Seguici sui Social

Primo Piano

PUBBLICITA

Incontro Inzaghi Lazio – Restare insieme è quel che più conviene

Avatar

Pubblicato

il

lotito e inzaghi

A poche ore dall’incontro Inzaghi Lazio, quella del rinnovo pare la scelta migliore: ecco perchè.

Domani nell’incontro Inzaghi Lazio si scriverà una pagina importante sul futuro di questo ormai ventennale matrimonio. Le sensazioni della vigilia sono tuttavia tutt’altro che rassicuranti: la maggior parte, tra opinionisti e media, danno ormai per scontato che alla fine si diranno le parti si diranno addio. Ma, come dice il proverbio, “non dire gatto se non ce l’hai nel sacco”. Occhio a dare per fatta la separazione finchè non la si legge su un comunicato ufficiale. Soprattutto perchè forse non ci si rende conto che per il tecnico e la società restare insieme è quel che più conviene.

Conviene innanzitutto al presidente Lotito. Che, al di là dei trofei con cui gli ha arricchito la bacheca, difficilmente troverà un tecnico più ‘laziale’ del piacentino, più attaccato alla causa. Talmente attaccato da definire “ottima” una stagione, l’ultima, in cui in sostanza la soddisfazione maggiore è stata arrivare sopra la Roma. Talmente attaccato da passare sopra ad una serie di acquisti vergognosi, solo gli ultimi in ordine di tempo. Acquisti decisi sostanzialmente da altri e su cui lui non ha potuto proferire parola. Quando poi, nelle occasioni in cui è stato chiamato a farlo (vedi Acerbi), ha dimostrato sostanzialmente di prenderci.

Conviene dunque al patron tenersi Inzaghi, ma anche a Inzaghi conviene restare. E forse lui stesso già ne era consapevole, quando nel post Sassuolo ha detto che solo per la Lazio ha aspettato 16 mesi il rinnovo. Se non altro per un fatto di cuore: dopo 5 anni, è infatti inserito alla perfezione nell’organico tecnico e ne conosce a menadito le dinamiche. Formello è ormai casa sua, tanto da perdonargli anche qualche momento di defaillance. Qualche cambio sbagliato in corso d’opera, l’ostinazione sul 3-5-2 e su alcuni elementi (a svantaggio di altri). Cose su cui in un altro ambiente, magari con maggiori pressioni di vittoria, difficilmente rimarrebbero insensibili.

Ai due contendenti insomma conviene restare insieme. Alternative se ne sono sentite tante in questi giorni, da Gattuso a Mihajlovic. Ma, a parte il passo indietro in termini di blasone, si tratta di uomini di polso, molto polso, forse troppo. E davanti ad un presidente come quello biancoceleste, abituato ad avere (o a prendersi) sempre e comunque l’ultima parola, durerebbero meno di Bielsa. Simone e Lotito dunque si stringano la mano e si dicano sì, una volta per tutte.

Oppure, se è proprio destino che le loro strade debbano separarsi, che almeno il presidente punti su un nome ‘di peso’ (sportivo). Un Allegri, tanto per intenderci. Un pò come hanno deciso di fare dall’altra parte con Mourinho. Per favore, non si ripetano gli errori di sempre: prendere un allenatore tanto per, magari solo per risparmiare qualche milioncino d’ingaggio, non servirebbe a far crescere la Lazio. Ma solo ad andare incontro a nuovi fallimenti. E a nuovi attriti con la tifoseria, in un rapporto che già non è dei migliori. Lotito (e anche Inzaghi) ci pensino…

Massimiliano Allegri allenatore della Juventus

INTANTO UNA PRIMA ALTERNATIVA GIA’ SI E’ SFILATA


Pubblicità

Primo Piano

LAZIO CAGLIARI PAGELLE Cataldi la riprende, ma c’è tanto da lavorare

Cataldi regala un punto ai biancocelesti Lazio Cagliari 2-2

Avatar

Pubblicato

il

Cataldi
<

Lazio Cagliari pagelle. Un 2-2 in rimonta che lascia l’amaro in bocca

Lazio Cagliari pagelle

REINA 5.5 -Incolpevole sui gol ma male nelle uscite sui traversoni avversari, spesso a vuoto

LAZZARI 5.5 – Tanta corsa per l’ex Spal ma spesso inconcludente. Non riesce a crossare come si deve

LUIZ FELIPE 5 – Ammonito per troppa irruenza e colpevole sul gol dell’1-2 dove si perde Joao Pedro

ACERBI 5.5 – Un’altra prestazione sottotono per il Leone che spesso va in difficoltà con Keita e Joao Pedro.

