Seguici sui Social

News

LAZIO ascolta Klose: “Mi piacerebbe allenare la Lazio”

Pubblicato

in

Klose ultima apparizione con la maglia della Lazio


LAZIO ascolta Klose su quale potrebbe essere il suo futuro e chi gli piacerebbe allenare tra qualche anno

LAZIO ascolta Klose – Miroslav Klose si è concesso in un’intervista alla Gazzetta dello Sport, l’ex attaccante biancoceleste ora allena gli allievi del Bayern Monaco per incominciare la sua avventura da allenatore. Ha parlato anche del nuovo tecnico milanista Pioli, i due sono diventati ottimi amici dopo che il mister lo allenò nel periodo biancoceleste. Miroslav si dice molto contento per la nuova avventura del tecnico e spera possa far bene. Ecco alcune parole sulla Lazio, Champions, Immobile e il suo futuro

Klose racconta di come Strakosha sia cambiato molto rispetto a quando giocava con lui. In quel periodo faceva il terzo portiere e non dava molte sicurezze, anzi avrebbe puntuto dei soldi sul fatto che non sarebbe riuscito a diventare un titolare. Invece il portiere ha dimostrato che se si lavora con i giovani, questi possono ripagarti. Su Immobile che ha preso il suo posto nella Lazio dice: “L’ho sempre ritenuto un attaccante forte già quando giocava con il Torino. Lui lavora molto per la squadra, corre, lotta e in questo modo riesce a ottenere molto palle per segnare. La stessa cosa che facevo io”.

In questo momento Miro sta allenando gli allievi del Bayern, gioca con il 3412 un modulo votato al calcio offensivo pressando sempre gli avversari. Una volta terminata la sua avventura con i giovani, gli piacerebbe allenare in Bundesliga, Serie A o in uno dei campionati migliori. A quel punto gli viene posta una domanda diretta, se gli piacerebbe allenare un giorno anche la Lazio e ha risposto senza esitare: “Sì”.

Capitolo Champions – Il tedesco dà in parte la colpa alla sfortuna e alla squadra che perde punti contro le squadre infiori rispetto a lei, ecco perché non riesce a entrare in Champions. Così fa un invito alla squadra dicendo di mettere attenzione in ogni partita anche quelle meno importanti e aggiunge: “Alcune volte il problema è anche la rosa. Quest’anno poi visto la qualità della Serie A, ritengo possa essere difficile arrivare quarti”.

SEGUICI SU FACEBOOK

Continua a leggere
Pubblicità