Seguici sui Social

News

LAZIO TORINO – Governi torna su Giacomelli e attacca anche la…Roma

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Giacomelli arbitro italiano
PUBBLICITA

Non sembrano avere fine le polemiche sull’operato dell’arbitro Giacomelli in Lazio-Torino. L’ultimo a dire la propria in proposito è stato lo scrittore, giornalista e regista, tifoso biancoceleste, Giancarlo Governi.

In una lunga lettera pubblicata su ‘Corriere.it’, Governi si è soffermato sugli episodi contestati a Giacomelli (mancato rigore per fallo di mano di Iago Falque ed espulsione di Immobile). Contro i granata è stata infatti la quarta volta consecutiva in cui la terna arbitrale ha preso delle decisioni quantomeno discutibili, sottraendo ai biancocelesti dei punti che potrebbero rivelarsi decisivi nel finale di stagione e nella lotta per la Champions. “Io non sono un complottista – scrive il giornalista – ma quando mi capita di vedere che in quattro partite consecutive il Var è stato consultato o non consultato o consultato soltanto parzialmente, e per due volte nella parte dell’arbitro principale o del signor Var c’è sempre il signor Giacomelli e due volte il signor Di Bello, a esprimere verdetti contro la stessa squadra, qualche dubbio mi viene“.

LAZIO COLPITA. E LA ROMA…

Al centro dell’attenzione di Governi vi sono dunque proprio gli uomini di Inzaghi, colpiti dopo il bel gioco mostrato nella prima parte di stagione. Il quale è stato tra gli artefici di quella serie di vittorie che ha permesso loro di inserirsi nella lotta per un posto in Champions. Lotta che vede tra i ‘competitor’ – oltre a Inter, Napoli e Juventus – anche un club (non citato ma si riferisce alla Roma, ndr) le cui casse traggono enorme giovamento dalla partecipazione alla competizione. La società giallorossa è inoltre presente nei profili social dell’arbitro Giacomelli e dell’attività da lui gestita fino a poco tempo fa. In cui campeggiano foto di Francesco Totti e che, guarda caso, il fischietto ha deciso di chiudere proprio all’indomani del fattaccio. Governi ricorda tutte queste situazioni, chiudendo poi la lettera: “Ho la sensazione di essere diventato complottista. Ebbene sì, che lo Zingarelli mi perdoni, sono diventato complottista“.

  LAZIO Strakosha verso il ritorno. E il rinnovo

LEGGI ANCHE L’ULTIMA INIZIATIVA DELLA FONDAZIONE ‘SANDRI’

SEGUICI ANCHE SU TWITTER


News

Giordano suona l’allarme: “Si rischia stagione fallimentare”

Pubblicato

il

Il brutto momento in casa Lazio ha fatto storcere il naso agli addetti ai lavori e ai tifosi, che vedono una squadra in netta difficoltà

Nelle ultime tre partite giocate (escludendo il Torino), la Lazio ha subito la bellezza di 9 gol, segnandone 2 ed ottenendo tre pesanti sconfitte. La debacle contro il Bayern Monaco sembra essere ancora nella testa e nelle gambe dei calciatori, incapaci di regaire contro il Bologna e sopraffatti dalla fame della Juventus nel secondo tempo all’Allianz. Ora il quarto posto è distante e l’ex Bruno Giordano ha lanciato un grido di allarme. Intervistato a TMW Radio, l’ex attaccante si è detto preoccupato per la situazione in casa biancoceleste: “Si rischia una stagione fallimentare qualora non si raggiungesse la qualificazione in Champions League. Siamo fuori dalla Coppa Italia, in Champions quasi fuori e in campionato si è pers terreno dalle contendenti“. Poi una frecciata a Simone Inzaghi: “Il mister deve capire che se Immobile non è in condizione gli deve concedere uno stop, altrimenti così gli si fa del male. Lo scorso anno Inzaghi aveva fatto bene ma quest’anno non si sta ripetendo, si va ad annate“.

LA LAZIO PRESENTA IL PROGETTO A.MA.MI, LE PAROLE DI LOTITO

Continua a leggere