Seguici sui Social

News

CALICIOMERCATO LAZIO Per Kumbulla si fa sul serio: ecco l’offerta

Pubblicato

il

Calciomercato Lazio Kumbulla
PUBBLICITA

CALICIOMERCATO LAZIO Per Kumbulla i bancocelesti sarebbero disposti a cedere una contropartita tecnica

CALICIOMERCATO LAZIO Per Kumbulla la posta è alta, su di lui c’è molto concorrenza, sono diversi i club che vogliono acquistare il difensore albanese per le grandi dote dimostrate prima della sosta. Nonostante questo però Tare cercherà in tutti i modi di portare il classe 2000 nella Capitale sperando anche, nella volontà del ragazzo che potrebbe spingere per trasferirsi in biancoceleste per l’amicizia con Strakosha e la possibilità di poter giocare titolare, cosa che in altre squadre potrebbe non succedere. Il proprietario del cartellino, l’Hellas Verona, chiede 25 milioni per lui, troppi al momento, infatti la Lazio è pronta a offrire 15 milioni più il cartellino di Valon Berisha se non dovesse venire riscattato dal Fortuna Dussendolf, ma non è l’unica contropartita che la Lazio userà per provare a superare la concorrenza del Napoli, Inter, Chelsea e Atletico Madrid.

Diaconale zittisce tutti: “Non ci intimidite, vincere così sarà ancora più esaltante”

LAZIO Manzini e gli aneddoti su Gascoigne: “Per me è stato come un figlio”


Pubblicità

News

Zaniolo, quando vincere il derby è l’unico modo per festeggiare

Pubblicato

il


Zaniolo, al termine del 2-0 firmato Mkhitaryan-Pedro, si è lasciato andare ad uno dei suoi sfottò social contro i biancocelesti.

Ma Zaniolo forse non si è reso conto che, al di là del risultato finale, anche per la Roma c’era ben poco da essere felici. Lo 0-2 rimediato a casa Inter aveva infatti decretato che, il prossimo anno, i giallorossi (guidati dal neo eletto ottavo re di Roma Mourinho) saranno costretti a ripartire dall’anonimato della Conference League. In più c’è il primato cittadino, rimasto saldo nelle mani dei biancocelesti. I quali, c’è da sottolinearlo, hanno indubbiamente favorito il risultato avverso. Possono recriminare giusto per qualche occasione nel primo tempo, concessa dagli uomini di Fonseca troppo timorosi e sprecata malamente. Ma in generale – soprattutto dopo lo svantaggio – hanno dato l’impressione di essersi accontentati dell’Europa League centrata tre giorni prima col Parma. Un obiettivo minimo, alla luce delle aspettative (ben più alte) di inizio stagione. Alle quali, se avessero tenuto fede fino in fondo, probabilmente ora staremmo parlando di un risultato diverso. A Zaniolo & co cosa resta dunque? A parte il già citato approdo nell’Europa ‘minore delle minori’, c’è la ‘rivalsa’ per la brutta sconfitta dell’andata. Ben poco come consolazione, ma al talentino di quegli altri tanto basta. La sua felicità si è manifestata in tutto il suo fulgore sia, sugli spalti, da dove l’infortunio al ginocchio lo ha costretto a seguire la partita, che fuori. In una ‘storia’ pubblicata sul suo profilo Instagram, compare infatti una foto di una sua apparizione nella stracittadina e accanto la didascalia ‘Ciao belli’ e due pere (i due gol segnati). D’altronde, se la vittoria è di poco conto, il modo di festeggiarla non può non essere simile.

Continua a leggere

Articoli più letti