Seguici sui Social

Articolo copertina

LAZIO ROMA CONFERENZA DI INZAGHI: “La Roma costruita per lo Scudetto lotta con noi”

Pubblicato

il

Simone Inzaghi allenatore della Lazio in conferenza stampa
PUBBLICITA

Alla vigilia di Lazio Roma conferenza di Inzaghi dal centro sportivo di Formello. Ecco le parole dell’allenatore biancoceleste.

LAZIO ROMA CONFERENZA DI INZAGHI, PRIMA DOMANDA:

Vi siete lasciati alle spalle quello successo?

E’ normale. Abbiamo una partita importantissima a due giorni da Salisburgo. Da una profonda delusione per una qualififcazione che avevamo in mano è non è errivata.

Come sta la squadra dal punto di vista mentale?

“A mio parere il gol di Immobile ci ha fatto perdere lucidità. Avevamo la qualificazione in mano, ma la cosa che mi è dispiaciuta di più è che dopo la seconda autorete abbiamo perso lucidità. Nello sport come nella vita le delusioni aiutano a crescere, sono convinto che questo dispiacere ci aiuterà. Domani sono sicuro che la squadra farà una prestazione da altro livello”.

Sui giocatori…

“Ieri li ho ringraziati per la splendida cavalcata fatta in Europa. Siamo gli unici ad aver vinto un trofeo. Ho detto di non dimenticare che Inter e Roma sonp state costruite per lo Scudetto e noi siamo lì a lottare con loro”.

Sulla formazione…

“Con la coppa di giovedì, devo vedere come stanno i ragazzi. Mi interessa lo spirito che deve essere vincente. Metterò in campo la miglior formazione possibile”.

Che Roma ti aspetti?

Non so quello che farà Di Francesco. Saremo pronti sia se giocheranno con il 4-3-3 o con altri moduli, ma a me interessa dei miei ragazzi. Hanno dimostrato di potersela giocare con tutti.

Pochi giorni di preparazione a questa partita…

“Non influirà nulla, il derby sarà bellissimo. Non saremo soli, ci saranno i nostri fantastici tifosi. Se mancherà energia ci verrà data dai tifosi”.

Come stanno gli esterni?

“Marusic sta bene. Basta, Lulic e Lukaku saranno da valutare. Spero di recuperarli, ma gli uomini che vanno in campo non mi preoccupano, mi interessa lo spirito”.

Quali sono le contromisure visto il derby di andata?

“All’andata perdemmo 2-1 su un rigore e un gol che regalammo noi. Giocammo alla parti, cercheremo di non commettere errori. Siamo estremamente concentrati e contenti di giocarcela a pari punti con la Roma in un momento come questo”.

Ti preoccupano tutti questi gol subiti?

“Beh, si. Dobbiamo eliminare gli errori e attaccare la Roma dove sappiamo”.

Milinkovic?

“Penso che a giovedì stava facendo una grande partita. L’ho dovuto togliere per dare spazio a Anderson e perché volevo un po’ più di palleggio. Dopo il gol mangiato da Luis Alberto è arrivato il loro gol, gli episodi hanno deciso la partita e non siamo stati bravi a reagire”.

Favoriti per il derby?

“Penso che in una partita come questa non ci siano favoriti. Ci arriviamo in due modi diversi ma gli stimoli di entrambe le squadra saranno altissimi”.

Qual è la lezione che portate a casa da Salisburgo? Domani cambierai modulo?

“Per quanto riguarda il modulo penso che la squadra sa che a volte possiamo anche cambiare. Per domani valuteremo. Non è una sconfitta che ti dà una spinta, la nostra cavalcata è partita con la Supercoppa. Ci davano neanche all’ottavo posto e adesso siamo tra il terzo e il quinto posto”.

Qual è la critica che ti ha fatto più male da Salisburgo? Sacchi ha detto che Inzaghi è italianista e non europeista…

“Se non fossimo usciti giovedì non si parlerebbe di questo. Sono abituato alle critiche. Se Luis Alberto avesse segnato sarei stato bravissimo, ha sbagliato e vengo criticato. Grazie ai tifosi che ci hanno applaudito e hanno capito il nostro sforzo. Ora inizia un mini torneo di 7 partite”.

Anderson fu decisivo nei derby dello scorso anno…

“Sarà della partita, non so se da titolare o meno. Sono contento di quello che sta facendo. E’ una risorsa importante e ha un atteggiamento propositivo verso tutti. In queste sette partite sarà una dell nostre armi migliori”.

 

 

SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

SEGUI IL NOSTRO PROFILO TWITTER

DASPO PER QUATTRO TIFOSI, DUE LAZIALI E DUE ROMANISTI


Pubblicità

Articolo copertina

Compleanno Lotito: “Lo vivo con amarezza ma anche fiducia”

Pubblicato

il

lotito-lazio

Nella giornata del suo 64esimo compleanno Lotito ha parlato al canale ufficiale biancoceleste.

Compleanno Lotito: “Lo vivo con amarezza, per quanto successo ieri a Firenze, ma anche fiducia. Visto quanto sta accadendo nel mondo, adesso bisogna programmare la propria vita, anche con una prospettiva diversa. Sono 17 anni che ho preso la Lazio, sembra una vita. Festeggiare un compleanno significa rendersi conto che il tempo passa, ma anche avere fiducia nel futuro. Ciò sia dal punto di vista della salute che dal cominciare a programmare i propri obiettivi personali. Gli obiettivi bisogna centrarli. Personalmente, mi auguro che la salute mi assista e che si possano creare le condizioni per festeggiare insieme i successivi compleanni. Mi auguro infine che mio figlio Enrico continui nel mio cammino nel rappresentare i colori biancocelesti“.

Continua a leggere

Articoli più letti