Seguici sui Social

Articolo copertina

SAMPDORIA LAZIO Conferenza di Inzaghi: “Ci aspettano 6 finali. Immobile potrebbe…”

Pubblicato

in

Simone Inzaghi allenatore della Lazio in conferenza stampa


Alla vigilia di di Inzaghi direttamente dal centro sportivo di Formello. Di seguito riportiamo le parole del tecnico biancoceleste.

SAMPDORIA , ecco la prima domanda:

Cosa ci dobbiamo aspettare da queste 5 domeniche di campionato?

“Il nostro obbligo è quello di sapere che mancano 6 partite e devono essere 6 finali per noi. Ci aspettano gare importanti. Non dobbiamo dipendere solo dalla Coppa Italia ma il nostro percorso deve valere l’Europa in campionato”.

Motivazioni?

“Prima mi veniva chiesto come mai perdevamo con le grandi e vincevamo solo con le piccole. Ora è il contrario. Non posso dare una risposta precisa. Penso che se una squadra vince 4 volte a San Siro vuol dire che è una squadra molto importante che ha valori e non molla nulla. Ormai non ci si può far nulla per quelle perse. Bisogna guardare il futuro. Guardare la Samp, una squadra molto importante. Abbiamo avuto tre giorni per prepararla. Domani sceglierò la miglior formazione”.

Differenza tra Chievo e Milano?

“Beh a Milano siamo rimasti in 11. Se fossimo rimasti in 11 con il Chievo probabilmente avremmo vinto. E’ la terza finale in tre anni. Ma non dobbiamo guardare la finale ma tutte le altre gare prima”.

Rammarico per punti persi con le piccole?

“Abbiamo commesso l’errore dopo la gara di San Siro. Forse abbiamo pagato qualcosa a livello psicologico. Può succedere di mollare qualcosa ma non deve succedere in una squadra matura come la nostra”.

Infortunati?

Durmisi ha un risentimento e non è convocato. Idem Berisha e Radu. Assenti anche Milinkovic e Luis Alberto per squalifica. Domani dovrò scegliere davanti. Ho tre giocatori che mi stanno soddisfacendo molto. Deciderò dopo la rifinitura. Wallace sta tornando a buoni livelli e lo considero. Si sta allenando a pieno regime. Cercherò di scegliere la miglior formazione”.

Immobile?

“Lo avevo già detto. Non bisogna guardare solo i gol. A San Siro Immobile ha fatto una grandissima partita. Bisogna guardare le sue prestazioni. Dovrò guardare le sue condizioni. Stamane ha detto di aver recuperato. Dovrò valutare così come per Correa. Ho l’obbligo di gestire i miei ragazzi al meglio. Per me è stato difficile lasciare fuori Caicedo a San Siro”.

Ha mai pensato all’idea di schierare tutti e tre i giocatori insieme in attacco? La Finale?

“Avrei preferito giocarla alla fine. La finale sarà importantissima ma mi sarebbe piaciuto giocarla a giochi finiti perché dopo mancano due partite. Potrei anche schierarli insieme, ma domani insieme a Leiva e Parolo potrebbe giocare Cataldi o Badelj”.

Cosa cambia senza Milinkovic e Luis Alberto?

“Sono due assenze pesanti. Quest’anno non ho mai potuto avere tutta la rosa a disposizione. Ho avuto infortuni importanti. Sono comunque cose che capitano, la squadra dovrà sopperire nel migliore dei modi alle assenze”.

Perché cambiare in difesa?

“Devo ancora scegliere. Domani vedremo. Ho 5 giocatori a disposizione e vedrò quale sarà la soluzione migliore da adottare. Badelj? E’ un playmaker che può fare anche la mezz’ala. Può giocare anche insieme con Leiva”.

SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

FORMELLO, LE ULTIME DI FORMAZIONE SU SAMPDORIA LAZIO >>> LEGGI QUI

Articolo copertina

Italia Viva attacca: “Gravissimo e poco trasparente il voto su Lotito”

Pubblicato

in

lotito senatore


Il gruppo dei Senatori di Italia Viva accusano duramente le modalità che porterebbero Claudio Lotito a diventare senatore della Repubblica.

“La decisione della Camera di Consiglio della giunta delle elezioni di proporre all’aula di annullare l’elezione del senatore Vincenzo Carbone in seguito al ricorso presentato da Claudio Lotito rappresenta un pericolosissimo precedente per tutti i casi di verifica dei poteri in corso al Senato”. Questa è la nota stampa che arriva direttamente dai senatori del Gruppo di Italia Viva. “Lo stravolgimento del criterio dell’attribuzione dei seggi votato oggi dalla giunta potrebbe sovvertire per un numero rilevante di seggi, a metà della legislatura in corso, la stessa composizione dell’Aula. Non possiamo non ricordare, inoltre, che il congegnoso meccanismo interpretativo del ricorrente è stato avallato senza una istruttoria esaustiva e affidabile poichè si è acclarato che diverse schede valide non sono più recuperabili, essendo andate distrutte. Questa è una decisione inaccettabile. Siamo certi che l’Aula ribalterà un voto che reputiamo gravissimo e poco trasparente”.

Continua a leggere

Articoli più letti