Cairo risponde a Immobile. Polemiche dopo Lazio Torino 0-0

Cairo risponde a Immobile

Non accenna a placarsi il vortice delle polemiche che ha caratterizzato il post gara di Lazio Torino. Adesso arriva la replica di Cairo.

Cairo risponde a ImmobileImmobile ha denunciato di aver ricevuto dal suo ex presidente, al termine della partita “gravi accuse diffamatorie“. Parole, a suo dire, rivolte dal punto di vista strettamente personale, “all’uomo che sono”, e proprio per questo inaccettabili. Nello specifico, Cairo avrebbe criticato l’atteggiamento tenuto in campo da Immobile (che avrebbe giocato “con il sangue agli occhi“).

Ma non solo: nel mirino del patron granata ci sarebbe stata anche la presenza dell’attaccante nella partita d’andata (nonostante una sua presunta positività al Covid). “Tutti sanno chi è Ciro Immobile“, ha concluso poi il numero 17. Sottolineando il suo pieno rispetto “delle regole e dei principi della lealtà”. E proprio su quest’ultimo punto, sulla reputazione di Immobile, che Cairo ha deciso di sviluppare la propria replica.

CAIRO RISPONDE A IMMOBILE

“Anch’io so chi è Ciro Immobile”, esordisce il patron granata. Che ricorda l’arrivo al Toro dell’attaccante, “dopo un campionato deludente al Genoa per rilanciarsi”. Un obiettivo centrato, a detta del presidente, complice anche la fiducia di Ventura. Ma poi, racconta Cairo, sono cominciati i guai: la speranza del patron di permanenza “almeno per un altro anno” è stata disattesa da Immobile, che invece “ha fatto il diavolo a quattro per andare al Borussia Dortmund”.

Risultato, altra stagione sotto le attese e il prestito al Siviglia. Anch’esso condito da scarse prestazioni. “Allora – prosegue Cairo – Ciro mi ha telefonato chiedendomi il favore di tornare al Toro“. Richiesta che il patron ha accolto, a suo dire, anche per l’affetto che lo legava all’attaccante. E qui un’altra speranza andata in frantumi: nonostante “un girone di ritorno non molto brillante“, il presidente avrebbe voluto comunque riscattarlo. La risposta di Immobile è stata però nuovamente negativa: “Non mi ha chiamato personalmente, ma mi ha fatto dire dal suo procuratore che non poteva restare per motivi personali“. Un figlio ingrato, così lo dipinge Cairo. Vedremo se Ciro contro replicherà a queste contro accuse.

Dure accuse al bomber della Lazio. Lazio Torino sarà ricordata anche per questi strascichi polemici.

Cairo risponde a Imobile
Cairo risponde a Immobile