Seguici sui Social

News

Vieri parla dei tempi alla Lazio: “Rimpianto? Essere andato via”

Pubblicato

il

Lazio Vieri
PUBBLICITA

Vieri parla dei tempi alla Lazio attraverso una diretta Instagram con il noto biancoceleste Er Faina

Vieri parla dei tempi alla Lazio – L’ex attaccante di Lazio e Inter ha parlato con Faina raccontando il suo passato in biancoceleste:

“Come potrei dimenticarmi della Coppa delle Coppe, abbiamo vinto l’ultima edizione. Nonostante siano passati 20 anni, il mio gol rimane molto importante. Quella lì era una Lazio fortissima, con dei grandi giocatori, di qualità, tutti devastanti, oggi giocatori del genere, non se ne trovano più. Ancora non so perché abbiamo perso quello Scudetto, siamo riusciti a perdere 6 punti in due partite. Con la Juve nei primi minuti presi un grande pale interno e la palla invece di entrare, uscì, senza contare la traversa nel secondo tempo. Mentre nel derby avevamo tutta la difesa squalificata, a Firenze abbiamo pareggiato e c’era un rigore su Salas. Tutte partite perse con ingenuità. C’erano molti giocatori forti sopratutto in difesa con Nesta e Mihajlovic. Tutti fortissimi”.

Rimpianto: “Sì, ho rimpianto di essere andato via dopo lo scudetto, però dopo è stato facile dirlo. Quando ho deciso di andarmene, l’ho fatto perché volevo giocare con Ronaldo e in testa avevo quell’idea. Potevamo essere la coppia d’attacco più forte del Mondo. Sono scelte che si fanno, alcune volte vanno bene ed altre male. Però sono stato contento per la squadra e i miei ex compagni, se lo meritavano. Abbiamo vissuto emozioni fortissime insieme. A Birmingham è stata una notte spettacolare. Alla fine molti poi sono venuti all’Inter con me. Però alla Lazio sono stato da Dio”.

CORONAVIRUS La Padeia – Mater Dei offre visite mediche gratuite online


Pubblicità

News

FIORENTINA LAZIO INZAGHI: “Champions? Il calcio è imprevedibile…”

Pubblicato

il


Fiorentina Lazio Inzaghi deluso per il risultato di questa gara che complica tantissimo la corsa Champions della squadra.

Inzaghi ai microfoni di Dazn: “Partita dura, lo sapevamo. C’è delusione per il primo tempo: l’occasione sprecata da Correa e il loro gol sul quale dovevamo difendere meglio. Non dovevamo assolutamente andare in svantaggio. È mancata velocità nel giro palla, loro hanno difeso bene. Champions? In queste ultime quattro gare ce la metteremo tutta, il calcio è bello perché è imprevedibile. Milinkovic si è rotto il setto nasale. Il secondo tempo non è più stata una partita di calcio, tra cambi e infortuni, abbiamo giocato venti minuti.  Andiamo avanti a testa alta, saremo nelle coppe europee anche l’anno prossimo, ma ci rimane l’amaro in bocca per il primo tempo”.

Continua a leggere

Articoli più letti