Lazio Milan, dominato il diavolo rossonero sotto ogni punto di vista

Lazio

Lazio Milan è terminata 3-0 in favore dei biancocelesti ma sarebbe potuta finire anche con un risultato più ampio. In questa partita i biancocelesti hanno messo tutto quello che avevano in campo: cuore, testa e qualità. Il Milan si è trovato subito a dover rimontare il gol subito da un pimpante Correa che ieri ha esternato una prestazione da grande calciatore, un vero funambolo che Tomori e Kjaer non sono riusciti mai a prendere. Ma non è stato l’unico a fare una grande prestazione, tutti quanti hanno dimostrato di saper reagire alle sconfitte meritate e non, quella contro il Napoli non è stata del tutto meritata grazie all’arbitraggio al contrario di quanto si dica per l’eventuale fallo di Leiva su Calhanoglu perché si dimentica il gol di Lazzari annullato per fuorigioco che in realtà sarebbe potuto essere convalidato considerando i gol concessi in questi giorni per posizioni al limite anch’esse millimetriche.

I DATI

Come riporta Lazio Page, i biancocelesti hanno percorso oltre 6 km in più rispetto alla squadra rossonera, 116.246, vincendo anche più tackle 23 contro 10, di questi 23, 8 sono di Leiva, per lui si tratta di record in questa stagione. Anche il possesso palla non è da sottovalutare, la Lazio ha perso solamente in 3 occasioni la palla mentre gli avversari 18. Correa poi ha deliziato l’attacco con 48 tocchi, 5 tiri, 5 tiri in porta, 2 gol e 4 dribbling decisivi. Questa vittoria con tanto scarto in questa stagione è avvenuta solo in un’altra partita: nel derby contro la Roma.