Seguici sui Social

Primo Piano

PUBBLICITA

LAZIO BAYERN MONACO LE PAGELLE – Harakiri biancoceleste: che errori sui gol dei tedeschi!

Avatar

Pubblicato

il

patric

Lazio Bayern Monaco le pagelle: errori tecnici dei biancocelesti stendono il tappeto rosso ai tedeschi. Unica gioia il gol della bandiera di Correa.

LAZIO (3-5-2):

Reina 5,5 – Stasera anche il portierone ha sbandato nell’appuntamento più importante: i suoi rilanci e le ripartenze da dietro sono state il più delle volte sbagliate. I suoi compagni di reparto hanno fatto il resto con errori individuali inaccettabili a questi livelli.

Patric 4,5 – Quando i tifosi della Lazio chiedono a gran voce dei rinforzi in difesa vengono tacciati di essere gufi. Guardare il terzo gol preso stasera per credere. Di fronte avevamo una grande squadra ma l’errore di Patric è letteralmente imbarazzante: a centrocampo la palla persa fa ripartire il contropiede fulmineo degli avversari. Al 53′ Hoedt 5 – Entra quando il Bayern cerca di controllare la gara e diminuisce la spinta offensiva ma comunque i suoi errori sono evidenti: sia di impostazione che di posizione.

Acerbi 5 – Anche il leone ha sofferto la grande gara e il blasone della squadra avversaria: macchia la partita con un goffo autogol per il quarto gol del Bayern a inizio ripresa.

Musacchio 4,5 – Entra con la paura nelle gambe e nella testa: se sei timoroso la frittata è fatta. E infatti arriva l’errore sanguinoso nei primi dieci minuti del match: retropassaggio killer al portiere sul quale si avventa Lewandoski che non perdona. Inzaghi capisce il momento e lo sostituisce alla mezz’ora. Al 30′ Lulic 6 – Ci voleva poco a fare meglio di Musacchio ma dalla sua parte non si vedono errori da circoletto rosso: la sua volontà a 34 anni dopo il lungo infortunio è sicuramente da premiare.

Lazzari 6 – Un motorino inesauribile, attacca a testa bassa e con tanto cuore. Peccato per i cross a volte ancora non troppo azzeccati.

Milinkovic 6 – La sua partita inizia alla grande: personalità a servizio della squadra e anche un rigore netto procurato che l’arbitro e la Var inspiegabilmente non concedono. Cala nella ripresa a livello fisico. Al 81′ Akpa Akpro s.v.

Leiva 5 – A livello fisico Lucas è stato messo in mezzo dal centrocampo tedesco. Ritmi troppo alti per lui e per la Lazio tutta in alcuni frangenti della gara. Al 53′ Escalante 6 – Si becca un’ammonizione per sventare una ripartenza sanguinosa e recupera sul lungo in un’altra azione d’attacco del Bayern: ha fatto il suo sicuramente meglio del suo compagno di reparto Leiva stasera.

Luis Alberto 6 – Si dannava l’anima a centrocampo, protestava con l’arbitro tanto da prendersi il giallo e mette lo zampino sul gol della Lazio. Se la Lazio non prendesse tutti quei gol dietro con errori indivisuali… Al 81′ Cataldi s.v.

Marusic 6,5 – Il migliore dei nostri, l’unico a contrastare lo strapotere fisico degli avversari. Ha recuperato tantissimi palloni uscendo palla al piede e facendo ripartite la squadra. Promosso!

Correa 6,5 – In attacco si è destreggiato bene tra i difensori del Bayern grazie alla sua tecnica cristallina. Segna il gol della bandiera biancoceleste ed è l’ultimo a mollare.

Immobile 5 – Ciro ha le polveri bagnate da un po’ di tempo: stasera non ha tenuto troppo la palla per far salire la squadra e ha perso delle palle molto importanti a centrocampo che hanno portato alle ripartenze degli avversari. Deve tornare in sé!

