Seguici sui Social



Articolo copertina

ESCLUSIVA Sondaggio Lazio per Ansaldi

Pubblicato

il

PUBBLICITA

Come sappiamo a sinistra la Lazio ha deciso di operare il rinnovamento. Radu e Durmisi in partenza, Lukaku e Lulic in forse. Idea Ansaldi

Nonostante l’imminente arrivo dello spagnolo Jony, atteso a giorni nella Capitale, la Lazio continua a sondare il mercato degli esterni di sinistra. In casa biancoceleste Inzaghi è stato abbastanza chiaro: vuole una squadra con tanta corsa e qualità e che sappia sfruttare al meglio le corsie laterali. Quest’anno proprio le ali sono state il punto debole della squadra, con l’involuzione di Marusic, il calo di Lulic e i fallimenti di Durmisi e Lukaku. A destra si sta puntando su Lazzari, a sinistra l’idea sarebbe quella del duo Jony e… Ansaldi.

PER ORA E’ SOLO UN’IDEA

Non ci sono in corso trattative tra la Lazio e il Torino al momento, ma la società è da tempo che monitora con attenzione Ansaldi. L’ex Inter è stato autore di una stagione strepitosa sotto la guida di Walter Mazzarri, un’autentica spina nel fianco per le difese avversarie. Su di lui l’interesse della Lazio, un usato di qualità. Pur se l’età non gioca a suo vantaggio (va verso i 33 anni) ed un fisico che ha subito qualche infortunio di troppo, potrebbe rappresentare comunque un ottimo investimento nel breve periodo per due stagioni di livello. Con pochi milioni potrebbe venire a Formello, ma tutto dipenderà dal Torino.

E LULIC?

Il capitano resterebbe, ma potrebbe essere utilizzato come riserva di un interno di centrocampo. La corsa e la spinta per giocare sulla fascia stanno venendo meno e nel centro potrebbe dosare le energie ed essere più utile alla causa biancoceleste. Questa l’idea di mister Inzaghi, qualora si decidesse di puntare sull’argentino Ansaldi.


Articolo copertina

Raul Moro, dopo la finale di Coppa Italia il rinnovo con la Lazio

Pubblicato

il

Raul Moro, dopo la finale di Coppa Italia il rinnovo con la Lazio. I biancocelesti vogliono tenersi stretto il gioiello della Primavera.

Raul Moro è sempre più un lusso per il settore giovanile. Lo ha dimostrato anche ieri contro il Verona, con due reti che hanno messo in evidenza tutte le sue doti. E che sono solo gli ultimi sigilli di un cammino davvero straordinario: ben 14 quelli collezionati in 13 presenze, praticamente uno a gara. Numeri che però, almeno finora, non sono bastati a garantirgli il salto tra i big. Che il giovane spagnolo ha visto una volta sola, il 20 luglio, nel finale della sconfitta allo Stadium contro la Juventus. Troppo poco per un ragazzo in cui la Lazio crede e su cui ha investito tanto. Intanto la scadenza del contratto (al 2022) si avvicina e con essa le sirene delle pretendenti, pronte a tutto per strapparlo a Formello. Lui finora non si è scomposto, alla Lazio sta bene e non ha chiesto la cessione. In cuor suo, però, spera fortemente, com’è naturale, di avanzare di livello. Per questo, Tare avrebbe deciso di inserirlo in prima squadra già dal prossimo ritiro di Auronzo. Non solo: il ds sarebbe già al lavoro con il procuratore per il rinnovo. L’idea sarebbe quella di un accordo quinquennale, anche se al momento l’intesa ancora non c’è. Le parti proseguiranno comunque i contatti nei prossimi giorni per garantire alla Lazio e al ragazzo un futuro roseo e ricco di soddisfazioni. Ovviamente l’uno accanto all’altro.

Continua a leggere

Articoli più letti