HYSAJ 5.5 – Il fedelissimo di Sarri svolge il compitino ma sulla fascia non sfonda mai

MILINKOVIC 6 – A volte troppo lezioso e con qualche appoggio di troppo sbagliato. Mezzo punto in più per l’assist a Immobile

LEIVA 5 – Cotto, fa a botte con Joao pedro al centro del campo. Ad oggi il gioco di sarri non è per lui

LUIS ALBERTO 5 – Il Mago c’è ma non si vede. Nessuna verticalizzazione e quando ci prova la sbaglia.

PEDRO 5 – Oggi male, è sembrato completamente fuori dal gioco

IMMOBILE 6.5 – pochi palloni giocabili. Uno lo butta dentro, l’altro vede il miracolo di Cragno. Se non segna lui per la Lazio è dura

FELIPE ANDERSON 6 -Salta con facilità l’avversario e corre su tutta la fascia, ma oggi è stato meno brillante del solito. Anche per lui molti errori

CATALDI 7 -Il suo ingresso dà verticalizzazione al gioco biancoceleste, mette ordine a centrocampo e trova il gol del pareggio con una bordata sotto l’incrocio

ZACCAGNI 6 -Fa espellere Zappa per doppia ammonizione, tenta qualche guizzo ma deve entrare ancora nei meccanismi della squadra

MARUSIC S.V

RAUL MORO S.V

AKPA AKPRO S.V.

ALL. SARRI/MARTUSCIELLO 5 – Di sarrismo non c’è niente, primo tempo lento e prevedibile. La difesa è perforabile in amniera preoccupante. C’è tantissimo da lavorare.

Continua a leggere

Primo Piano

Lazio Cagliari – Orario, probabili formazioni e dove vederla

Reduci dalla trasferta di Istanbul, i biancocelesti hanno preparato in pochi giorni Lazio Cagliari, match valido per la quarta giornata di Serie A

Avatar

Pubblicato

il

lazio cagliari
<

Alla vigilia di Lazio Cagliari i biancocelesti saranno impegnati, nel pomeriggio odierno, nella seduta di rifinitura a Formello. Gli uomini di Sarri, reduci dalla sconfitta di Istanbul contro il Galatasaray in Europa League, sono chiamati a voltare pagina in campionato e ad archiviare le due sconfitte consecutive contro i turchi e contro il Milan. In vista della sfida dell’Olimpico Maurizio Sarri sembra intenzionato a schierare l’11 titolare senza troppi sguardi al turnover, nonostante il turno infrasettimanale incombente che vedrà la Lazio impegnata a Torino contro i granata.

LAZIO CAGLIARI, LE SCELTE DI SARRI

Contro i sardi, dunque, in porta tornerà con tutta probabilità Pepe Reina. La linea difensiva centrale sarà composta da Acerbi e Luiz Felipe mentre sulla fascia sinistra verrà confermato Hysaj. Ballottaggio invece sulla corsia opposta, dove Marusic appare al momento leggermente in vantaggio su Lazzari, reduce dai 90′ minuti di Istanbul e, prima ancora, da un problema muscolare. L’altro dubbio riguarda Lucas Leiva: il brasiliano non è in condizioni ottimali e, alla luce di un calendario pieno di impegni ravvicinati, Sarri potrebbe optare per la soluzione Escalante. Il match, in programma domani all’Olimpico alle 18.00, sarà visibile in esclusiva su Dazn.

LAZIO 4-3-3: Reina; Marusic, Acerbi, Luiz Felipe, Hysaj; Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto; Pedro, Immobile, Felipe Anderson.

CAGLARI 3-5-2: Cragno; Caceres, Ceppitelli, Carboni; Zappa, Deiola, Marin, Nandez, Lykogiannis; Keita, Joao Pedro.

Lazio-Cagliari
LAZIO CAGLIARI

SARRI, LA PARTENZA RICORDA NAPOLI

Continua a leggere

Primo Piano

Milinkovic Savic post che fa esaltare i tifosi : “Sono incazzato”

Milinkovic Savic post che esalta la piazza per “festeggiare” le 250 presenze

Avatar

Pubblicato

il

Sergej Milinkovic Savic
<

Milinkovic Savic post che esalta la piazza per “festeggiare” le 250 presenze

Milinkovic Savic post che accende la piazza. Il Sergente non crea alibi e a giorni dalla sconfitta 2-0 contro il Milan scrive alcune righe molto significative : “Ieri erano 250 partite con la LAZIO. Non stavo scrivendo niente perchè sono incazzato per il risultato di ieri. Ma poi mi sono ricordato di cosa significa per me quell’aquila sul petto e questa maglia. Allora : duro lavoro e GRAZIE a voi per sostenerci SEMPRE! Avanti insieme, vostro Sergente“.

Milinkovic

BAKAYOKO CONDANNA I TIFOSI LAZIALI

Continua a leggere

Articoli più letti