Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN Italian IT Russian RU Spanish ES

News

LA NOSTRA STORIA – Carlo Sassi, l’uomo della moviola

Pubblicato

in



Il primo ottobre 1929 nasceva a Milano il giornalista Carlo Sassi. Da ragazzo tentò la carriera di giocatore ma con esiti non esaltanti. Nel 1946 firma per l’Angerese, squadra che in quel periodo disputava il campionato di serie C. Per motivi di studio e di lontananza dopo qualche tempo rinuncia al contratto e si ritira dal calcio professionistico.

Militerà ancora per quattro stagioni (l’ultima alla Gaviratese) tra i dilettanti, dopodiché entra a lavorare in banca dove resta per nove anni. Dal 1960 passa a lavorare alla Rai. Fin dall’inizio collabora a La Domenica Sportiva” e grazie a lui venne introdotta la moviola. Attraverso questo nuovo dispositivo elettronico le azioni salienti delle partite di cartello possono essere mostrate al rallentatore, analizzate e discusse. La moviola nacque il 22 ottobre 1967 per il gol fantasma di Gianni Rivera in un derby milanese. Nei primi anni Carlo Sassi selezionava gli episodi, questi venivano commentati da Bruno Pizzul e in seguito li analizzava di persona. E’ stato curatore della Domenica Sportiva e della moviola fino al 1991. L’anno successivo sempre per la RAI conduce con Sandro Ciotti Quasi Gol” e dal 1993 affianca Fabio Fazio e Marino Bartoletti in Quelli che il calcio” prima su Rai 3 e poi su Rai 2 fino al 2001.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

METTI MI PIACE ALLA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK

News

LAZIO ATALANTA Caicedo: “Penalizzati dall’arbitro. Ora testa all’Inter”

Pubblicato

in



LAZIO ATALANTA Caicedo – Al termine del match, l’attaccante ecuadoregno ha analizzato la sconfitta contro i bergamaschi

LAZIO ATALANTA Caicedo: “Purtroppo gli episodi non ci sono stati favorevoli, ma penso che siamo una grande squadra e parlare dell’arbitro non serve anche se ci ha penalizzato tanto. Pensiamo a recuperare bene in vista dell’Inter. L’Atalanta la conosciamo bene, abbiamo avuto le nostre occasioni, loro invece si sono avvicinati alla porta solo nelle azioni dei quattro gol. Dobbiamo analizzare gli errori e migliorare. Ci faremo trovare pronti domenica, oggi non siamo stati lucidi. Se Ciro segna il 2-3 staremo parlando di un’altra gara, ma va bene così”. 

Continua a leggere

Articoli più letti

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità
Copyright ©2015-2020 | TESTATA GIORNALISTICA NAZIONALE Reg. N°152/2015 - ROMA
Il sito e i suoi contenuti sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons eccetto dove specificato diversamente.