Caso Le Iene, la Figc si rivolge alla Procura. Il comunicato ufficiale

PUBBLICITA

LAZIO NEWS

La Federazione Italiana Giuoco Calcio (Figc) ha emesso un comunicato ufficiale in risposta alle accuse mosse da un arbitro anonimo durante un servizio del programma televisivo Le Iene.

Il comunicato afferma: «In seguito alle affermazioni fatte dall’arbitro non identificato durante il servizio trasmesso da Le Iene il 23 gennaio scorso, il Presidente della FIGC Gabriele Gravina ha incaricato i legali di preparare un esposto da presentare nelle prossime ore alla Procura della Repubblica di Roma. L’obiettivo è di verificare la veridicità di quanto dichiarato e di sollecitare un’indagine più approfondita sui fatti esposti. Se dovessero sussistere reati di qualsiasi tipo, l’interesse della Federazione Italiana Giuoco Calcio sarebbe quello di procedere per tutelare l’intero movimento calcistico e l’Associazione Italiana Arbitri».

Il Presidente Gravina ha aggiunto: «Gli arbitri italiani sono un’eccellenza riconosciuta a livello internazionale. Abbiamo avviato un importante processo di ringiovanimento dell’organico che sta portando a risultati molto positivi. Sulle 1076 verifiche Var finora effettuate (in 206 partite), la percentuale di errore potenziale è scesa del 91% e si ferma al 0,84% residuo. Inoltre, abbiamo iniziato un percorso di trasparenza e di informazione di qualità, coinvolgendo gli arbitri in diretta televisiva. Questi sono fatti concreti che producono risultati significativi e che non possono essere offuscati da accuse formulate senza alcuna prova reale». Fonte


whatsapp canale
facebook canale
PUBBLICITA

LIVE NEWS