Repubblica esagera: “Se Messi giocasse nella Roma?”. E sui social scoppia l’ironia

Se Messi giocasse nella Roma? La maglia usata dal Barça a Londra ricorda quella dei giallorossi” questo il titolo di un articolo apparso su Repubblica.it ieri sera durante Chelsea Barcellona di Champions League.

E’ ormai noto anche ai sassi che Repubblica non prova “molto simpatia” per la Lazio ma anzi appena può riportare uno scandalo o enfatizzare una situazione negativa non perde occasione. Completamente diverso, invece, il trattamento riservato all’altra squadra della Capitale, cioè la Roma. Non sappiamo e neanche vogliamo saperlo da chi o da cosa sia dettata questa linea editoriale che a volte appare davvero faziosa ai limiti del grottesco. Non ultimo il pezzo “Se Messi giocasse nella Roma?” che di fatto ha causato l’ironia non solo dei laziali, ma dei calciofili di tutta Italia. Chiaro che il senso dell’articolo si basa su una somiglianza meramente cromatica tra le due squadre, ma un titolo del genere lo ci si aspetta da una fanzine giallorossa, non certo da un quotidiano così importante e blasonato come Repubblica. Abbiamo raccolto i commenti più simpatici pubblicati sulle pagine social.

La terza divisa della squadra catalana strizza l’occhio ai colori del club capitolino

Pubblicato da la Repubblica su martedì 20 febbraio 2018

Guido domanda retoricamente: “E quando ha la prima maglia strizza l’occhio al Bologna? Ma non avete il gioco del solitario nel PC, invece di scrivere ‘ste baggianate?”. Sulla stessa falsa riga il commento di Maurizio: “E io che credevo giocasse nel Crotone vista la prima maglia”. Auto-ironico un tifoso romanista scrive: “Infatti ci stavamo domandando: ma alla Finale, noi (Roma) quale maglia metteremo?“. Beppe fa giustamente notare: “sì , come se Dybala e Higuain giocassero nell’Ascoli. Ci scherza su Primo: “laziali incacchiati neri perché vedranno Messi alla Roma”. Come dargli torto? Gabriele, invece, torna sull’ironia: “Bravino, ma Cengiz Under è meglio”. Dulcis in fundo il commento di un giovane romanista, che però pareva essere serio: “L’unico 10 della Roma sarà per sempre il Capitano. Ci auspichiamo seriamente che fosse un troll. Quelli di twitter ve li lasciamo qui sotto.