LA NOSTRA STORIA L’attaccante Umberto Lombardini

LA NOSTRA STORIA Umberto Lombardini nasce a Roma il 12 ottobre 1920. Soprannominato ‘Bomba’.

Lombardini cresce nelle giovanili della Lazio. A partire dal 1940/41 gioca in biancoceleste per quattro stagioni. Nei due campionati di guerra gioca nell’Ala Littoria e nell’Alba per poi fare rientro nel club biancoceleste. Dal 1948 al 1950 passa alla Tivoli. Nella stagione 1952/53 conclude la carriera alla Romulea. Continua a lavorare per la Lazio fino agli anni ’80. Da molti esperti era considerato, in potenza, più forte di Piola.

Nella stagione 1940/41 in Napoli-Lazio del 9 febbraio 1941 è incaricato da Canestri di calciare un rigore. Lui è indeciso se assumersi l’onere della battuta in quanto di fronte si trovava l’ex compagno di squadra Giacomo Blason che conosce bene il suo modo di calciare. Superata l’indecisione mentre pone il pallone sul dischetto dice a Blason: “Guarda che te lo tiro sulla destra”. Tira e la palla si infila proprio alla destra del portiere.

Un altro episodio rimasto famoso è quello avvenuto in un noto ristorante fiorentino al ritorno da una trasferta. ‘Bomba’ essendo un grande mangiatore e potendo ordinare soltanto un secondo, così come suggerito dal dirigente accompagnatore, si rivolse al cameriere: “Mi porti una bistecca alla fiorentina con contorno di gamberi fritti”. È scomparso il 16 ottobre 1986.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER