Seguici sui Social

News

Roma Pellegrini e Fazio positivi al Covid: due in panchina a Genova

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Roma Pellegrini
PUBBLICITA

Roma Pellegrini e Fazio sono risultati positivi nonostante uno abbia giocato il giorno prima e l’altro sia rimasto in panchina a Genova

Roma Pellegrini e Fazio positivi al Covid 19, insieme a loro anche Boer e l’italiano Santon che, a differenza loro, non era stato convocato per la trasferta a Genova a causa di alcuni sintomi accusati prima della partenza. In casa Lazio la questione tamponi – Uefa e Lega sta prendendo sempre più piede, ormai, non si parla più del campo ma solo di questa situazione. Sono molti quelli che hanno accusato i biancocelesti di aver infranto il protocollo per permettere a Immobile e Leiva, di giocare la gara contro il Torino. Ricordiamo infatti che la Uefa fermò moltissimi giocatori prima della partenza per il Belgio per una positività riscontrata nel tampone, mentre tre giorni dopo sono risultati tutti negativi al test e sono così potuti scendere in campo regalando la vittoria alla Lazio.

POLEMICHE PER I TAMPONI

Da questa vittoria, sono scaturite molte polemiche perché poi, ben 2 giorni dopo, la Uefa ha ribloccato i tre calciatori; Immobile, Strakosha e Leiva continuando ad affermare che fossero positivi al Covid. Così i biancocelesti hanno rieffettuato i tamponi prima di giocare contro la Juventus e dal laboratorio di Avellino i risultati hanno dato tutti esito negativo.

  FOCUS - Attenta Lazio, che così resti fuori anche dall'Europa League

LA LAZIO CRITICATA E LA ROMA?

Intorno a questa decisione, si è creato un vero e proprio caos, con tante accuse nei confronti della Lazio per un possibile mancato procedimento di protocollo pur di far giocare i suoi calciatori. Così non è stato, perché i risultati arrivati, erano tutti negativi nell’occasione di tutti i match per la Serie A. La Lazio però, continua a venire accusata, a breve ci sarà un controllo della procura per capire se siano stati rispettati tutti i procedimenti. Ora però, la domanda sorge dubbia, perché alla Lazio è stato fatto un processo quando, alla Roma in questi giorni stanno nascendo molti casi di positività?

DUE PESI E DUE MISURE?

Nella partita contro il Genoa, in panchina ci stavano Boer e Fazio, risultati “negativi” domenica e positivi nella giornata di ieri, mentre in campo è sceso Lorenzo Pellegrini che nella giornata di ieri, ha dichiarato di essere positivo. Il giorno prima quindi, erano tutti negativi, mentre il giorno dopo tutti positivi, però nessuno griderà allo scandalo come avvenuto con la Lazio. Probabilmente questa notizia farà capire che in questo periodo difficile queste situazione avvengono spesso e non c’è una mancanza di protocollo da parte di nessuno, altrimenti sarebbero due pesi e due misure.

LAZIO Luiz Felipe in Paideia per dei controlli

Tamponi Lazio Ferrero: “Non parliamo prima di sapere”


Focus

LA NOSTRA STORIA Il difensore biancoceleste Nicolò Armini

Pubblicato

il

LA NOSTRA STORIA Nicolò Armini nasce a Marino (RM) il 7 marzo 2001. Nel 2015/16 gioca con gli Under 15. Nel finale di stagione è aggregato alla formazione Under 17 per alcune partite di campionato e il Torneo di Arco. Nella stagione 2016/17 gioca stabilmente negli Allievi.

Più volte convocato nella Nazionale Under 16 Nicolò Armini realizza la sua prima rete in maglia azzurra nella gara Italia-Polonia 3-1 nell’ottobre del 2016. Ad agosto 2017 è convocato dalla Nazionale Under 17, di cui è ora capitano. In occasione della gara Zulte Waregem-Lazio del 7 dicembre 2017, sesta giornata della fase a gironi dell’Europa League, è convocato da Simone Inzaghi in prima squadra. Nella stagione 2018/19 è in organico nella Primavera. Il 29 novembre 2018 fa il suo esordio in prima squadra subentrando all’85’ di Apollon Limassol-Lazio 2-0 valido per la quinta giornata della fase a gironi di Europa League. Esordisce in serie A in Lazio-Bologna 3-3 del 20 maggio 2019. Ha un fratello di nome Yuri, nato nel 2005, che gioca con l’Under 14 della Lazio.

SEGUICI SU TWITTER

Continua a leggere