Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN French FR Italian IT Russian RU Spanish ES

Articolo copertina

DA ZERO A 10 Polemiche, opinionisti faziosi, lotta scudetto e plusvalenze

Pubblicato

in



La 28esima giornata ha lasciato strascichi polemici, critiche social dei faziosi e plusvalenze dubbie.

Ma c’è anche il calcio giocato nei nostri numeri di giornata “Da Zero a 10”, oltre allo schieramento e alle coalizioni anti . Un turno all’insegna della polemica arbitrale e di qualche parola di troppo fuori posto.

0 – Alla crociata del giornalista Marcello Chirico che da sabato sera continua a twittare contro la Lazio per il rigore di Caicedo. Un episodio determinante ai fini del match, ma non così scandaloso come possa sembrare. Rizzoli anche ha confermato che il 99% degli arbitri lo fischierebbe. Non capiamo questo astio del giornalista contro i biancocelesti, quando nulla disse sul contatto Barrow – De Sciglio.

1 – Come la prima sconfitta della Roma con l’arbitro Giacomelli. C’è sempre una prima volta…

2 – Come Pradè e Commisso, i due dirigenti della Fiorentina che a fine partita hanno sottolineato solo il penalty di Caicedo, non ricordando il colpo di mano di Badelj e il placcaggio in area di Pezzella su Milinkovic. Speriamo abbiano poi dormito…

3 – I tre fattori voglia, cuore, grinta, che sta ha utilizzato la Lazio “laddove non sono arrivate le gambe” (cit. Immobile).

4 – Come i punti di distacco dalla vetta. Resta invariato il distacco dalla Juventus, nonostante le assenze e gli infortuni che stanno pesando in casa biancoceleste. La Lazio andrà a Torino con la consapevolezza che può ancora dire la sua.

5 – Come il voto di Bastos nelle nostre pagelle. L’angolano ha rischiato grosso con uno dei suoi scoordinati interventi. Meno irruenza e più concentrazione, grazie.

6 – Il numero totale composto da Giulia Mizzoni, Simone Tiribocchi, Pierluigi Pardo, Ciccio Graziani, Teleradiostereo e i tifosi romanisti che non si danno pace per la vittoria della Lazio e gridano allo scandalo per il rigore su Caicedo. Però dimenticano il tuffo di Strootman…

7 – Come i milioni che sborserà l’Atalanta per acquistare Simone Muratore dalla Juventus. Una plusvalenza che ha fatto storcere il naso agli altri club.

8 – Come il voto che merita il post di Milinkovic al termine di Lazio Fiorentina: “Ehi amico, ricordati una cosa: Lazio non molla mai, parola di Sergente”.

9 – Al nostro mister Inzaghi che ha raggiunto Sven Goran Eriksson con 106 vittorie sulla panchina della Lazio.

10 – Come il numero che porta sulle spalle Luis Alberto. Lo spagnolo ha risolto una gara difficile con l’estro e la giocata del grande campione.

Marco Corsini

Continua a leggere
Pubblicità

Articolo copertina

LAZIO Formello – Seduta tecnica in vista del Bruges. Tante le assenze

Pubblicato

in



Formello – Nella giornata di oggi, la squadra si è ritrovata agli ordini di Inzaghi per preparare la partita contro il Bruges

LAZIO Formello – Ieri seduta di scarico all’indomani della vittoria sul Bologna. Oggi la squadra si è ritrovata a Formello per sostenere l’allenamento in vista della sfida contro il Bruges, in programma mercoledì alle 21 allo stadio Jan Breydel. Riscaldamento iniziale incentrato sulla mobilità articolare per tutto il gruppo che, successivamente, ha svolto delle esercitazioni tecniche sulla trasmissione del pallone. La seduta è proseguita con un lavoro a parte per chi ha giocato dal 1′ con il Bologna, mentre il resto dei giocatori ha dato vita a un’esercitazione focalizzata su cross e tiri in porta. All’allenamento odierno (dopo un breve lavoro differenziato) hanno preso parte, in gruppo, Milinkovic e Marusic, che saranno dunque a disposizione per la trasferta in Belgio. Assenti a Formello, oltre ai lungodegenti Lulic e Radu, anche Escalante (problemi muscolari), Leiva (uscito al 42′ contro il Bologna), Cataldi e Strakosha. Possibile, dunque, che tra i pali contro il Bruges tocchi ancora a Reina. Oggi in campo non si è visto nemmeno Luiz Felipe, rientrato da protagonista contro il Borussia, in panchina sabato contro i rossoblu e a riposo da due giorni. Domani, in occasione della seduta di rifinitura alla vigilia della sfida di Champions, scatteranno le prove tattiche.

Continua a leggere

Articoli più letti