Seguici sui Social

Ultime Notizie

“La partita della vita”, esce oggi l’autobiografia di Mihajlovic

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Mihajlovic
PUBBLICITA

L’ex campione della Lazio si racconta tra gioie e dolori: “La malattia mi ha reso un uomo migliore”

Sinisa Mihajlovic si racconta nelle pagine de “La partita della vita“, un’ autobiografia scritta con Andrea Di Caro, vicedirettore della Gazzetta. Un libro intenso, intimo, dove l’ex calciatore e attuale allenatore del Bologna si racconta senza veli. Dall’infanzia difficile in Jugoslavia agli esordi calcistici fino alla terribile scoperta del 2019, anno in cui gli viene diagnosticata una forma di leucemia. A tal proposito scrive: “Ammalarsi non è una colpa. Succede, e basta. Ti cade il mondo addosso. Cerchi di reagire. Ognuno lo fa a suo modo. La verità è che non sono un eroe, e neppure Superman. Sono uno che quando parlava così, si faceva coraggio. Perché aveva paura, e piangeva, e si chiedeva perché, e implorava aiuto a Dio, come tutti. Pensavo solo a darmi forza nell’unico modo che conosco. Combatti, non mollare mai. E chi non ce la fa? Non è certo un perdente. Non è una sconfitta, è una maledetta malattia”. Il Mihajlovic che trapela dalla pagine è un uomo sicuro di sé, sereno e cosciente di quello che la vita può dare e togliere. “Mi godo ogni momento. Prima non lo facevo, davo tutto per scontato. Conta la salute, contano gli affetti. Nient’altro. La malattia mi ha reso un uomo migliore”, ha scritto. E ne approfitta per anche lanciare un messaggio di forza e speranza a chi è malato: “Non ci si deve vergognare della malattia. Bisogna mostrarsi per quel che si è. Volevo dire a tutte le persone nel mio stato, ai malati che ho conosciuto in ospedale di non abbattersi, di provare a vivere una vita normale, fossero anche i nostri ultimi momenti”. Il libro, edito dalla Solferino, sarà disponibile da oggi nelle librerie.


Ultime Notizie

Juventus-Lazio, Inzaghi: “Dobbiamo fare una partita perfetta”

Pubblicato

il

Simone Inzaghi allenatore della Lazio in conferenza stampa

Le parole del mister biancoceleste durante la conferenza stampa pre-partita

Formello. Simone Inzaghi ha rilasciato una serie di dichiarazioni durante la consueta conferenza stampa tenutasi alla vigilia del match contro la Juventus. Il mister è cosciente del valore dell’avversaria, e proprio per questo appare grintoso e carico , deciso a fare una “partita perfetta”. “La Juve gioca un ottimo calcio, è molto ben allenata. La conosciamo, sono anni che facciamo sfide e finali. La partita di domani viene nel momento giusto, ci sono defezioni da ambo le parti. Sarà decisiva per la classifica, arriva dopo un ko inaspettato a Bologna, dobbiamo tenerle testa”. Reduce da due pesanti sconfitte contro il Bayern e contro il Bologna, la squadra non deve però perdersi d’animo: “Non voglio che gli episodi negativi ci condizionino. Abbiamo perso terreno, ma penso che questa pausa contro il Torino ci è servita, soprattutto per analizzare le nostre mancanze. Sugli schieramenti Inzaghi mantiene ancora il riserbo: “Abbiamo provato varie alternative in questi giorni, deciderò domani con molta tranquillità“. Parole di incoraggiamento anche per Ciro Immobile, amareggiato del mancato rigore contro il Bologna: “Si sentiva in colpa, ma succede a tutti, anche ai più grandi. Da domani tornerà al meglio“.

Continua a leggere