Seguici sui Social

Primo Piano

PUBBLICITA

Lazio Acerbi: “Mi piace difendere e se capita, segno. Ciro? Lo sento spesso”

Avatar

Pubblicato

il

Lazio Acerbi

Lazio Acerbi continua a parlare di sé rispondendo alle domande dei tifosi tramite le dirette Instagram

Lazio Acerbi – Il numero 33 biancoceleste, si trova a casa, in quarantena e ogni tanto, decide di dedicarsi alle dirette Instagram dopo può rispondere alla domande dei tifosi sulla sua vita personale o sul calcio

Forza mentale: “Io mi faccio seguire e aiutare da uno psicanalista perché voglio migliorare sempre, sia come uomo e in tutto quello che svolgo. Bisogna sempre migliorare, dipende tutto da se stessi. A me piace giocare, quindi gioco sempre anche quando in campo sono leggermente stanco, in quel caso inizio a usare la testa, è importante usarla per uno che gioca nel mio ruolo. E’ anche per questo che durante la settimana mi riposo molto”. 

I gol: “Se mi dovessero far tirare un rigore importante? Lo calcerei senza problemi, non sentirei la paura addosso, perché è sempre meglio tirare e sbagliare piuttosto che non farlo. Fino a qualche anno fa mi piaceva moltissimo segnare, adesso quando segno provo belle sensazioni ma preferisco più difendere la porta. Però mi piace salire in attacco. Quando sono andato davanti la porta nel gol contro il Torino devo ammettere che intorno a me ho sentito molti insulti, poi invece è andato tutto bene e mi hanno addirittura detto che sono stato bravo. A volte se ti senti di fare una cosa, la devi fare. Però sono dell’idea, che è sempre meglio passare la palla a Luis Alberto”.

Luis Alberto: “Lui è semplicemente fantastico. Noi non lo abbiamo scoperto ora, si vedeva già dagli anni passati la sua vera forza, in questa stagione però, ha trovato continuità a livello fisico. E’ un vero talento con tante qualità, sicuramente è uno dei giocatori più forti con cui abbia mai giocato, forse solo Robinho era più forte di lui”.

Immobile: “Lui aveva fatto cose eccezionali anche la scorsa stagione, dimostrando di essere un grande. Quest’anno è riuscito addirittura a migliorare trovando un grande equilibro e serenità. Insieme a tutta la squadra sta dando tantissimo e grazie a tutti sta rendendo moltissimo. Ovvio che lo sento, abbiamo un bel rapporto e ci sentiamo spessissimo”.

Futuro: “Mi piacerebbe allenare una volta finita la carriera come calciatore. Ammetto di essere un vero rompiscatole, quindi questo, potrebbe aiutarmi molto come allenatore, perché so osservane bene e credo che sarei in grado di gestire bene un gruppo”.

Attaccanti in Serie A: “Beh, diciamo che ce ne sono diversi di attaccanti che in Serie A potrebbero darmi fastidio, direi gli attaccanti che sono completi. Sì, quelli che hanno sia forza che fisico come Higuain o Dzeko. I giocatori completi sono veramente imprevedibili”.

Fantacalcio: “Ci giocavo da piccolo, ora non più perché dovrei stargli dietro e non ci riesco, non ricordo neanche chi gioca e chi no. Però sono contento che la gente mi acquisti, è bello sapere di essere apprezzato da chi ti segue. Molte persone ci mettono tanta voglia in questo gioco e quando ti vogliono spendendo molti crediti, ti fa sentire bene”.

Paura: “Io ogni tanto ho paura, perché non sono invincibile. Però bisogna saperla tenere d’occhio senza farsi sovrastare, avere troppa paura non è mai buono, ti porta spesso a essere troppo negativo. Spesso avere troppe paranoie ti blocca e non ti permette di vivere bene, perciò vanno gestite, anche nel calcio”.

 


Primo Piano

Espulsione Luiz Felipe, adesso è emergenza difesa

Espulsione Luiz Felipe, l’unica dolente del match ed adesso è emergenza difesa

Avatar

Pubblicato

il

luiz felipe lacrime lazio inter 159qwdcfg99121ijju0f5q2vfy
<

Espulsione Luiz Felipe, l’unica dolente del match ed adesso è emergenza difesa

Espulsione Luiz Felipe. Il rosso diretto al difensore brasiliano è l’unica nota dolente del match. Espulsione arrivata a fine partita in modo confusionario con il centrale che è poi scoppiato in lacrime. In lacrime anche noi dopo che nessun giocatore dell’Inter ha subito il cartellino rosso aggredendo Felipe Anderson dopo il gol, ma questa è un’altra storia. Adesso il problema sorge spontaneo, senza Acerbi e ora anche Luiz Felipe chi difenderà ? Per Sarri è una vera e propria emergenza difesa.

Luiz Felipe

LA CHIAVE DEL MATCH : I CAMBI DI SARRI

Continua a leggere

Primo Piano

LAZIO INTER SARRI: “Gol Anderson? Loro hanno giocato, noi pure”

Avatar

Pubblicato

il

lazio roma sarri
<

Lazio Inter Sarri soddisfatto della prova dei suoi ragazzi: grande la reazione della squadra nel secondo tempo. Tanta grinta e determinazione per recuperare la partita e ottenere i 3 punti meritati.

Sarri ai microfoni di Dazn: “Siamo rimasti in partita: è quello che ho detto i ragazzi alla fine del primo tempo. Se giochiamo così non possiamo mai perdere. Gol di Felipe Anderson? Loro hanno giocato e anche noi abbiamo fatto lo stesso. E’ l’arbitro che deve fermare il gioco non i giocatori. Queste sono scene che si vedono solo in Italia: in Premier non succede mai. Luiz Felipe non voleva litigare con Correa lo stava salutando. Non era sua intenzione andarci a litigare: c’è stato un fraintendimento dell’arbitro. Anderson è stato aggredito: c’è stato un atteggiamento intimidatorio nei suoi confronti ma i cartellini rossi non sono usciti. Basic dal 1′ minuto? Dobbiamo trovare un minimo di solidità. I giocatori dinamici in questo momento ci servono: serve fisicità. Luis Alberto ci tornerà comodo perché è un giocatore importante come ha dimostrato nel secondo tempo. A livello di intensità ha dei momenti di calo, è una sua caratteristica. Considerando i test fisici Luis Alberto può viaggiare su ritmi più alti. Nel primo tempo abbiamo sofferto l’ampiezza: l’Inter aveva troppi spazi e il cambio di gioco ci ha messo in difficoltà. Nel secondo tempo gli abbiamo tolto i tempi di gioco più spesso”.

INZAGHI ACCETTA LA SCONFITTA CON SIGNORILITA’

Continua a leggere

Primo Piano

Lazio Inter : Sarri lancia Patric titolare accanto a Luiz Felipe

Lazio Inter, senza Acerbi pronto dal primo minuto lo spagnolo Patric

Avatar

Pubblicato

il

notizie lazio patric
<

Lazio Inter, senza Acerbi pronto dal primo minuto lo spagnolo Patric

Lazio Inter, se Inzaghi per i problemi dovuti ai nazionali deciderà la formazione all’ultimo, da Formello qualcosa già trapela fuori. Vista la squalifica di Acerbi, dal primo minuto accanto a Luiz Felipe tornerà lo spagnolo Patric. Andato vicino alla cessione in estate l’ex Barcellona ha convinto Sarri per ritagliarsi un posto in squadra. Ora la grande opportunità contro l’Inter del suo ex allenatore, Patric sicuramente non vorrà sfigurare.

patric

LAZIO AL LAVORO SENZA I NAZIONALI

Continua a leggere

Articoli più letti