Seguici sui Social

Focus

LA NOSTRA STORIA – Aldo Nicoli, eroe per un giorno

Pubblicato

in



Aldo Nicoli nasce a Bologna il 24 novembre del 1953. Buon centrocampista cresciuto nelle giovanili dell’Inter. Esordisce in Serie A nel 1974, giocando la stagione da titolare. Poi passa al Foggia dove resta per tre anni prima di arrivare nel 1978 alla Lazio.

L’ARRIVO ALLA LAZIO

A Roma Aldo Nicoli trova un ambiente particolare con una squadra che dopo una stagione difficile culminata con l’esonero di Vinicio cerca di ripartire. Alla guida della squadra romana c’è Bob Lovati che, con un gruppo formato da “anziani” (Wilson, Martini e Cordova) e di ottimi giovani (Giordano, Manfredonia e Agostinelli), sta conducendo la squadra verso una tranquilla salvezza con qualche speranza di raggiungere la qualificazione in Coppa UEFA. Per la Roma di Valcareggi un campionato deludente.

La stracittadina del 18 marzo 1979 è fondamentale per i biancocelesti. Ma lo è ancor di più per i giallorossi che rischiano di retrocedere in B. Derby che a pochi minuti dalla fine sembra avviarsi verso un pareggio (due autogol: prima Cordova poi De Sisti). Ma, all’88’, proprio Nicoli mette il pallone alle spalle del portiere romanista Paolo Conti. Poi prosegue la propria corsa seguìto dai propri compagni verso la Curva Nord impazzita di gioia. La Lazio vince il derby ed alla fine del campionato si classifica ottava. Non di certo una stagione di quelle indimenticabili ma chi ama i colori biancocelesti sarà sempre percorso da un dolce brivido ripensando a quel celebre “gol di Nicoli”.

SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Focus

LA NOSTRA STORIA Tanti Auguri a Roberto Muzzi

Pubblicato

in



Nasce a Roma il 21 settembre del 1971 Roberto Muzzi. Inizia a giocare nel Morena, poi passa alla Procalcio Italia e infine alla Roma. Nel 1993 viene ceduto in prestito in Serie B al Pisa. L’anno successivo passa al Cagliari, dove gioca fino al 1999 quando si trasferisce all’Udinese.

Nella stagione 2003-2004 Roberto Muzzi arriva alla Lazio. In biancoceleste resta per tre stagioni prima di trasferirsi al Torino in Serie B. Al termine della stagione 2006-2007, a 35 anni, scaduto il contratto sportivo contatta i vertici societari per il rinnovo ma riceve la proposta di entrare a far parte dello staff degli allenatori del settore giovanile granata. Dopo una pausa di riflessione decide di scendere di categoria, fino alla Serie C1, firmando un biennale con il Padova. Nell’agosto del 2009 il Villafranca Veronese, squadra neopromossa in Serie D, aveva avviato una trattativa ma il 5 agosto Muzzi dopo averci pensato ha rifiutato l’offerta deciso ad intraprendere la carriera da allenatore iscrivendosi al corso di Coverciano per conseguire il patentino di 2ª categoria.

Nel 2009 diviene allenatore della squadra Esordienti della Roma. Il 1 luglio 2011 passa alla guida dei giovanissimi provinciali. L’anno successivo passa ai giovanissimi regionali. Il 3 febbraio 2013 diventa vice allenatore della Roma dopo l’esonero di Zdeněk Zeman e la nomina di Aurelio Andreazzoli come nuovo tecnico dei giallorossi. Il 10 giugno lascia i giallorossi insieme ad Andreazzoli, ma il 4 luglio 2014 ritorna nel ruolo di tecnico dei giovanissimi Nazionali. A novembre 2015 viene scelto da Andrea Stramaccioni, suo collega nelle giovanili giallorosse, come suo vice al Panathīnaïkos. In seguito diventa Collaboratore tecnico di mister Andreazzoli all’Empoli nella stagione 2018-2019 e successivamente anche nella sua avventura al Genoa nella stagione 2019-2020.

SEGUICI ANCHE SU GOOGLE EDICOLA, TWITTER E FACEBOOK

Continua a leggere

Articoli più letti

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?