Seguici sui Social

News

La rinascita di Caicedo: dalla cessione a titolare contro la Sampdoria

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Lazio Caicedo
PUBBLICITA

La rinascita di Caicedo – L’attaccante avrà l’opportunità di partire dal primo minuto nella gara di sabato prossimo

La rinascita di Caicedo – L’ecuadoregno per tutta l’estate è stato sempre sulla lista dei cedibili. Sembrava destinato a partire per il Qatar, con una ricca offerta formulata per lui, alla fine invece, la trattativa è sfumata. Una volta superato questo ostacolo però, a far parlare di lui oltre il gol dell’iniziale speranza contro l’Atalanta è stata la questione lista. Già, si pensava che il panterone non potesse rientrare in questa lista avendo già in avanti Muriqi, Immobile e Correa, invece con grande sorpresa è stato inserito e ora sarà l’arma in più.

TITOLARE

Infatti, non è la prima volta che parte da sfavorito e, probabilmente come accaduto nelle ultime due stagioni, riuscirà a conquistare nuovamente i tifosi (il mister è già dalla sua). Contro la Sampdoria, Immobile è squalificato, mentre Correa ritornerà dalla Bolivia solo due giorni prima della sfida. Muriqi e Pereira invece, si allenano da poco e farli giocare entrambi sarebbe un rischio. Quindi, dovrebbe essere lui a guidare l’attacco della Lazio sabato alle ore 18.00, la Samp inoltre, è la sua vittima prefita, gli ha già rifilato 4 reti.


Focus

LA NOSTRA STORIA – Sergej Milinkovic Savic, il corazziere serbo

Pubblicato

il

Milinkovic con la maglia della Lazio

Il 27 febbraio 1995 a Lleida, in Serbia, nasce Sergej Milinkovic Savic. Centrocampista dotato di fisico possente. Può giocare anche davanti alla difesa rivelandosi decisivo sia in fase difensiva che offensiva. Preciso nei lanci lunghi. Dotato di buona tecnica non è molto rapido, possiede un bel tiro da lontano.

Può giocare sia centrale che interno di centrocampo o trequartista. Figlio d’arte. Il padre Nikola è stato calciatore in diverse squadre europee. La mamma Milana è stata una giocatrice professionista di basket. Anche il fratello Vanja gioca, è il portiere dell’Ascoli. Furono compagni di squadra nelle giovanili del Vojvodina. Fa il suo esordio in prima squadra nel campionato 2013/14. Nella sua prima stagione vince la Coppa di Serbia. L’anno dopo passa al Genk, in Belgio, per 400.000 euro.

L’ARRIVO ALLA LAZIO

Nel 2015, dopo aver vinto la concorrenza della Fiorentina, la Lazio lo acquista per una cifra tra i 9 e i 10 milioni di euro. Milinkovic firma un contratto quinquennale con la società capitolina. Il 18 agosto 2015 nel preliminare di Champions League contro il Bayern Leverkusen fa il suo esordio ufficiale con la maglia biancoceleste. La squadra eliminata dal preliminare retrocede in Coppa UEFA. Il 13 agosto 2017 vince il suo primo titolo con la Lazio aggiudicandosi la Supercoppa Italiana a spese della Juventus. Il 21 gennaio 2018 disputa la sua centesima partita con la Lazio.

  Granata decimati dal Covid: Lazio Torino a rischio

LA NAZIONALE

Milinkovic ha giocato nelle nazionali Under 19 e Under 20 serbe, vincendo un titolo europeo under 19 nel 2013 e un titolo mondiale under 20 nel 2015. Il 3 ottobre 2015 viene convocato per la prima volta con la nazionale maggiore per le gare di qualificazione a Euro 2016, senza però scendere in campo. Il 10 novembre del 2017 in occasione dell’amichevole vinta con la Cina fa il suo esordio con la squadra maggiore.

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Continua a leggere