Seguici sui Social

Primo Piano

PUBBLICITA

PAGELLE BOLOGNA LAZIO – Non si salva nessuno, partita imbarazzante di tutti mister compreso!

Avatar

Pubblicato

il

Ciro Immobile attaccante della Lazio

Pagelle Bologna Lazio: dopo il Bayern ci si aspettava la reazione dei biancocelesti che non è arrivata. Non si salva nessuno, mister Inzaghi compreso.

LAZIO (3-5-2):

Reina 5,5 – Non proprio perfetto sulla respinta del tiro di Orsolini sulla cui ribattuta c’è il gol di Mbaye, sul secondo gol non può nulla a causa di posizionamenti dei compagni che più che difendere sembravano schierati per a mo di presepe. Peccato che Natale sia passato da un po’…

Patric 4,5 – Che sia un giocatore che non deve giocare titolare con la maglia della Lazio è appurato e un discorso trito e ritrito. La marcatura non sa nemmeno cosa sia e poi il giallo è sempre assicurato. Al 65′ Pereira 5,5 – Tutto fumo e niente arrosto: eravamo in attesa di giocate e dribbling per cercare di creare pericolo e scompiglio nell’area del Bologna ma tutto questo non è arrivato. 

Hoedt 5 – L’operazione perfetta era stata quella di cederlo a 16 milioni: siamo stati in grado di riprenderlo per “rinforzarci” per la Champions. Nulla contro il ragazzo ma è un giocatore che non centra nulla con una squadra in lotta per le prime posizioni. 

Acerbi 5,5 – Non si salva nemmeno il leone oggi, il Bologna sembrava saltare lui e compagni come birilli. La sconfitta, se non regge nemmeno lui in difesa, è assicurata. 

Lazzari 5,5 – Non alza la media voto della squadra nel primo tempo: il Bologna pressa alto lui fa fatica a proporsi in avanti. In una delle poche sortite a pochi secondi dall’intervallo si fa male al polpaccio in uno scontro in area con Barrow. Al 45′ Lulic 5 – Senad non ha ancora smalto, non riesce a fare i suoi soliti dribbling e poi il cross ma preferisce passare facile al compagno. La ripresa è ancora lunga. 

Milinkovic 5 – Sarà rimasto con la testa al Bayern? Oggi completamente fuori dalla partita, purtroppo oggi non possiamo salvare nulla. 

Leiva 5 – Letteralmente stritolato dal pressing di quelli del Bologna: più che far ripartire il gioco oggi il brasiliano ha reso le azioni di contrattacco più compassate che mai. Il doppio impegno settimanale si è fatto sentire. Al 65′ Cataldi 5,5 – Fare peggio di Lucas Leiva oggi era oggettivamente difficile ma anche lui non ha cambiato marcia al centrocampo laziale. 

Luis Alberto 5,5 – I suoi compagni non l’hanno aiutato, pochi i movimenti senza palla. Lui però non ha alzato mai i ritmi… Al 75′ Caicedo s.v. 

Marusic 5 – Oggi è mancato il solito sprint sulla fascia, mancava sicuramente fiato. Sul secondo gol di Sansone si fa saltare in testa, la diagonale non è stata fatta al meglio. 

Correa 5 – Abbiamo ancora negli occhi il passaggio sbagliato nel primo tempo sulla ripartenza dei compagni. In questo gesto tecnico si racchiude tutta la sua gara. 

Immobile 4 – Ciro è l’ombra di se stesso: non è tanto il rigore sbagliato che comunque pesa ma tutta la gestione della sua partita. Fisicamente non c’è, Inzaghi dovrebbe farlo respirare. Al 65′ Muriqi 5 – Sono poche le palle arrivategli dai compagni da giocare ma non vediamo sinceramente i movimenti e la tecnica di una punta da 20 milioni di euro. 

