Seguici sui Social

News

ECCO LE PAGELLE DI LAZIO-MILAN

Pubblicato

in



ECCO LE DI LAZIO-MILAN

LAZIO

Marchetti 4,5 – Il peggiore. Sicuro nell’uscita del terzo minuto, altamente insicuro sulla conclusione di Cerci che respinge direttamente sui piedi di Bertolacci che ringrazia. Ancora in errore anche sul gol di Mexes, perchè sbaglia il tempo dell’uscita. Una partita storta può capitare a chiunque e stasera tocca a lui.

Basta 5,5 – Dopo gli episodi negativi capitatagli mercoledi sera a Bergamo, anche stasera soffre a più riprese la velocità di Bonaventura. Ammonito al 60′, giocherà comunque il derby.

Mauricio 5,5 – Una chiusura importante al 10′ e al 16′ su Cerci. Nella ripresa tempestivo l’intervento che evita la terza rete. Dopo il turno di squalifica patito contro l’Atalanta, nella gara dell’Olimpico appare più concentrato rispetto le precedenti apparizioni. Al 76′ di testa va vicino alla rete del 2-1. Qualche responsabilità sulla rete di Bacca.

Gentiletti 5 – Anche stasera svolge il suo lavoro con disciplina e senza mai perdere la concentrazione anche se in coabitazione col compagno di reparto, non chiude bene sulla terza rete rossonera. Da capire anche se sulla rete di Mexes, è lui a perdersi la marcatura. Nel finale commette un’ingenuità clamorosa che poteva costare il fallo da rigore.

Lulic 5,5 – Si fa rubare il tempo da Cerci nell’azione che poteva valere il doppio vantaggio rossonero e, a più riprese soffre la serata di grazia dell’esterno rossonero.

Biglia 6 – Un fallo tattico molto intelligente al 22′ e qualche recupero importante durante i primi quarantacinque minuti. Nella ripresa, vuoi per il nuovo compagno di reparto, vuoi per gli impegni così tanto ravvicinati,  cala di tono e conseguentemente ne risente tutta la fase d’impostazione della Lazio.

Onazi 6 – Confermatissimo al fianco dell’argentino, sbaglia sulla rete realizzata dagli ospiti perchè non segue la corsa di Bertolacci che ci crede sino all’ultimo, anche se bisogna dire che forse il nigeriano non si sarebbe aspettato una respinta del genere da parte di Marchetti. Comunque non andava sostituito perchè i suoi muscoli poteva contrastare quelli di Kucka e di Poli. Dal 46′ Cataldi 5 – Entra per dare qualità e profondità per gli esterni biancocelesti. Giochicchia, ma non riesce ad avere quella tranquillità che dovrebbe avere un giovane come lui. Emblematico il tiro al 78′ con una conclusione che non è nè carne nè pesce.

Anderson 5 – Tanta foga mai vista prima, il brasiliano gioca ai limiti del cartellino, soprattutto nel primo tempo. Ci mette di sicuro tanto impegno e la maglia è di sicuro bagnata ma, nell’azione del 42′ doveva metterla dentro. Nella ripresa sparisce dalla scena.

Milinkovic-Savic 6 – Non perde un pallone, è il migliore fra i trequartisti proposti dal mister Pioli. Nella ripresa viene tolto (prematuramente) dal mister per dare più incisività al reparto offensivo. Dal 70′ Matri 5 – Venti minuti per cercare, attraverso la doppia punta, il gol che riaprirebbe la gara. Non funziona l’intesa con Klose.

Candreva 5 – Ancora male, il giocatore, un po’ come successe lo scorso anno durante la prima fase del campionato, fatica a carburare. L’impegno c’è, la prestazione no. Dal 62′ Kishna 6,5 – Il migliore.  Pioli prova la carta dell’olandese per scardinare l’ermetica difesa avversaria. Buono l’impatto sulla gara, si rende pericoloso in diverse circostanze e alla fine trova anche il gol della bandiera.

Klose 4,5 – Non si fa notare in nessuna occasione della prima frazione e sul gol di Mexes sembra sia lui a prendere in consegna il giocatore francese. Gioca fino alla fine ma è praticamente fuori condizione. Chissà perchè tanta ostinazione a schierare il tedesco ancora fra gli undici iniziali.

All. Pioli 5 – Stavolta i sbagli non sono tanto suoi, ma quanto dell’estremo difensore Marchetti. Ok, il Milan è messo bene in campo, ma chissà senza gli errori del portiere capitolino, che piega avrebbe preso il match. Anche i cambi Onazi- Cataldi e Milinkovic-Matri sono opinabili. Forse quello attuale è il suo momento peggiore da quando è alla guida della Lazio, non tanto per i risultati quanto per gli esperimenti tattici non risuciti.

Milan

Donnaruma 6 – Giusto un brivido al 35′, quando di tacco si libera di Anderson rischiando non poco. Per il resto nessuna parata da annotare sul taccuino, se non l’intervento sul tocco morbido di Luic al 67′ e notare che il gol della Lazio arriva sul palo di sua competenza.

De sciglio 6 – Dopo il buon secondo tempo contro il Chievo, stasera il milanista contiene le giocate di Anderson e Candreva. Nel finale sbaglia la marcatura sul gol di Kishna.

Alex 6 – Insieme a Romagnoli forma una discreta coppia difensiva. Nel primo tempo gioca molto bene coprendo egregiamente la zona di sua competenza. A inizio ripresa viene toccato col ginocchio alla testa da Donnaruma che lo manda KO. Dal 50′ Mexes 7 – Entra e segna il 2-0. Il massimo per un giocatore.

