Champions: tutti i criteri in caso di pari punti. Pesa il 5-2 di Napoli

Lazio

In Serie A si fa sempre più accesa la lotta per un posto in Champions. Allo stato attuale non è escluso un arrivo a pari punti

Sempre più intensa, in Serie A, la corsa per centrare la qualificazione alla prossima Champions League. Con l’Inter già sicura della partecipazione e a un passo dallo Scudetto, la lotta per gli ultimi 3 posti coinvolge Atalanta (68 punti), Napoli, Juve, Milan (66) e Lazio (61). I biancocelesti hanno però una gara da recuperare, quella in casa contro il Torino rinviata due mesi fa a causa di un focolaio Covid tra i granata. Il match, valido per la 25esima giornata di campionato e inizialmente in programma in data 2 marzo, è stato ufficialmente rinviato a martedì 18 maggio, appena 3 giorni dopo il derby di ritorno contro la Roma. Qualora arrivassero i 3 punti i biancocelesti, anche in virtù del 3-0 di ieri sul Milan, sarebbero pienamente in lotta per un posto tra le prime 4. 

I CRITERI IN CASO DI ARRIVO A PARI PUNTI

Allo stato attuale non è esclusa la possibilità che due o più squadre arrivino a pari punti al termine della stagione. Nel caso in cui si concretizzasse quest’eventualità, i criteri da seguire sarebbero i seguenti: punti ottenuti negli scontri diretti, differenza reti negli scontri diretti, differenza reti totale, totale gol segnati e sorteggio. Al momento, alla luce della parità tra Napoli, Juve e Milan e in attesa dello scontro tra bianconeri e gli uomini di Pioli, sarebbero proprio partenopei e bianconeri a qualificarsi in virtù di una migliore differenza reti totale. Quest’ultimo criterio è attualmente in vigore nella classifica proprio perché l’ultimo scontro diretto, quello tra Juve e Milan, non si è ancora disputato. La Lazio, però, è pienamente in corsa per la Champions e il 3-0 di ieri sul Milan la mette in una posizione di vantaggio sui rossoneri. In tutti gli altri confronti diretti, i biancocelesti sono invece penalizzati. Gli uomini di Inzaghi sono infatti in svantaggio rispetto ad Atalanta (sconfitta per 4-1 e vittoria per 3-1), Napoli (vittoria per 2-0 e sconfitta per 5-2) e Juventus (pareggio per 1-1 e sconfitta per 3-1). Pertanto, per quando disastrosa sia stata la serata del San Paolo, un gol subito in meno o uno in più realizzato avrebbero spostato i confronti diretti proprio in favore dei biancocelesti. In caso di arrivo a pari punti, dunque, la Lazio avrebbe la meglio soltanto sul Milan.