All.: Inzaghi 4 – Nonostante il primo tempo horror non dà una scossa alla squadra e fa i cambi solo dopo il 2-0 del Bologna. Incredibile vedere ancora la linea a 3 con “difensori” come Hoedt e Patric. A cosa servono 3 difensori se prendi 2-3 gol a partita? Inventati qualcosa mister, è il momento di reagire! Se i giocatori non stanno bene e al 100% non vanno messi in campo: anche un senatore come Immobile in queste condizioni deve rimanere fuori. 


Primo Piano

Lazio Fiorentina probabili formazioni, torna Luis Alberto ?

Avatar

Pubblicato

il

lazio fiorentina 9
<

Lazio Fiorentina probabili formazioni. Alla vigilia del match infrasettimanale contro i toscani per Sarri è tempo di pensare alla formazione. Il modulo sarà sempre lo stesso, il 4-3-3, ma attenzione ai cambi. Tra i pali Reina, in difesa torna la coppia titolare Acerbi, Luiz Felipe mentre sulle fasce sicuro di un posto Hysaj, meno Marusic che dovrebbe essere sostituito da Lazzari. Centrocampo rivoluzionato, accanto a Milinkovic Savic ecco Cataldi pronto a sostiture Leiva e ballottaggio Luis Alberto, Basic. Il tridente offensivo dovrebbe rimanere invariato, con Immobile punta e Anderson e Pedro a sostenerlo, lo spagnolo potrebbe rifiatare lasciando il posto a Raul Moro.LAZIO

ROMAGNOLI LAZIO, TARE BEFFATO

Continua a leggere

Primo Piano

Chi è Romano Floriani Mussolini, il giovane dal cognome difficile convocato per Verona Lazio

Romano Floriani Mussolini, chi è il giovane convocato per Verona Lazio

Avatar

Pubblicato

il

6276436 1905 romano floriani mussolini lazio convocazione sarri
<

Romano Floriani Mussolini, chi è il giovane convocato per Verona Lazio

Romano Floriani Mussolini, il giovane talento della Lazio dal cognome difficile. Nasce a Roma il 27 Gennaio 2003 e passa dalle giovanili della Roma a quelle della Lazio, nel mezzo una esperienza in prestito alla Vigor Perconti. Floriani è un giocatore molto duttile e nella primavera del club ha ricoperto 3 ruoli : terzino destro, difensore centrale e centrocampista destro. Alto 1 metro e 88 cm è legato alla Lazio fino al 2024. Porta dietro le spalle un cognome difficile, ma che non lo lega alla storia passata. Figlio dell’ex parlamentare europea Alessandra Mussolini e Mauro Floriani è pronto al debutto con i grandi.

floriani mussolini

MALAGO’ CONTRO BERNABE’

Continua a leggere

Primo Piano

Bernabè si difende dalle accuse, la lettera del falconiere

Bernabè si difende dalle accuse, l’ex falconiere della Lazio scrive una lettera

Avatar

Pubblicato

il

methode times prod web bin 9e28144a 31d4 11ec 820f e2be9b2cb5fd
<

Bernabè si difende dalle accuse, l’ex falconiere della Lazio scrive una lettera

Bernabè si difende dalle accuse. L’ormai ex falconiere della Lazio dopo esser stato licenziato per un saluto romano dopo Lazio Inter ha scritto una lettera poi pubblicata dal portale Adnkronos : “Sono dispiaciuto per quello che è successo, in Spagna il gesto fascista si fa con il braccio teso in una linea retta. In Italia a quanto pare è anche così, dandosi una pacca sul petto. Io sono una persona assolutamente di destra, del partito Vox in Spagna come pure tanti amici calciatori, ma non di idea fascista, non è proprio nella mia mentalità. Sono un uomo che ha girato il mondo, che fa business in tutto il mondo e che ha rapporti con persone di tutte le razze. È stato un gesto dettato dall’impulso festeggiando il finale di una partita. Un saluto militare, mai fascista. Tuttavia va bene, queste cose fanno parte della vita, ci sono momenti brutti e belli. E questo per me è un momento brutto“.

lazio bernabè

CALENDARIO LAZIO : LA RABBIA DI SARRI

Continua a leggere

Articoli più letti