Lazio danneggiata dal Var ma non è questo l’unico problema di Simone Inzaghi e non deve diventare un alibi

Sampdoria-Lazio è uno scontro tra due squadre che sognano la Champions. Peccato che la squadra di Inzaghi ci arrivi con la rabbia scatenata dalle ultime due partite e provocata dal fatto che si sentono danneggiati. Da chi? Un tempo avremmo detto dagli arbitri, ora dal Var. Che in fondo è un arbitro, solo che invece di stare in campo è davanti alla televisione.

Nell’ambiente laziale il malumore è diffuso. A Inzaghi questo Var non piace. Soprattutto, come riporta Il Corriere della Sera, non lo capisce. Spera in chiarimenti, incontri con gli arbitri e uniformità nell’utilizzo. Posizione concordata con la società, per anni fuori da ogni polemica arbitrale quando Lotito era parte del Palazzo. Il rischio è che la Lazio attribuisca l’intera responsabilità di questo periodo buio – 1 punto in due partite di campionato dopo una striscia di 6 vittorie di fila – agli arbitri anziché rendersi conto che la squadra sta raccogliendo per quanto merita. È stata molle nel derby contro la Roma, imprecisa contro la Fiorentina. La squadra di un mese fa, Var o non Var, non avrebbe raccolto così poco.

LEGGI ANCHE COME E’ TERMINATA BENEVENTO-MILAN

SEGUICI SU FACEBOOK

I CONVOCATI DEL TECNICO BIANCOCELESTE