LAZIALI FUORI PORTA – Sabato horror per Germoni. Amuleto Morrison, Minala un leone

Joseph Minala centrocampista camerunense

Nuovo appuntamento con Laziali Fuori Porta, la rubrica che settimanalmente aggiorna i nostri lettori sulle prestazioni dei giocatori della S.S. Lazio attualmente in prestito ad altre squadre italiane o straniere.

Ecco i nostri Laziali Fuori Porta: Berisha (Atalanta), Cataldi (Genoa) Guerrieri (Trapani), Ronaldo, Luiz Felipe e Minala (Salernitana), Filippini (Virtus Entella), Prce (Brescia), Palombi e Germoni (Ternana), Rozzi (Lupa Roma), Pollace (Racing Roma), Mauricio (Spartak Mosca). Elez (Rijeka), Oikonomidis (Aarhus), Perea (Lugo), Kishna (Lille), Morrison (QPR).

SERIE A

Berisha: leggera frenata per l’Atalanta, che nel lunch match della 27esima giornata di Serie A non va oltre lo 0-0 interno contro una Fiorentina ben organizzata. C’è sempre Berisha a difendere la porta della Dea. Il portiere albanese ottiene il terzo clean sheet consecutivo. Non deve compiere interventi degni di nota, solo un paio di parate in cui si dimostra più che sicuro.

Cataldi: prima vittoria per Mandorlini nella sua nuova avventura sulla panchina del Genoa. I rossublu si impongono per 0-2, con i due goal che arrivano tra l’89esimo ed il 91esimo. Prova ordinata per Danilo Cataldi, che ha il compito di pressare a uomo il fantasista avversario El Kaddouri. Con la palla tra i piedi si limita al compitino. Bene nei calci piazzati.

SERIE B

Luiz Felipe, Ronaldo e Minala: è una Salernitana stoica quella che viene raggiunta solo nel finale dal Benevento nel derby campano, secondo posticipo domenicale di Serie B. I granata, passati in vantaggio grazie ad un rigore di Coda, sono stati infatti costretti a giocare più di 50 minuti in 10 contro 11 a causa dell’espulsione di Odjer. Minala, partito titolare, sfodera una prestazione di grande sacrificio, arrivando praticamente stremato al termine del match. Parte nel ruolo di regista, poi con l’inferiorità numerica passa in posizione di diga davanti alla difesa. Entra al 75esimo Ronaldo, con il compito di provare a gestire il pallone, cosa che gli riesce a fasi alterne. Luiz Felipe Marchi siede in panchina per l’intera gara.

Guerrieri: ottiene un buon pareggio il Trapani, che impatta tra le mura amiche contro il Latina per 1-1. Al gol siciliano di Manconi risponde Buonaiuto per gli ospiti. C’è sempre Pigliacelli a difendere la porta della formazione di Calori. Guerrieri deve ormai accomodarsi sistematicamente in panchina.

Prce: nel primo dei due posticipi domenicali del campionato cadetto cade ancora il Brescia di Brocchi, battuto a domicilio dal Verona per 0-1. Torna titolare Franjo Prce, schierato come esterno sinistro di difesa. Per lui una buona prova in fase di copertura, ma rare sortite offensive. Del resto nasce come difensore centrale…Prova comunque sufficiente.

Filippini: bella vittoria per la Virtus Entella, che tra le mura amiche batte il Bari per 2-0 in una interessante sfida playoff. Seconda panchina consecutiva per Lorenzo Filippini. L’esterno difensivo resta a disposizione per tutti i 90 minuti.

Palombi e Germoni: non sa più vincere la Ternana, o meglio, sa solo perdere. Contro la Pro Vercelli arriva la quinta sconfitta consecutiva: 1-2 il finale del Liberati. Torna titolare Luca Germoni, che tuttavia non passa un bel sabato pomeriggio. Nella prima mezz’ora va in difficoltà diverse volte, anche perché Palumbo non lo aiuta mai. La Pro Vercelli dalla sua parte sfonda sistematicamente. La sostituzione durante l’intervallo è emblematica della sua giornata no. Resta in panchina Simone Palombi, al rientro nei convocati dopo aver assorbito il problema alla caviglia.

LEGA PRO

Rozzi: brutta sconfitta interna per la Lupa Roma, che nella sfida salvezza contro il Pontedera rimedia un sonoro 1-3. Decisiva l’espulsione al 15esimo di Gigli, con il risultato sull’1-1. Come da qualche tempo a questa parte non c’è traccia di Antonio Rozzi nella lista dei convocati.

Pollace: prosegue la corsa salvezza del Racing Roma, che con l’1-1 interno contro l’Arezzo ottiene il quinto risultato utile consecutivo e continua a sperare di rimanere in Lega Pro. Gianluca Pollace non partecipa alla gara: per lui solo panchina.

RUSSIAN PREMIER LEAGUE Russia

Mauricio: è ripartito in questo weekend il campionato russo. La capolista Spartak Mosca impatta 2-2 nella difficile trasferta sul campo del Krasnodar, venendo rimontata per due volte. Un pareggio indolore, dato che lo Zenit, secondo in classifica, non va oltre lo 0-0 sul campo del CSKA. Mauricio non è tra i convocati di Massimo Carrera.

PRVA HNL Croazia

Elez: non si ferma la corsa del Rijeka, che batte in rimonta per 2-1 la Lokomotiv Zagabria e mantiene 6 lunghezze di vantaggio sulla Dinamo. Ancora una prova sicura e convincente per Josip Elez, come di consueto schierato titolare al centro della difesa della squadra di Fiume.

SUPERLIGAEN Danimarca

Oikonomidis: brutta sconfitta interna per l’Aarhus, che perde 1-2 contro il Sonderjyske ed è ormai matematicamente costretto a disputare i play out per rimanere nella massima serie danese. Parte titolare come esterno sinistro Chris Oikonomidis, il quale tuttavia non riesce ad incidere per gli 86 minuti in cui è in campo.

LIGUE 1 Francia

Kishna: pareggio in rimonta per il Lille, che ottiene un buon 1-1 sul campo del Tolosa, complice anche l’errore dal dischetto dei padroni di casa nel finale con Braithwaite. Ancora un’esclusione dalla lista dei convocati per Ricardo Kishna, che può solo osservare dalla tribuna la sfida. L’olandese dovrà impegnarsi molto per rientrare nelle grazie del tecnico Passi.

CHAMPIONSHIP Inghilterra

Morrison: vince il QPR, che tra le mura amiche batte 2-1 in rimonta il Cardiff. Torna tra i convocati Ravel Morrison, che fa il suo ingresso in campo al 76esimo sul risultato di 1-1. E dopo appena 7 minuti il QPR passa, grazie ad un’autorete di Richards. Morrison non entra nell’azione del goal, ma quantomeno può considerarsi un amuleto per i suoi…

SEGUNDA DIVISION Spagna

Perea: il Lugo perde in casa per 1-2 contro l’Almeria, e si allontana dalla corsa ai playoff. Come di consueto non partecipa alla gara Brayan Perea, nuovamente fuori dalla lista dei convocati. Perlomeno ha evitato di partecipare ad una gara più che nervosa (ben 8 ammoniti!).

Giulio Piras