Seguici sui Social



Focus

LA NOSTRA STORIA L’ex centrocampista Fortunato Torrisi

Pubblicato

il

PUBBLICITA



LA NOSTRA STORIA Fortunato Torrisi nasce a Melito Porto Salvo (RC) il 23 ottobre 1955. Cresce nelle giovanili del Borgata Augusta. Fa il suo esordio nel 1973 con il Siracusa. In Sicilia resta per due stagioni aggiudicandosi anche il premio istituito dal quotidiano Stadio come miglior giocatore della serie C girone C nel 1974/75.

Nella stagione 1975-76 Fortunato Torrisi passa al Como con il quale esordisce in Serie A. Torna per una stagione al Siracusa per poi trasferirsi al Chieti. L’anno dopo veste la maglia della Pistoiese. Dal 1979 al 1982 gioca nell’Ascoli. Quindi si trasferisce al Torino dove resta per una stagione. L’anno dopo è a Catania. Nel 1984 si trasferisce alla Lazio. In maglia biancoceleste disputa due stagioni. Nel 1986 passa alla Ternana. Termina la carriera da calciatore nella stagione 1988/89 con la maglia del Chieti. Appesi gli scarpini al chiodo dal 1993 al 1998 allena le giovanili della Lazio. Contemporaneamente ricopre anche il ruolo di osservatore. Nel 1997 vince un campionato con la Lazio Master Calcio a 5. Nella stagione 1998/99 guida la Primavera biancoceleste. A termine campionato passa ad allenare le giovanili della Lodigiani. Nella stagione 1999/2000 guida il Catanzaro. Quindi Acireale, Gladiator, Castel di Sangro, Latina e Gaeta. Il suo ultimo incarico è alla Civita Castellana dove nel 2010 rassegna le dimissioni.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER


Continua a leggere
Pubblicità

Focus

LA NOSTRA STORIA Compie gli anni l’ex biancoceleste Mario Facco

Pubblicato

il

Il 23 gennaio 1946 nasce a Milano Mario Facco. Difensore, inizia la sua carriera con l’Inter, dove gioca una partita di campionato e tre di Coppa Italia.

Nel 1968 Mario Facco è acquistato dalla Lazio, dove disputa sette stagioni divenendo un punto fondamentale della difesa. In biancoceleste centra due promozioni in Serie A e contribuisce alla conquista dello Scudetto nella stagione 1973-1974, anche se in quell’anno perde il posto da titolare a vantaggio di Sergio Petrelli. Nell’ottobre del 1974 viene ceduto all’Avellino, dove resta per tre stagioni. Termina la carriera al Parma nel 1977/78 a causa di un grave infortunio a tibia e perone.

Dopo aver preso il patentino inizia ad allenare nelle giovanili dell’Avellino nel 1980. Nella stagione 1981/82 guida lo Squinzano. Nel 1982 passa alla guida del Frosinone in Serie C2 e l’anno successivo alla Salernitana in Serie C1. Ha poi allenato anche il Barletta sempre in Serie C1. Nel 1986-1987 è chiamato alla guida della Ternana, tra le cui fila militano anche due giocatori della Lazio: Vincenzo D’Amico e il giovane Paolo Di Canio. Chiude la stagione al terzo posto (dietro Ravenna e Vis Pesaro). La stagione successiva resta alla guida della squadra umbra, ma soltanto per un breve periodo prima di essere esonerato. In seguito ha allenato Vigor Lamezia e Trapani. Colpito da un male incurabile è scomparso all’età di 72 anni nella sua casa sul litorale nord di Roma.

SEGUICI SU TWITTER

Continua a leggere

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Articoli più letti