Seguici sui Social

Articolo copertina

Luis Alberto: l’uomo delle sorprese non finisce più di stupire

Pubblicato

il

Luis Alberto in azione a Lazio Sassuolo
PUBBLICITA

Genio e… regolatezza. Luis Alberto è sempre più l’oro della Lazio. Certo non è l’unico a brillare ma la sua luce è quella che risalta di più perché nessuno se lo aspettava.

TALENTO SBOCCIATO

Che avesse talento si era capito nel corso della sua prima stagione laziale quasi interamente passata tra panchina e tribuna. Ma che quel talento si potesse vedere anche in partite vere e non solo in allenamento sembrava impossibile. Da agosto invece Luis Alberto ha spiazzato tutti, ha continuato a crescere partita dopo partita. Giocate geniali, grandi invenzioni. Belle da vedere ma anche utilissime. Genio e regolatezza, appunto. Ma lo spagnolo negli ultimi tempi ha fatto anche di più. E’ diventato pure goleador. Lui che è più felice di fare assist ha cominciato anche a segnare. A Bergamo ha firmato il suo quinto gol in campionato, complessivamente ne ha fatti sei (uno in Europa League). Come la sua specialità, gli assist, anch’essi sei. Un giocatore completo e difficile da marcare. Sarebbe un trequartista ma solo nella posizione di partenza. Poi dipende dalle esigenze della partita e dall’ispirazione di giornata.

STREGATI DAL SUO INGEGNO

Luis Alberto agisce da seconda punta o da centrocampista. A volte da regista arretrato. Movimenti conditi da tocchi felpati: “Ha la capacità di fermare il tempo per come lavora la palla”, hanno detto in Spagna. Una sorta di illusionista. Che è poi uno dei nomignoli del giocatore cui il laziale si ispira: Iniesta. Ritenerlo il suo possibile erede per ora può sembrare blasfemo ma in Spagna qualcuno già lo fa. Sono nate così le voci (non confermate) di un interessamento del Barcellona nei suoi confronti. Ciò che è sicuro è che in Spagna sono parecchi i club pronti a bussare alla porta di casa Lazio la prossima estate. Il Siviglia per primo. Potere della prima convocazione e del debutto nella nazionale spagnola. Fatto che ha certificato anche in terra iberica l’incredibile ascesa del giocatore. La convocazione sembrava essere solo un’apertura di credito per il nuovo ciclo post Mondiale della Spagna invece Luis Alberto potrebbe essere convocato già per Russia 2018 dal ct Lopetegui.

ESCLUSIVA – INTERVISTA A MASSIMO BARCHIESI (TUTTO IL CALCIO MINUTO PER MINUTO)

DIVENTA UN NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

LEGGI ANCHE LE PAROLE DEL PROCURATORE PASQUALIN


Pubblicità

Articolo copertina

Compleanno Lotito: “Lo vivo con amarezza ma anche fiducia”

Pubblicato

il

lotito-lazio

Nella giornata del suo 64esimo compleanno Lotito ha parlato al canale ufficiale biancoceleste.

Compleanno Lotito: “Lo vivo con amarezza, per quanto successo ieri a Firenze, ma anche fiducia. Visto quanto sta accadendo nel mondo, adesso bisogna programmare la propria vita, anche con una prospettiva diversa. Sono 17 anni che ho preso la Lazio, sembra una vita. Festeggiare un compleanno significa rendersi conto che il tempo passa, ma anche avere fiducia nel futuro. Ciò sia dal punto di vista della salute che dal cominciare a programmare i propri obiettivi personali. Gli obiettivi bisogna centrarli. Personalmente, mi auguro che la salute mi assista e che si possano creare le condizioni per festeggiare insieme i successivi compleanni. Mi auguro infine che mio figlio Enrico continui nel mio cammino nel rappresentare i colori biancocelesti“.

Continua a leggere

Articoli più letti