campo. Ma le sorprese non si fermeranno qui. Una dovrebbe riguardare la tempistica: Sarri sembra infatti orientato a cambiare il giorno della partenza. Che verrebbe anticipato dall’iniziale 11 al 10 luglio. Confermato invece quello della chiusura del sipario, fissata per il 28. Un modo, a quanto pare, per il tecnico per avere un giorno in più a disposizione per dare alla squadra la conformazione che ha in mente. Il primo atto, con il generale, dovrebbe invece avere luogo a Roma l’8 luglio.

Le date, lo precisiamo, non sono ancora ufficiali: lo diventeranno nei prossimi giorni, quando saranno illustrate in una conferenza stampa, insieme a tutti gli altri particolari dell’estate biancoceleste. Che è pronta a scatenarsi, al pari dell’attesa dei tifosi. Dopo gli anni di Inzaghi, una nuova Lazio sta per prendere vita e nessuno vuole perdersene neanche un minuto.

CESSIONE IN VISTA PER PATRIC?

Continua a leggere

Primo Piano

21 Giugno 1987, nel ricordo di Lazio Vicenza

21 Giugno 1987, nel ricordo di Lazio Vicenza, un gol, un boato e la retrocessione evitata

Avatar

Pubblicato

il


21 Giugno 1987, nel ricordo di Lazio Vicenza, un gol, un boato e la retrocessione evitata

E’ il 21 Giugno del 1987 allo Stadio Olimpico di Roma davanti a 62000 spettatori si disputa una delle partite più importanti della storia biancoceleste, Lazio Vicenza. Tornando indietro del tempo il 5 Agosto del 1986 la CAF ribalta la sentenza di retrocessione in C1 per lo scandalo calcio scommesse e concede alla Lazio il campionato di con ben 9 punti di penalizzazione. Tra la gente e tra i giocatori c’è malumore e si prospetta un futuro già scritto, ma l’allenatore Fascetti non è dello stesso pensiero e ad inizio parla forte e chiaro : “Chi vuole resti. Chi non se la sente può andar via subito. Ma chi resta combatte fino alla fine“. E’ l’inizio di una delle favole più belle de calcio italiano. Il campionato della Lazio è a fasi alterne con un finale di stagione da incubo e all’ultima si ritrova costretta a vincere per evitare la retrocessione matematica in C1. Lazio Vicenza è la della vita, a i veneti un punto per salvarsi e si chiudono per tutta la partita in difesa difendendo la porta che a tratti sembrava stregata. Dalla Nord viene esibito uno striscione : “Noi con la voce, voi con il cuore !“. Il cuore ce lo misero tutti e al minuto 82 la gioia biancoceleste porta il nome di Giuliano Fiorini che insacca e salva la Lazio. Il Vicenza va in C1 e la Lazio si giocherà lo spareggio per la B al San Paolo di Napoli contro Taranto e Campobasso. Lazio Vicenza per molti tifosi è la partita delle partite, quando la forza degli spalti aiuta il cuore di chi è in campo. Quello stesso cuore che permise alla Lazio di vincere anche gli spareggi e di rimanere in Serie B contro ogni pronostico.

LAZIO VICENZA

LA CONQUISTA DEL PRIMO SCUDETTO

Continua a leggere

Primo Piano

Pippo Inzaghi approva Simone: “Ha fatto bene a scegliere l’Inter”

Una scelta che ha fatto discutere ma che è stata approvata dal fratello Pippo Inzaghi: Simone ha fatto bene a scegliere l’Inter

Avatar

Pubblicato

il


Pippo approva Simone: arriva il placet del nuovo allenatore del Brescia al fratello ex Lazio. L’Inter è la scelta giusta per Simone.

Queste le parole di Pippo Inzaghi a proposito della scelta del fratello Simone: 0;Dopo cinque anni arriva il momento in cui bisogna cambiare dieci giocatori o cambiare la tecnica. Simone ha fatto la scelta giusta, ha fatto qualcosa di incredibile a Roma. È contento anche per me, torneremo al Nord a darci battaglia”.

LUIS ALBERTO POTEVA ESSERE UN’ARMA IN PIU’ PER LA SPAGNA 

Continua a leggere

Articoli più letti