DAVID LUIZ LAZIO Lotito non chiude la porta

lazio inter tamponi

DAVID LUIZ LAZIO Lotito fornisce un indizio sul possibile arrivo del difensore brasiliano.

DAVID LUIZ LAZIO Lotito ha parlato a margine della presentazione della Lazio Women. Intercettato dai cronisti presenti, il patron è apparso soddisfatto del mercato appena concluso (“Parlano i fatti e i nomi presi“). Una sessione chiusa sul gong con il botto Zaccagni, ma anche con la delusione Kostic (“Non hanno voluto cederlo“, il commento). Per il patron però il lavoro non finisce qui: è lui stesso ad ammetterlo, dichiarando esplicitamente che “il nostro mercato è sempre aperto“. Un riferimento chiaro alla finestra di gennaio, che, come suo solito, Lotito sta iniziando a programmare sin da ora. Ma il presidente, insieme al suo braccio destro Tare, è anche uomo che spesso regala sorprese, e non è detto che non lo faccia anche stavolta. E proprio queste ultime parole potrebbero costituire un segnale in tal senso. E’ vero infatti che durante l’estate molti dei vuoti segnalati da Sarri sono stati colmati. Non per tutti però è stato così.

Alcuni sono infatti rimasti scoperti e alla lunga ciò nell’arco della stagione potrebbe farsi sentire. Ci riferiamo soprattutto alla difesa, dove la coperta è minuscola, in particolare nella zona centrale. I soli Acerbi e Luiz Felipe non possono bastare e le alternative, costituite al momento da Patric e Vavro, non offrono garanzie. Per questo, nelle ultime ore, si starebbe guardando al banco degli svincolati, alla ricerca di integrazioni di spessore. Tra i vari profili esaminati, a destare l’attenzione sarebbe stato quello di David Luiz, 34enne brasiliano ex Arsenal. Il suo stipendio non è altissimo (3 milioni a stagione, che il Decreto Crescita potrebbe contribuire a ridurre). Ma soprattutto – particolare non da poco – piace a Sarri: il tecnico ci ha infatti già lavorato al Chelsea e ne conosce (e ne apprezza) le doti e le qualità di professionista. Che Lotito e Tare stiano dunque pensando di affondare l’ultimo colpo? Se due indizi non bastano, l’intervento delle parole di Lotito potrebbe essere decisivo per formare la prova.

KOSTIC, SCAMBIO D’ACCUSE LAZIO-EINTRACHT