Seguici sui Social

News

L’ex arbitro De Santis torna sul famoso Juve-Parma: “Goal Cannavaro? Mio errore”

PUBBLICITA

Pubblicato

il

De Santis Juve Parma
PUBBLICITA

Intervenendo sulle frequenze di Radio Incontro Olympia, l’ex arbitro Massimo De Santis è tornato sulla sfida del Delle Alpi tra Juventus e Parma. In quell’occasione annullò un goal regolare a Cannavaro che sarebbe potuto costare lo Scudetto alla Lazio nella stagione ’99/2000.

L’ex arbitro Massimo De Santis torna sul famoso episodio del goal annullato a Cannavaro in Juve-Parma nella stagione ’99/2000: “Errore mio, lo commisi a vantaggio della Juve, lì per lì non mi resi conto, poi rivedendo dopo capii quello che era successo….Arbitri scarsi? Quelli di adesso sono scarsi che fanno 200 partite in serie A, prima non era così, se facevi male, andavi in B e restavi lì fino a quando non risultava che eri migliorato. Oggi l’arbitro é diventato impiegato dello stato, che viene mandato via solo se ruba o arriva alla pensione. Oggi non ci sono arbitri avvicendati per motivi tecnici, sono davvero pochi o nessuno. Prima non era affatto così, non andava in questo modo“.

LA LAZIO, GLI ARBITRI E L’INCUBO GIACOMELLI…

Giacomelli? Guardate non mi fate dire tanto, però con Orsato ad esempio c’è un abisso e non mi riferisco all’arbitro. Orsato potrebbe arbitrare fino a 50 anni. Ora quelli bravi della B c’hanno un tappo sopra e difficilmente riescono ad emergere. Oggi sono diventati troppi e il Var toglie visibilità. Aiuta tanto ma toglie tanta visibilità e l’arbitro ne ha bisogno”.


News

Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me all’Isola dei Famosi”

Pubblicato

il

Parole al miele di Paul Gascoigne sulla Curva Nord, alla vigilia della partecipazione dell’ex asso inglese all’Isola dei Famosi.

Così Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me sull’Isola, oltre a mio padre. Ho adorato quei tifosi. Quando guardo le partite della Lazio, penso sempre ai cori che mi dedicavano“. Una nuova esperienza per ‘Gazza’, dopo anni di buio: “Sono affondato e riemerso. Adesso vorrei mettermi il peggio alle spalle e trovare pace“. Poi, tornando sui tifosi biancocelesti: “Furono straordinari con me. A Roma ho trascorso tre anni e mezzo fantastici, nonostante l’infortunio. I ricordi più belli? Sicuramente il gol alla Roma nel derby. Ma anche quello al Pescara, dopo aver saltato quattro avversari“. Ricordi anche per gli ex compagni: in particolare Sclosa, Casiraghi e Signori, quelli con cui ha legato di più nella sua avventura capitolina. All’epoca sulla panchina biancoceleste c’era Dino Zoff: Gascoigne lo definisce una persona perbene, oltre che un mito del calcio. Infine, un pò a sorpresa, elogi per il ‘rivale’ sull’altra sponda del Tevere, Francesco Totti: “Un calciatore straordinario, che ha compiuto una grande impresa, un’intera carriera con una sola maglia“.

Continua a leggere