Seguici sui Social

News

Inzaghi a fine gara: buona vittoria, ora testa al Toro

Pubblicato

in



Dopa la larghissima vittoria per 8-1 contro il malcapitato Avellino, l’allenatore della Primavera biancoceleste si è presentato ai microfoni di LazioStyleChannel, per analizzare il successo casalingo in vista della difficile finale di Supercoppa in programma sabato a Torino contro i granata guidati da Moreno Longo. Queste le sue parole: “Abbiamo fatto una buona gara, Empoli e Frosinone non ci hanno reso giustizia. Oggi, sbloccando il risultato, abbiamo preso poi un buon distacco. Dobbiamo cercare di migliorare.” Poi sulla partita di Supercoppa: “Sabato abbiamo questo compito difficilissimo a Torino per la finale di Supercoppa. Conosciamo meglio il 4-3-3, partiamo da questo successo e non guardiamo la classifica per un po’. La botta dello scudetto perso ai rigori è stata forte. Siamo andati avanti con i nostri ragazzi, mi auguro che tutto possa andare per il meglio perché i miei ragazzi se lo meritano.” Chiosa finale per un’analisi generale del campionato Primavera, che vede la Roma favorita: “La Roma quest’anno farà un campionato a parte, ha due pedine molto forti, quando non le mettono in campo si vede la differenza. Al di là di quello che fanno o meno, noi dobbiamo pensare solo a noi. Un pizzico di fortuna girerà anche dalla nostra parte. Far sì che gli episodi tornino a nostro favore.”

News

LAZIO Escalante – Conferenza di presentazione: “Voglio farmi valere”

Pubblicato

in

Lazio Escalante


LAZIO Escalante – Questo pomeriggio, il classe ’93 argentino è stato presentato in conferenza stampa a Formello

LAZIO Escalante: “Mi fa piacere far parte di questo gruppo, per me è un sogno. Sono pronto per iniziare questa stagione. Mi piace giocare davanti alla difesa, questo mi rende felice. Sto cercando di fare le cose semplici in attesa di avere una chance. Domani esordiremo in campionato. Idoli? In Argentina si vede molto calcio, mi ricordo di Almeyda, Scaloni, Crespo, Veron. Stare qui è una grande soddisfazione, ora aspetto un’opportunità per giocare. Quando ho saputo che i biancocelesti mi volevano, ho detto al mio agente che volevo trasferirmi a Roma. Sono veramente felice della scelta fatta. Il calcio italiano è diverso rispetto alla Liga. Penso di essere cambiato rispetto all’esperienza di Catania, sono maturato e mi affido al mister. Sarà difficile superare la concorrenza di giocatori come Luis Alberto, Leiva e Milinkovic, ma mi allenerò al meglio per ritagliarmi il mio spazio”.

Continua a leggere

Articoli più letti