Seguici sui Social

News

SPAGNA Scelto il nuovo allenatore. E’ una vecchia conoscenza romana…

PUBBLICITA

Pubblicato

il

PUBBLICITA

SPAGNA Sarà Luis Enrique, ex tecnico tra le altre di Barcellona e Roma, a guidare la Nazionale spagnola dopo il fallimento di Russia 2018. Per lui contratto biennale.

SPAGNA Scelto il nuoco Commissario Tencico della Nazionale iberica. Dopo le dimissioni di ieri del tecnico ad interim Fernando Hierro, si era rincorse le voci sulla scelta della Federazione Spagnola. Sarà Luis Enrique, ex tecnico di Roma e Barcellona, a guidare nel prossimo biennio la Nazionale ex campione del Mondo e d’Europa. Il suo ingaggio è stato ufficializzato poco dopo l’ora di pranzo dalla Federazione Spagnola. L’ex portiere Molina sarà il nuovo Direttore Sportivo. Riparte dunque da Luis Enrique la Spagna, dopo il fallimento dell’ultimo Mondiale di Russia in cui gli iberici sono stati eliminati agli ottavi di finale dai padroni di casa della Russia.

INTANTO IL MILAN VUOLE UTILIZZARE BORINI PER IL PAGAMENTO DI BIGLIA>>>LEGGI QUI

LASCIA UN ‘LIKE’ ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

DIVENTA UN NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA


News

Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me all’Isola dei Famosi”

Pubblicato

il

Parole al miele di Paul Gascoigne sulla Curva Nord, alla vigilia della partecipazione dell’ex asso inglese all’Isola dei Famosi.

Così Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me sull’Isola, oltre a mio padre. Ho adorato quei tifosi. Quando guardo le partite della Lazio, penso sempre ai cori che mi dedicavano“. Una nuova esperienza per ‘Gazza’, dopo anni di buio: “Sono affondato e riemerso. Adesso vorrei mettermi il peggio alle spalle e trovare pace“. Poi, tornando sui tifosi biancocelesti: “Furono straordinari con me. A Roma ho trascorso tre anni e mezzo fantastici, nonostante l’infortunio. I ricordi più belli? Sicuramente il gol alla Roma nel derby. Ma anche quello al Pescara, dopo aver saltato quattro avversari“. Ricordi anche per gli ex compagni: in particolare Sclosa, Casiraghi e Signori, quelli con cui ha legato di più nella sua avventura capitolina. All’epoca sulla panchina biancoceleste c’era Dino Zoff: Gascoigne lo definisce una persona perbene, oltre che un mito del calcio. Infine, un pò a sorpresa, elogi per il ‘rivale’ sull’altra sponda del Tevere, Francesco Totti: “Un calciatore straordinario, che ha compiuto una grande impresa, un’intera carriera con una sola maglia“.

Continua a leggere