Seguici sui Social

News

CALCIOMERCATO LAZIO Jony in uscita: pretendenti dalla Liga

Pubblicato

il

Jony
PUBBLICITA

CALCIOMERCATO LAZIO Jony potrebbe ritornare dopo una sola stagione nel campionato spagnolo

CALCIOMERCATO LAZIO Jony – In casa Lazio oltre alle entrate, si pensa soprattutto alle uscite. Sono tanti gli esuberi che dovranno essere sistemati in altre squadra, altrimenti, rischieranno di rimanere fuori dalla lista dei 25. Uno di questi dovrebbe essere proprio per lo spagnolo Jony, che, nonostante le tante opportunità ricevute dal mister, non è riuscito mai a entrare veramente in pieno nel modulo del 352. Ora però, per lui sembrerebbe essersi riaperto un ritorno in Liga, l’Aleves e il Getafe, starebbero pensando seriamente a lui. Il primo club però, non avrebbe molte disponibilità economiche ma riprenderebbe il ragazzo di corsa, mentre la seconda non avrebbe problemi ad acquistare il calciatore. Anche l’Osasuna avrebbe chiesto informazioni per Jony, in caso di una sua cessione, la Lazio si libererebbe di 2,6 milioni netti, che gli permetterebbero di poter acquistare sul mercato.


Pubblicità

News

Covid, al vaglio un pass per gli stadi

Pubblicato

il


Presto un incontro tra Vaia, il primario dello Spallanzani, e Gabriele Gravina per discutere della proposta

COVID e riaperture. In questi giorni il tema di più largo interesse è sicuramente quello legato alle riaperture: per i tifosi naturalmente parliamo di quelle relative agli stadi e agli eventi sportivi in genere. A tal proposito si è espresso Francesco Vaia, primario dello Spallanzani di Roma, che in un’intervista al Messaggero ha dichiarato: “Giusto riaprire, con gradualità e prudenza. Sfruttiamo il tempo che ci concederà l’estate. E’ anche giusto, aggiunge, che si ritorni a vivere piu’ spazi di normalità, come assistere una partita di calcio. In queste ore incontrerò il presidente della Figc, Gabriele Gravina, si sta studiando una app con la quale entrare allo stadio, che memorizza i nostri dati (se siamo stati vaccinati o se abbiamo eseguito un tampone nelle ultime 48 ore) che ci fornirà un qr-code da passare sotto un lettore elettronico all’ingresso. In questo modo si può tornare allo stadio in sicurezza, ad esempio per gli europei”, conclude il professore.

Continua a leggere

Articoli più letti