Tamponi Lazio, oggi biancocelesti in Corte Federale per il ricorso

Inzaghi non ha tradito

Tamponi Lazio, oggi biancocelesti in Corte Federale per il ricorso: la situazione.

Si discuterà quest’oggi in Corte Federale il ricorso dei biancocelesti sul caso tamponi Lazio. Di fronte al giudice Mario Torsello, il club di Lotito risponderà alle condanne inflitte dal Tribunale Federale. Provvedimenti, si legge nelle motivazioni, arrivati perchè la Lazio, dopo le positività riscontrate, non ha adottato le conseguenti misure minime di comunicazione. In questo modo, non ha attivato le conseguenti attività, da svolgersi in stretta comunicazione con l’Autorità Giudiziaria. I nomi dei positivi quindi avrebbero dovuto essere comunicati dai medici e non dal laboratorio Uefa. Mentre al presidente Lotito avrebbe dovuto toccare l’imposizione della quarantena per i giocatori coinvolti. Un’accusa dalla quale il patron, insieme a Rodia e Pulcini, proverà ad essere assolto o al massimo ad ottenere una pena più lieve. Che attualmente si attesta rispettivamente su 7 e 12 mesi di inibizione.