LA NOSTRA STORIA L’attaccante biancoceleste Petar Manola

LA NOSTRA STORIA Petar Manola nasce a Jaice, in Bosnia Erzegovina, il 28 febbraio 1918.

Inizia la sua carriera nel JSK Slavija Sarajevo per poi passare al BSK Belgrado. Nel 1939 Petar Manola vince il campionato jugoslavo. Il 1 gennaio 1943 l’attaccante passa alla Lazio. Resta in maglia biancoceleste fino al 1946. Dopodiché decide di trasferirsi in Francia all’Olympique Lione e poi al Red Star Parigi.

Nel 1948/49 è al Napoli e quindi alla Cavese, al Benevento e alla Turris. Inoltre ha giocato sette partite con la Nazionale jugoslava. È deceduto a Roma nel 2004. Oltre ad essere un ottimo calciatore fu anche un atleta brillantissimo sui 400 metri, piani, a ostacoli e sugli 800 metri piani. Partecipò a numerose gare nel 1944 e nel 1945.

Nell’aprile del 1942 durante il periodo al BSK Belgrado, dato che la società aveva anche una sezione di basket, in un giorno giocò due partite. Una come cestista e l’altra come calciatore. Al termine della carriera, dopo essersi laureato, divenne dentista a Napoli.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER