Seguici sui Social

News

Tagli stipendi La Lazio deciderà dopo l’incontro tra Lega e Aic

Pubblicato

il

Lazio
PUBBLICITA

Tagli stipendi La Lazio deciderà dopo l’incontro che dovrebbe avvenire in giornata, Lotito è contrario

Tagli stipendi La Lazio deciderà in seguito alla riunione – Il presidente sta aspettando la decisione che oggi verrà presa dalla Lega e dall’Aic riguardante il taglio degli stipendi dei calciatori. In questo momento, il calcio è fermo, non si sa se il campionato verrà terminato o meno e questo potrebbe far perdere introiti a tutti i club. Perciò per evitare un danno enorme, si andrà verso il taglio degli stipendi. Su questo punto, la Juve ha già preso una decisione, qualche giorno fa ha ufficialmente emesso una nota riguardante la questione scrivendo che la società si è accordata con i calciatori per non pagare le mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno.

Lotito, sarebbe contro questa decisione, vorrebbe pagare tutte le rate ai propri giocatori. Inoltre spera di riuscire a termine la Serie A, andando avanti magari, per tutta l’estate, purché non si decida di interrompere la stagione. Qualora non dovesse essere così, il club potrebbe perdere circa 30 milioni di entrate dei diritti tv, che causerebbero un piccolo danno in vista della prossima stagione.

Serie A l’ex Roma Balbo sicuro: “Scudetto? Non lo vince la Lazio”


Pubblicità

News

FIORENTINA LAZIO INZAGHI: “Champions? Il calcio è imprevedibile…”

Pubblicato

il


Fiorentina Lazio Inzaghi deluso per il risultato di questa gara che complica tantissimo la corsa Champions della squadra.

Inzaghi ai microfoni di Dazn: “Partita dura, lo sapevamo. C’è delusione per il primo tempo: l’occasione sprecata da Correa e il loro gol sul quale dovevamo difendere meglio. Non dovevamo assolutamente andare in svantaggio. È mancata velocità nel giro palla, loro hanno difeso bene. Champions? In queste ultime quattro gare ce la metteremo tutta, il calcio è bello perché è imprevedibile. Milinkovic si è rotto il setto nasale. Il secondo tempo non è più stata una partita di calcio, tra cambi e infortuni, abbiamo giocato venti minuti.  Andiamo avanti a testa alta, saremo nelle coppe europee anche l’anno prossimo, ma ci rimane l’amaro in bocca per il primo tempo”.

Continua a leggere

Articoli più letti