Seguici sui Social

Primo Piano

PUBBLICITA

INTER LAZIO LE PAGELLE – La Lazio gioca, gli altri segnano con la nostra difesa accomodante…

Avatar

Pubblicato

il

Hoedt lascia la lazio

Inter Lazio le pagelle: stasera c’è poco da salvare in casa biancoceleste. In difesa tutti insufficienti e anche Inzaghi ci ha messo del suo.

LAZIO (3-5-2):

Reina 6 – Incolpevole sui tre gol presi: i compagni di reparto più che aiutarlo l’hanno condannato.

Patric 5,5 – Tutta la difesa oggi ha ballato, lui compreso: sempre in difficoltà nelle ripartenze dell’Inter ma uno dei meno peggio.

Hoedt 5 – Questo ragazzo entra nelle partite più importanti e, sfortuna o casualità, rientra negli episodi chiave della gara. Oggi il rigore lo condanna: l’intervento da dietro su Lautaro Martinez è troppo scomposto. Al 45′ Parolo 5,5 – Fa quel che può in una posizione non sua. Lukaku lo sovrasta atleticamente sul terzo gol ma non è colpa sua…

Acerbi 5,5 – Anche lui finisce nel tritatutto oggi. Si butta in avanti oggi lasciando voragini dietro e gli spazi larghi lo sfavoriscono nei confronti degli attaccanti nerazzurri.

Lazzari 5,5 – Pochi spunti sulla fascia per lui e un rimpallo sanguinoso che regala il secondo gol a Lukaku. Oggi non era proprio giornata…

Milinkovic 6 – L’ultimo a mollare: dalla sua punizione rinascono le speranze per la Lazio ma oggi è girato tutto storto.

Lucas Leiva 6 – Dà il fritto e fa quello che gli riesce meglio: comandare il possesso palla della squadra. Esce a inizio ripresa con Inzaghi che prova a far cambiare passo al centrocampo. Al 45′ Escalante 6 – Ha il merito di entrare e trovare la deviazione vincente che riapre la partita ma solo per pochi minuti. La Lazio stasera ha tradito anche lui.

Luis Alberto 5,5 – Non ripete la stessa prestazione di San Siro contro il Milan: lo spagnolo è apparso sottotono e privo dei suoi consueti lampi. Al 77′ Pereira s.v.

Marusic 6 – Meglio del suo alter ego Lazzari, si propone ma manca la precisione nei cross. Poi se i nostri attaccanti hanno le polveri bagnate non si può fare di più…

Correa 5,5 – Pochi squilli e poche luci a San Siro per lui: nessuna giocata da ricordare per lui. Al 69′ Caicedo s.v.

Immobile 5 – Ciruzzo non era in serata: si sbatte per tutto il campo ma le maglie strette dell’Inter lo stritolano. Perde anche una palla sanguinosa che regala il contropiede a Lukaku per il terzo gol dell’Inter. Al 69′ Muriqi s.v.

All. Simone Inzaghi 5 – Caro mister scelte che stasera fatichiamo a comprendere. Ancora Hoedt dal 1′ minuto con Acerbi spostato in una posizione a lui non congeniale. E poi ci siamo consegnati al contropiede dell’Inter: la squadra di Conte ha giocato al gatto col topo lasciandoci un possesso palla sterile. C’è molto da rivedere: stasera davvero molto ingenui e poco cattivi. Una riprova? Persi tutti i duelli e le seconde palle…


Primo Piano

Lazio Fiorentina probabili formazioni, torna Luis Alberto ?

Avatar

Pubblicato

il

lazio fiorentina 9
<

Lazio Fiorentina probabili formazioni. Alla vigilia del match infrasettimanale contro i toscani per Sarri è tempo di pensare alla formazione. Il modulo sarà sempre lo stesso, il 4-3-3, ma attenzione ai cambi. Tra i pali Reina, in difesa torna la coppia titolare Acerbi, Luiz Felipe mentre sulle fasce sicuro di un posto Hysaj, meno Marusic che dovrebbe essere sostituito da Lazzari. Centrocampo rivoluzionato, accanto a Milinkovic Savic ecco Cataldi pronto a sostiture Leiva e ballottaggio Luis Alberto, Basic. Il tridente offensivo dovrebbe rimanere invariato, con Immobile punta e Anderson e Pedro a sostenerlo, lo spagnolo potrebbe rifiatare lasciando il posto a Raul Moro.LAZIO

ROMAGNOLI LAZIO, TARE BEFFATO

Continua a leggere

Primo Piano

Chi è Romano Floriani Mussolini, il giovane dal cognome difficile convocato per Verona Lazio

Romano Floriani Mussolini, chi è il giovane convocato per Verona Lazio

Avatar

Pubblicato

il

6276436 1905 romano floriani mussolini lazio convocazione sarri
<

Romano Floriani Mussolini, chi è il giovane convocato per Verona Lazio

Romano Floriani Mussolini, il giovane talento della Lazio dal cognome difficile. Nasce a Roma il 27 Gennaio 2003 e passa dalle giovanili della Roma a quelle della Lazio, nel mezzo una esperienza in prestito alla Vigor Perconti. Floriani è un giocatore molto duttile e nella primavera del club ha ricoperto 3 ruoli : terzino destro, difensore centrale e centrocampista destro. Alto 1 metro e 88 cm è legato alla Lazio fino al 2024. Porta dietro le spalle un cognome difficile, ma che non lo lega alla storia passata. Figlio dell’ex parlamentare europea Alessandra Mussolini e Mauro Floriani è pronto al debutto con i grandi.

floriani mussolini

MALAGO’ CONTRO BERNABE’

Continua a leggere

Primo Piano

Bernabè si difende dalle accuse, la lettera del falconiere

Bernabè si difende dalle accuse, l’ex falconiere della Lazio scrive una lettera

Avatar

Pubblicato

il

methode times prod web bin 9e28144a 31d4 11ec 820f e2be9b2cb5fd
<

Bernabè si difende dalle accuse, l’ex falconiere della Lazio scrive una lettera

Bernabè si difende dalle accuse. L’ormai ex falconiere della Lazio dopo esser stato licenziato per un saluto romano dopo Lazio Inter ha scritto una lettera poi pubblicata dal portale Adnkronos : “Sono dispiaciuto per quello che è successo, in Spagna il gesto fascista si fa con il braccio teso in una linea retta. In Italia a quanto pare è anche così, dandosi una pacca sul petto. Io sono una persona assolutamente di destra, del partito Vox in Spagna come pure tanti amici calciatori, ma non di idea fascista, non è proprio nella mia mentalità. Sono un uomo che ha girato il mondo, che fa business in tutto il mondo e che ha rapporti con persone di tutte le razze. È stato un gesto dettato dall’impulso festeggiando il finale di una partita. Un saluto militare, mai fascista. Tuttavia va bene, queste cose fanno parte della vita, ci sono momenti brutti e belli. E questo per me è un momento brutto“.

lazio bernabè

CALENDARIO LAZIO : LA RABBIA DI SARRI

Continua a leggere

Articoli più letti