Seguici sui Social

Primo Piano

La Curva Nord saluta Inzaghi: “Grazie mister”

La Curva Nord si separa da Inzaghi senza rancore

Avatar

Pubblicato

il

Curva Nord
PUBBLICITA

La Curva Nord saluta Inzaghi : le bellissime parole in un sui social.

La Curva Nord saluta Inzaghi. L’addio al tecnico, accasatosi all’Inter, non è stato certamente dei più . Ma il cuore del tifo biancoceleste preferisce non soffermarcisi. In un comunicato #social, si concentra invece su questi anni vissuti insieme.

Tanti anni, ben 22, tra campo e panchina, vissuti sempre “con l’aquila della sul petto”. E i non sono mancati: tante le vittorie, le gioie e le sofferenze, godute tutte “con noi”, i tifosi. Gli stessi che del tecnico piacentino sembrano aver apprezzato in particolare una cosa: il fatto che abbia “sempre parlato da tifoso e non da semplice tecnico”.

Questa sua lunga avventura, spiegano, è stata caratterizzata da “attaccamento alla maglia, alla nostra storia e al nostro ideale”. Doti che Inzaghi ha dimostrato quasi come fosse uno di loro, “con orgoglio e spirito di appartenenza”. Ma non solo, con la cosa più importante che un tecnico o un giocatore possa riservare ad un per il quale è transitato: con il “rispetto”.

Motivi questi che spingono i tifosi tributare ad Inzaghi un sentito “ti ringraziamo”. Ma soprattutto un “non potremmo mai contestare la tua scelta”: d’altronde, tanti anni vissuti insieme non possono essere cancellati da un colpo di spugna di una scelta. Il messaggio si conclude con un augurio di buona fortuna, “con rispetto e stima”.

Non prima però di aver fatto un ultima considerazione: il fatto che nel calcio l’unica bandiera è “quella che il tifoso porta allo stadio ogni domenica”. Della serie, i , gli allenatori e i presidenti passano, il club e soprattutto i tifosi restano.

INTANTO IL SOSTITUTO PARE GIA’ ESSERCI


Pubblicità

Primo Piano

Radu resta alla Lazio: il terzino saluta l’Inter e Inzaghi

Importante ultim’ora di mercato: Radu resta alla Lazio

Avatar

Pubblicato

il


Importante ultim’ora di mercato: Radu resta alla Lazio.

Radu resta alla Lazio. La decisione è e, secondo Sky Sport, è stata presa direttamente dal terzino romeno. Di cui negli ultimi giorni si era molto parlato in ottica rinnovo: il suo contratto era infatti in scadenza il prossimo 30 giugno e società biancocelesti non arrivavano segnali per il prolungamento. Un empasse che aveva spinto il calciatore a guardarsi intorno. Nessuna intenzione di appendere gli scarpini al chiodo, nonostante i quasi 35 anni: alla fine, la voglia (grande) di restare in gioco, spinto dalle ancora buone condizioni fisiche, ha preso il sopravvento.

Sulle sue tracce si era mossa l’Inter, fortemente indirizzata da . Il quale avrebbe tanto apprezzato di avere con sè nella nuova esperienza uno dei suoi scudieri in biancoceleste più fedeli. I dirigenti nerazzurri hanno così stretto contatti con l’entourage di Radu, arrivando a proporgli un anno di contratto. Una proposta che il romeno non ha accettato ma nemmeno declinato: ha infatti fatto sapere al club meneghino che il suo sì sarebbe stato condizionato dalla mancanza di una chiamata da parte della Lazio.

Che, come si dice, ha fatto valere la priorità acquisita. D’altronde, non avrebbe potuto fare altrimenti: non si poteva lasciare andar via così a cuor leggero un ragazzo che, con oltre 13 anni di militanza e 511 timbrati, si è conquistato un posto nella storia biancoceleste (oltre che nel cuore dei tifosi). E così ha calato la propria carta vincente: altri due anni di contratto e concorrenza sbaragliata. Adesso non resta che attendere (di sicuro non molto) il fatidico nero su bianco. E poi per Radu e il suo mentore sarà tempo dei definitivi saluti: all’orizzonte ancora tante partite (e ) con la sua Lazio.

INTANTO NUOVA PISTA SULL’OUT MANCINO

Continua a leggere

Primo Piano

Immobile gol e dedica ai bambini di Ardea ed Italia agli ottavi di finale

Per la Svizzera dell’ex Petkovic è una serata amara, 3 gol incassati di cui uno di Immobile con dedica ai bambini di Ardea e Italia agli ottavi di finale

Avatar

Pubblicato

il


Per la Svizzera dell’ex è una serata amara, 3 gol incassati di cui uno di con dedica ai bambini di Ardea e Italia agli ottavi di finale

0;Cirogol Cirogol Cirogol” questo il dei 16000 presenti allo Stadio Olimpico di Roma ieri sera. Immobile con le sue prestazioni condite da gol si sta prendendo l’amore della gente, anche di chi lo criticava. Italia agli ottavi di finale quindi battendo per 3 reti a 0 la Svizzera. Otre al gol di Immobile che ha poi dedicato ai bambini uccisi nella strage di Ardea, una super doppietta di Locatelli che si è così preso il trofeo della “Star of the match”. Italia agli ottavi di finale con un turno di anticipo e contro il basterà un punto per chiudere il girone da primi in .

Lazionali
Immobile

PETIZIONE STADIO FLAMINIO

Continua a leggere

Primo Piano

Higuain stuzzica Immobile : “36 gol? Lui bomber di rigori, io no!”

A poche ore dall’inizio della seconda gara degli Europei per la Nazionale, si torna a parlare di Immobile e del suo record. In un’intervista Higuain stuzzica Immobile sui rigori

Avatar

Pubblicato

il


A poche ore dall’ della seconda gara degli Europei per la Nazionale, si torna a parlare di Immobile e del suo In un’intervista Higuain stuzzica Immobile sui rigori

Italia-Svizzera, dopo il gol alla prima partita contro la Turchia, vuole il bis. A qualcuno però che la sua stella brilli così tanto non va giù. Gonzalo Higuain stuzzica Immobile in un’intervista a “Bobo Tv”. Il canale Twitch gestito da Vieri, Cassano,Ventola ed intervista ex giocatori, allenatori ponendogli domande scomode. Ieri è stato il turno di Higuain. Si è parlato di e soprattutto di Sarri. Higuain che ora milita in MLS è entusiasta dell’esperienza del nuovo mister e ricorda di quanto sia cresciuto sotto la sua gestione tecnica. Il telecronista di Sky Sport, Adani ha poi ricordato che nella Lazio milita un certo Ciro Immobile che ha eguagliato il record di in una sola stagione proprio dell’attaccante argentino. Qui Higuain stuzzica Immobile definendolo “un bomber di rigori” e che nelle 36 reti realizzate lui ne aveva segnati solo 3. Non si trova pace per Immobile che mentre viene osannato dalla stampa estera, in casa è ancora criticato. Ci auguriamo ancora una volta che possa spazzare via le critiche a suon di gol, magari proprio stasera.

Higuain
Higuain

RITIRO DELLA LAZIO, LUOGO E DATE

Continua a leggere

Articoli più letti