Seguici sui Social

News

CELTIC LAZIO Conferenza Lennon: “Partita chiave, saremo aggressivi”

PUBBLICITA

Pubblicato

il

PUBBLICITA

CELTIC LAZIO Conferenza del tecnico degli scozzesi Neil Lennon alla vigilia della sfida di Europa League di domani in programma al Celtic Park di Glasgow.

CELTIC LAZIO Conferenza Lennon da Celtic Park: “Siamo molto motivati. Sarà una grande partita per tutti i nostri tifosi e per tutti i nostri calciatori. Abbiamo intrapreso al meglio la fase a gironi, speriamo che quella di domani possa essere una delle migliori notti mai vissute al Celtic Park. Non vediamo l’ora che arrivi la gara di domani, sarà un incontro molto importante per raccogliere nuova esperienza europea. 

LA SFIDA

Ci attende una partita-chiave per questo girone molto combattuto, è ancora tutto imprevedibile e l’inerzia del raggruppamento potrebbe cambiare rapidamente. Abbiamo sensazioni positive e domani speriamo di poter ottenere un risultato positivo. Dovremo farci trovare pronti: vogliamo giocare con i nostri ritmi e raccogliere tutte le energie necessarie dai tifosi che saranno al nostro fianco. Abbiamo analizzato la Lazio e siamo pronti, non vediamo l’ora di giocare.

LA LAZIO

“La Lazio è una grande squadra, vantano calciatori di qualità come, ad esempio, il capocannoniere della Serie A, ovvero Ciro Immobile. Domani mi aspetto una gara molto aperta, ci sono tutti gli ingredienti necessari per aspettarsi una grande partita. Vogliamo vincere la partita di domani, questi tre punti ci consentirebbero d’avere una classifica molto forte. Vogliamo qualificarci per la fase ad eliminazione diretta, abbiamo calciatori in grado di poter tagliare questo traguardo. 

CAPITOLO FORMAZIONE E INFORTUNATI

Ntcham è ancora infortunato e speriamo di recuperarlo per il prossimo weekend. Rogic oggi si è allenato e dovrebbe star bene. Aver ritrovato anche Christie per noi è una grande spinta: finora ha disputato una grande stagione ed è in lizza per giocare domani. Scott Brown è il nostro capitano e la sua esperienza sarà fondamentale nella gara di domani: le sue letture di gioco e la sua forma fisica sono sempre ottime. Le sue capacità d’interdizione, inoltre, saranno importantissime per fermare ogni iniziativa della Lazio. 

FATTORE ‘CELTIC PARK’

Giocheremo in casa e dovremo giocare come sappiamo fare. Se questo vuol dire giocare aggressivi, giocheremo a ritmi sostenuti che, in particolare, si adattano alle caratteristiche dei nostri calciatori, del nostro campo e dell’atmosfera che si respira all’interno di questo. Non vogliamo permettere alla Lazio di rilassarsi o di dettare i tempi di gioco”. 

INTANTO INZAGHI ESCLUDE UN TITOLARE?>>>LEGGI QUI

  Champions League Condò difende le italiane: "Tre errori determinanti contro di loro"

SEGUICI SU TWITTER


News

Lulic chiama Inzaghi: “I big qualche partita potrebbero saltarla…”

Pubblicato

il

Lazio Lulic

Non è piaciuta a nessuno la partita di ieri contro il Bologna. Arriva il mea culpa anche di un senatore biancoceleste: Lulic chiama Inzaghi e invoca cambi di formazione per far rifiatare i giocatori.

Lulic a Sky Sport: “Sicuramente è mancata la reazione anche perché i rigori si possono sbagliare. Oggi siamo andati in difficoltà davanti alla porta e non siamo riusciti a fare gol. Non so se abbiamo digerito la sconfitta con il Bayern ma questa era un’altra partita e se vogliamo rigiocare in Champions il prossimo anno queste cose non devono succedere. Abbiamo preso gol da una rimessa laterale e non può succedere, ma comunque ci sono tante partite ancora in cui possiamo dimostrare che non siamo quelli di stasera. Dopo due sconfitte in pochi giorni qualche domanda dobbiamo farcela, analizzando cosa abbiamo sbagliato per non ripetere questi errori. Il rapporto tra noi è ottimo, anche con i nuovi arrivati. Pereira è un giocatore forte che ha bisogno di tempo, quest’anno non ha giocato molto e mi auguro che riesca a darci una mano perché è bravo. I nuovi se hanno l’occasione danno tutto quando scendono in campo, ma è difficile giocare quando davanti a te hai Milinkovic o Luis Alberto. Penso comunque che ogni tanto anche a loro saltare una partita farebbe bene”.

Continua a leggere