All.: Inzaghi 6 – In difesa chiunque metta non serve a mettere la pezza: prima Hoedt poi Musacchio la musica non cambia. Gli errori li paghi in Serie A figuriamoci contro i Campioni d’Europa e del Mondo in Champions League. La società vuole fare le nozze con i fichi secchi ma per queste partite c’è bisogno di giocatori all’altezza. Ma che serviva andare a riprendere Hoedt? Con tutto il rispetto per il ragazzo ma questi non sono acquisti da Champions. Simone fa quel che può con quello che gli mettono a disposizione ma i limiti di alcuni calciatori stasera si sono visti tutti.


Primo Piano

Bernabè si difende dalle accuse, la lettera del falconiere

Bernabè si difende dalle accuse, l’ex falconiere della Lazio scrive una lettera

Avatar

Pubblicato

il

methode times prod web bin 9e28144a 31d4 11ec 820f e2be9b2cb5fd
<

Bernabè si difende dalle accuse, l’ex falconiere della Lazio scrive una lettera

Bernabè si difende dalle accuse. L’ormai ex falconiere della Lazio dopo esser stato licenziato per un saluto romano dopo Lazio Inter ha scritto una lettera poi pubblicata dal portale Adnkronos : “Sono dispiaciuto per quello che è successo, in Spagna il gesto fascista si fa con il braccio teso in una linea retta. In Italia a quanto pare è anche così, dandosi una pacca sul petto. Io sono una persona assolutamente di destra, del partito Vox in Spagna come pure tanti amici calciatori, ma non di idea fascista, non è proprio nella mia mentalità. Sono un uomo che ha girato il mondo, che fa business in tutto il mondo e che ha rapporti con persone di tutte le razze. È stato un gesto dettato dall’impulso festeggiando il finale di una partita. Un saluto militare, mai fascista. Tuttavia va bene, queste cose fanno parte della vita, ci sono momenti brutti e belli. E questo per me è un momento brutto“.

lazio bernabè

CALENDARIO LAZIO : LA RABBIA DI SARRI

Continua a leggere

Primo Piano

Tamponi Lazio, la rabbia della Figc

Tamponi Lazio, la rabbia della Figc : “Pena incongrua”, faremo ricorso

Avatar

Pubblicato

il

Gabriele Gravina 1
<

Tamponi Lazio, la rabbia della Figc : “Pena incongrua”, faremo ricorso

Tamponi Lazio, la condanna punisce Lotito, ma secondo la Figc la pena è incongrua : “C’è sconcerto per l’irrogazione di sanzioni incongrue e prive di afflittività a fronte di violazioni gravi dei protocolli anti-Covid consumate in uno dei periodi più difficili di pandemia nel nostro Paese“. Ma non è tutto, la Figc starebbe pensando ad un possibile ricorso al collegio di garanzia.

Gravina

IL GESTACCIO DI KOLAROV : MULTATO

Continua a leggere

Primo Piano

Espulsione Luiz Felipe, adesso è emergenza difesa

Espulsione Luiz Felipe, l’unica dolente del match ed adesso è emergenza difesa

Avatar

Pubblicato

il

luiz felipe lacrime lazio inter 159qwdcfg99121ijju0f5q2vfy
<

Espulsione Luiz Felipe, l’unica dolente del match ed adesso è emergenza difesa

Espulsione Luiz Felipe. Il rosso diretto al difensore brasiliano è l’unica nota dolente del match. Espulsione arrivata a fine partita in modo confusionario con il centrale che è poi scoppiato in lacrime. In lacrime anche noi dopo che nessun giocatore dell’Inter ha subito il cartellino rosso aggredendo Felipe Anderson dopo il gol, ma questa è un’altra storia. Adesso il problema sorge spontaneo, senza Acerbi e ora anche Luiz Felipe chi difenderà ? Per Sarri è una vera e propria emergenza difesa.

Luiz Felipe

LA CHIAVE DEL MATCH : I CAMBI DI SARRI

Continua a leggere

Articoli più letti