Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN Italian IT Russian RU Spanish ES

News

Scudetto 1915, l’avv. Mignogna chiarisce i casi Torino e Udinese

Pubblicato

in

Striscione Lazio campione d'Italia 1914-1915


La Lazio un simbolo. La petizione avviata dai biancocelesti per ottenere l’assegnazione dello scudetto 1914-15 ha costituito un esempio anche per altri club, come ad esempio  , che in queste ore si sono mossi per rivendicare titoli passati. Per chiarire la loro vicenda, è intervenuto, ai microfoni de ‘Lalaziosiamonoi’, l’avvocato Gianluca Mignogna: “Sono orgoglioso che anche Torino e Udinese si stiano muovendo per le loro recriminazioni, significa che noi laziali siamo come sempre pionieri e esempi da seguire. Le tre storie però sono completamente diverse: i friulani rivendicano uno scudetto del 1896, dunque antecedente anche alla fondazione della Figc, mentre per i piemontesi si tratta di un presunto tentativo di combine verificatosi nella stagione 1926-27. Lungi dal voler giudicare questioni altrui, credo sia evidente come il caso Lazio 1915 sia quello più pregnante sotto il profilo giuridico-sportivo e riguardi una grave irregolarità verificatasi a causa di un conflitto mondiale, in cui tra l’altro i biancocelesti versarono alla patria un enorme contributo in termini di sangue. Sulla petizione, infine, posso dire che la questione è caldissima: siamo molto vicini a quota 30mila firme e a breve ci saranno grosse novità. Quel che è certo però è che il ricorso verrà presentato e i firmatari resteranno scolpiti nella storia“.

News

LAZIO Rinnovo Inzaghi, il tecnico prende la parola

Pubblicato

in

Inzaghi


Inzaghi tra i protagonisti alla cerimonia per il Premio Manlio Scopigno e Felice Pulici ha parlato di vari argomenti legati alla squadra, compreso il suo rinnovo.

Intervenuto in videoconferenza alla cerimonia per il Premio Manlio Scopigno e Felice Pulici, il tecnico biancoceleste Inzaghi ha parlato della squadra e del proprio rinnovo contrattuale. Sul rapporto con Lotito e la questione del rinnovo: “Non c’è nessun problema, c’è un rapporto come c’è sempre stato dal 2004, da quando ci siamo conosciuti. Tranquillo. Ognuno fa il proprio lavoro e lo fa nel migliore dei modi”, ha detto. “Poi insomma il contratto c’è, quindi non c’è nessuna fretta di rinnovarlo, l’importante è sempre lavorare nel migliore dei modi”. Inzaghi sulle parole del direttore sportivo Tare: “Con Igli siamo sempre assieme, quindi ha detto cose penso molto sensate, molto giusto. Non avevo bisogno di sentirle. Siamo insieme 10 o 12 ore al giorno, quindi ha detto cose che conoscevo già, sulle quali spesso ci confrontiamo”, ha riferito, “Ha detto che questi 6/7 acquisti ci daranno una grossa mano”.

Continua a leggere

Articoli più letti

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità
Copyright ©2015-2020 | TESTATA GIORNALISTICA NAZIONALE Reg. N°152/2015 - ROMA
Il sito e i suoi contenuti sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons eccetto dove specificato diversamente.