Lotito: “Il calcio italiano va rifondato. Ventura non l’ho scelto io”. E su Moggi…

Il presidente Carlo Tavecchio nel corso della mattinata si è dimesso dal suo incarico. Una notizia che scuote il calcio italiano ed apre nuovi scenari in seno alla FIGC. A proposito di ciò, ieri sera il presidente della Lazio Claudio Lotito intervenuto ai microfoni dei presenti ha parlato del momento che sta attraversando il nostro calcio.

Questo l’intervento del presidente Lotito riportato da positanonews.it“Sono una persona di buon senso, non parlo delle singole persone. A breve la Serie B deciderà la sua governance, poi toccherà alla A. Le due Leghe hanno cambiato statuto e vogliono modifiche importanti. Ancelotti ct? Non sono io che devo decidere perché non ho un ruolo ufficiale. Posso solo dire che ci vuole una rifondazione totale”.

Poi sulle parole di Moggi in merito all’ipotesi di Ventura alla Lazio“In Italia c’è sempre bisogno di un colpevole. Io sono abituato a cercare soluzioni. Quando scelsero Ventura fu Lippi ad elogiarlo con il direttore generale ma non con me. Io non sono mai entrato in alcuna decisione”.

LEGGI ANCHE LE PAROLE DI ORSI E FOCOLARI SUL DERBY

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

ECCO LA DESIGNAZIONE ARBITRALE DI LAZIO VITESSE