Romagnoli 6 – Buon momento di forma per il giocatore di fede laziale che tiene sotto controllo le giocate di Klose e di chiunque si avvicina nella zona centrale. Ingenuo sull’ammonizione rimediata al 67′.

Antonelli 6 – Dopo il gol  realizzata contro il Chievo anche stasera gioca una gara di grande dinamismo annullando le giocate degli esterni laziali.

Kucka 7 – Solido supporto del centrocampo lato destro, gioca un calcio maschio contro i centrocampisti della Lazio. Tosto anche in difesa, l’ex Genoa gioca una buona partita di sostanza. Anche nella ripresa si dà molto da fare in fase d’interdizione.

Montolivo 6 – Spesso in marcatura su Biglia, al 20′ serve una gran palla in profondita per Cerci che però non concretizza. Ordinato e concentrato si fa valere nella zona mediana.

Bertolacci 6,5 – Inizia bene e infatti trova il primo gol stagionale al 24′ grazie a una corta respinta di Marchetti. Purtroppo esce per un infortunio alla mezz’ora.  Dal 34′ Poli 6 – Con il risultato di vantaggio il suo ingresso non è poi così male. Bene anche nella ripresa.

Cerci 7 – Pericolosissimo,  contro Lulic dà vita a un duello fra velocisti. E’ in palla e si vede già al 16′ ma non ce l’ha fa a liberarsi di due giocatori e calciare in porta. Poco dopo mette lo zampino nel gol di Bertolacci: il suo tiro, non potente, viene respinto male, consentendo al compagno di squadra di realizzare il vantaggio rossonero. Al 37′ grande azione personale con controllo al volo e conclusione di prima a girare sul secondo palo. Marchetti è fortunato perchè la palla coglie il legno alla sua destra. Cala un po’ nella ripresa esce nel finale. Dal 80′ Honda s.v.

Bacca 7 – Realizza la rete che chiude l’incontro e poi tanto movimento anche lontano dall’area di rigore. Il bravo attaccante rossonero non dà punti di riferimento e fa tanto spazio a favore dei compagni Bonaventura e Cerci. Nella ripresa,a dieci minuti dalla fine, metto a segno il punto che chiude i  conti.

Bonaventura 7 – Il migliore. Una bella botta al 10′ che termina di poco sopra la traversa e poi tanto movimento e precisione nei passaggi. Sul gol del tre a zero mette a segno il quarto assist di questo campionato. Una grande serata di gloria per il giocatore più intelligente della truppa rossonera. Ammonito nel finale, salterà il prossimo match.

All. Mihajlovic 7 – Terza vittoria consecutiva in campionato e Lazio scavalcata di una lunghezza. Fermo restando le gravi responsabilità del portiere della Lazio Marchetti, la formazione messa in campo stasera domina su tutti i reparti contro la rivale Lazio.

Arbitro: Damato 6,5 – Poteva ammonire Milinkovic al 39′ per un braccio alto ai danni di Kucka. Anche per i minuti di recupero  sbaglia perchè dà soltanto un minuto, mentre ne andava concesso, minimo, un altro aggiuntivo. Al 74′ giusta la decisione di annullare il gol a Kishna per un evidente posizione di offside.

TABELLINO

DI LAZIO-MILAN 1-3

LAZIO (4-2-3-1) – Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Lulic; Onazi (dal 46′ Cataldi), Biglia; Candreva (dal 62′ Kishna), Milinkovic-Savic (dal 70′ Matri), Felipe Anderson; Klose.  A disp: Berisha, Guerrieri, Konko, Hoedt, Radu, Braafheid Morrison, Mauri, Djordjevic. All. Stefano Pioli

MILAN (4-3-3) – Donnarumma; De Sciglio, Alex (dal 50′ Mexes), Romagnoli, Antonelli; Kucka, Montolivo, Bertolacci (dal 34′ Poli); Cerci (dal 80′ Honda), Bacca, Bonaventura.  A disp: Diego Lopez, Abbiati, Calabria, Ely, Zapata, De Jong, Josè Mauri, Suso, Luiz Adriano, Niang. All. Sinisa Mihajlovic

ARBITRO: Antonio Damato della sezione di Barletta

MARCATORI: 24′ Bertolacci (M), 53′ Mexes (M), 79′ Bacca (M), 83′ Kishna (L)

AMMONITI: 59′ Basta (L), 65′ Romagnoli (M), 87′ Bonaventura (M), 92′ Gentiletti (L)

ESPULSI:

 

Continua a leggere
Pubblicità

News

LAZIO Scherzo telefonico a Lotito su Kumbulla

Pubblicato

in



Un tifoso ha chiamato Lotito al telefono chiedendo di Kumbulla. Il presidente ha risposto per le rime.

Nella puntata di oggi de La Zanzara, il noto programma in onda su Radio24, è stato trasmesso uno scherzo telefonico fatto da un tifoso a Lotito su Kumbulla.

“Buonasera presidente Lotito, ma Kumbulla che ce faceva schifo a noi?”

“Ancora, ma non c’hai un c***o da fa’?”

“Ma c***o gliel’avemo dato ai ‘peperones’, ma a noi ce faceva schifo, me lo dica lei!”

“Metti i soldi se ce li hai, ma che c***o voi”

“Em be, se ce lo diceva la facevamo una colletta”

“Allora fa’ la colletta, mettici pure tu moglie e tu sorella”

Continua a leggere

Articoli più letti

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?