Seguici sui Social

News

“Razzismo? Bisogna distinguere gli sconsiderati dai veri tifosi”. Parola di Governi

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Tifosi laziali in trasferta per seguire la Lazio
PUBBLICITA

Lo scrittore e tifoso Giancarlo Governi ha parlato della tempesta mediatica sui tifosi biancocelesti, dissociando la tifoseria dai responsabili del caso adesivi.

In un ambiente sereno e motivato come quello biancoceleste, è piombata nelle ultime settimane una vera e propria tempesta mediatica, scaturita dal gesto antisemita (adesivi raffiguranti Anna Frank con la maglia della Roma) di 15 pseudo-tifosi della Lazio. A questo proposito ha parlato a Il Corriere della Sera, lo scrittore e regista, nonché tifoso laziale Giancarlo Governi. “Non è possibile generalizzare in questa maniera. Cosa c’entro io con quei 15 sconsiderati che non conoscono il rispetto? Cosa c’entra la tifoseria, quella vera? Si tratta di una tempesta mediatica che non ha motivo di esistere.

Il fatto che i responsabili siano tifosi laziali non giustifica questo continuo scagliarsi contro tutta la tifoseria e l’ambiente Lazio. La società e i tifosi si sono sempre dissociati da episodi del genere e sono sempre stati in prima linea nella lotta al razzismo. Diaconale ha dichiarato che tutto questo è stato fatto per screditare il presidente Lotito dato il suo potere nel calcio italiano. Questo non lo so, può darsi ma non mi esprimo. In ogni caso questo non giustifica l’estrema e assurda ostilità che si è venuta a creare contro i colori biancocelesti e tutto ciò che essi rappresentano, una comunità di gente perbene.

È questa stragrande maggioranza civile che deve far sentire la propria voce, che deve riscoprire l’ orgoglio di essere laziali, che deve respingere le accuse infamanti di razzismo e di antisemitismo.  La Lazio deve trovare il modo per tutelare la propria immagine macchiata ingiustamente. Bisogna organizzare iniziative che hanno lo scopo di richiamare tutta la tifoseria silente e pacifica per mostrare all’Italia e al resto del mondo che laziale non è sinonimo di razzista”.

MARUSIC SULLA LAZIO E SUL DERBY 

  SS Lazio Onlus, nasce la nuova fondazione benefica biancoceleste

SEGUICI SU FACEBOOK 

 


News

LAZIO TORINO A rischio rinvio: il possibile scenario

Pubblicato

il

LAZIO TORINO A rischio rinvio

LAZIO TORINO A rischio rinvio – La partita potrebbe non giocarsi a causa dei numerosi positivi in casa granata

LAZIO TORINO A rischio rinvio – In questa giornata avrebbero dovuto giocare nella serata di oggi Torino Sassuolo ma la Asl del Piemonte ha deciso di mettere in quarantena l’intera squadra per prevenire ulteriori contagi. Già, negli ultimi giorni sono usciti fuori diversi contagiati in casa Toro, tra cui il gallo Belotti, per questo hanno deciso di rinviare il match al 17 marzo. Lazio e Torino si dovrebbero affrontare martedì 23 ma anche questa partita potrebbe slittare. I giocatori sono risultati positivi alla variante inglese e la Asl vuole tenere al sicuro tutti quindi, potranno tornare ad allenarsi solamente qualora il nuovo ciclo di tamponi che effettueranno lunedì non trovasse nuovi positivi. In questo caso l’Asl darebbe il via libero per la ripresa degli allenamenti e di conseguenza per la partita contro la Lazio del giorno successivo. Ma se non dovesse arrivare questo via libera la partita sarà inevitabilmente rinviata. La decisione verrà presa lunedì, qui le due squadre sapranno se si scontreranno o rimanderanno la sfida.

BOLOGNA LAZIO – Match affidato a Giacomelli

Caso tamponi: udienza rinviata grazie al Bayern Monaco?

Continua a leggere