Seguici sui Social

News

LAZIO VERONA Inzaghi: “Ci siamo fatti 2 gol da soli. Riconquisteremo i punti persi”

Pubblicato

il

Inzaghi
PUBBLICITA

LAZIO VERONA Inzaghi ha sbagliato le scelte, oggi i biancocelesti hanno regalato due gol al Verona e nel momento migliore il tecnico, sbaglia i cambi

LAZIO VERONA Inzaghi a Dazn: “Sapevamo avremmo avuto dei problemi. La prestazione l’abbiamo fatta, non ricordo parate di Reina e noi abbiamo creato tantissimo, poi chiaramente con disattenzioni del genere due gol ce li siamo fatti praticamente da soli quindi diventa difficile portarsi a casa la prestazione. Ma il calcio è così, due giorni fa stavamo festeggiando per un grande traguardo e adesso siamo qui delusi perché volevamo un altro risultato, ma sappiamo che nel campionato italiano tutte le partite sono difficili. Adesso c’è poco tempo per recuperare e martedì avremo già l’ennesimo anticipo come spesso accade a noi e cercheremo di riconquistare i punti persi. Prima del lockdown con i nostri tifosi nel nostro stadio eravamo praticamente infallibili al di la di squadre piccole o più forti, ora senza di loro le cose sono cambiate, questo è un campionato strano e ne risentiamo, i calciatori li sentivano molto. Avevo chiesto di essere più lucidi considerando le energie che stiamo sprecando. Nel primo gol la palla sarebbe uscita . Sarà sempre molto emozionato sfidarlo e sfidarci, sarà una partita emozionante che chiaramente sia noi che il Benevento, noi ancora meno, avremo poco tempo per preparare.

Acerbi ha avuto un risentimento, nei prossimi giorni si saprà qualcosa. Il calendario è praticamente impossibile, avevo Ramos a riposo precauzionale e non potevo farlo giocare 90′ dopo 3 partite di fila. Acerbi ha sentito un problemino, Patric era assente e ho dovuto mettere Parolo in quel ruolo, è normale che la fatica si faccia sentire dopo tantissime partite. Sarebbe troppo facile pensare alle assenze di Luis Alberto o altri giocare, ci si deve abituare giocando ogni 3 giorni. Luis aveva il covid e da quando è rientrato ha giocato tutte le partite, ora vedremo se riuscirà a recuperare martedì altrimenti ci sarà per la prossima. Speriamo di recuperare anche Muriqi, Lulic, Patric che al momento sono fuori. Ci siamo fatti i gol da soli, senza il secondo, dopo aver raggiunto l’1-1 l’avremmo potuta vincere anche con i cambi, il calcio però è così. Ora speriamo di recuperare qualche punto che con la Champions abbiamo perso”.


Pubblicità

News

Lazio Di Bello ti rovina la partita: rigore inesistente e secondo gol di mano

Pubblicato

il

Lazio Di Bello ti rovina la partita

Lazio Di Bello ti rovina la partita – La partita di ieri sera è stata condizionata inizialmente dall’arbitro che ne ha rovinato l’andamento

Lazio Di Bello ti rovina la partita – 5 gol subiti sono tanti, la colpa è anche della Lazio e la sua difesa che a ogni tiro in porta prendeva sistematicamente gol con un Reina alquanto colpevole di 2-3 gol. L’atteggiamento dopo i due gol subiti non è stato dei migliori, in quel momento la Lazio avrebbe potuto reagire ma dopo aver visto il rigore concesso e negato (con l’espulsione) loro nello stesso momento e il secondo gol la squadra è ceduta mentalmente. Ma andando ad analizzare proprio i primi due gol scopriamo che il rigore per il Napoli non c’era, Milinkovic entra chiaramente prima sul pallone anticipando Manolas che spunta all’improvviso da dietro e non viene toccato e sul ribaltamento abbiamo un rigore netto con espulsione a Hysai che tira Lazzari. La partita si sarebbe messa su tutt’altro binario.

SECONDO GOL IRREGOLARE

Ma anche il secondo gol del Napoli non è stato regolare, infatti Mertens dopo il lancio di Insigne controlla la palla con il piede destro e fa carambolare la palla sul suo braccio sinistro aperto che devia ampiamente la posizione proprio di questa facendola finire nella direzione giusta per il dribbling perfetta. Il Var in questo caso non è intervenuto né avrà visto il tocco di mano chiaramente influente ai danni dell’azione, la palla sarebbe schizzata verso Fares e Martens non avrebbe continuato l’azione. Insomma come al solito a Napoli la Lazio viene quasi sempre penalizzata da errori arbitrali che come in questo caso sono stati determinanti. Radu ha provato a contrastare il belga e ha notato subito il tocco di mano riferendolo all’arbitro ma non è stato ascoltato. Ovviamente la partita sarebbe potuta andare in un altro modo e dopo il 2-0 la Lazio avrebbe potuto reagire cercando la rimonta invece di continuare a commettere errori ma la partita è stata chiaramente indirizza anche sotto l’aspetto mentale.

Continua a leggere

Articoli più letti