Dybala alla Roma, Lotito ironizza: “Noi non vendiamo sogni”

Dybala alla Roma, il presidente della Lazio punge i cugini giallorossi

Elezioni 2022 Lotito
Ultimo aggiornamento:

Dybala alla Roma, il presidente della Lazio punge i cugini giallorossi

In casa Lazio si torna a parlare dell’approdo di Dybala alla Roma. Dopo lo scontro con Sky per alcuni cori offensivi durante la presentazione dell’attaccante, prende la parola patron Lotito. Che, intervistato a margine del Consiglio Federale, rimarca la differenza nel modus operandi tra il suo club e quello guidato da Dan Friedkin.

DYBALA ALLA ROMA: “NON COLLEZIONO FIGURINE”

Non ho visto l’evento all’Eur – ha detto – Comunque non mi ha fatto alcun effetto, perché sono abituato a misurarmi con i fatti. Non vendo sogni ma solide realtà. Non faccio la collezione di figurine e non mi importa dell’estetica, dell’appeal e della visibilità. Da noi contano i risultati e non li ottieni se ti avvicini di più come nelle bocce“.

DYBALA ALLA ROMA: “LAZIALI HANNO SEMPRE DA RIDIRE”

Proprio a questo proposito, replica alle critiche dei tifosi: “La mia Lazio è dopo la Juve la squadra che ha vinto di più. Purtroppo però il tifoso biancoceleste ha sempre qualcosa da ridire, anche dopo aver vinto un trofeo“. E sul mercato promette: “Abbiamo già preso 6 giocatori e forse ne arriverà qualcun altro. Io sono un presidente tifoso e devo mettere la società in condizione di avere un futuro sempre più roseo“.

DYBALA ALLA ROMA: “ACERBI? NESSUN CASO”

Rimanendo in tema, sul banco c’è la questione del futuro di Acerbi. “Non c’è alcun caso – taglia corto Lotito – Francesco è un ragazzo per bene, serio e affidabile. L’esclusione dal ritiro in Germania è da addebitarsi esclusivamente a scelte tecniche. In contrasto con la tifoseria? Non penso lo sia. Chi afferma il contrario, vuole solo creare situazioni di incompatibilità che non esistono“.

lotito