Seguici sui Social

News

LAZIO EMPOLI Conferenza Inzaghi: “Abbiamo lottato tutti insieme”

Pubblicato

in

Simone Inzaghi allenatore della Lazio in conferenza stampa


EMPOLI

LAZIO EMPOLI Conferenza Inzaghi dallo Stadio Olimpico di Roma, ecco le parole del mister

Ti è piaciuta la squadra?

“Il primo tempo è andato molto bene. Mentre nel secondo abbiamo lasciato troppo possesso palla all’Empoli anche se non abbiamo sofferto. Milinkovic e Correa non stavano benissimo, mentre Caicedo aveva un problema al polpaccio. Avendo a disposizione solo 3 difensori, ho dovuto sistemare la squadra con qualche cambio. Sono orgoglioso e gli rendo onore per come siano riusciti a vincere due partite importantissime. Molto simile alla partita contro il Frosinone e tutti insieme abbiamo difeso il risultato finale”.

Il calendario non è stato fatto male?

Ci sono state troppe partite ravvicinate, pensavamo di giocare domenica alle 15:00 dopo Frosinone, avrei sicuramente recuperato giocatori importanti, ma la variazione del calendario ci ha portati ad essere nuovamente in campo di giovedì e ci siamo adeguati. Mancano ancora tante partite e ci sono molti punti a disposizione”.

Su Caicedo

“Caicedo l’anno scorso è stato un giocatore importante, a volte criticato ingiustamente a mio parere. È un professionista esemplare che lavora sempre, ad averne di giocatori come lio. Pedro Neto è un ragazzo che si sta mettendo in mostra in allenamento, ci darà tante soddisfazioni e non dimentichiamoci che ora rientrerà anche Immobile”.

Siviglia

“Per giovedì contro il Siviglia ci sono buone possibilità che ci siano sia Ciro sia Luis Alberto. Oggi li avevo convocati, ma già da ieri sapevo che non avrei potuto utilizzarli. Complimenti a Correa che ha giocato 96 minuti anche in non perfette condizioni. Ora avremo sette giorni per recuperare, domani ci sarà un allenamento perché è importante vedersi il giorno dopo la gara mentre sabato i ragazzi avranno un giorno libero, più che meritato! Domenica, invece, riprenderemo ad allenarci in vista del match contro il Siviglia”.

Romulo e Badelj

“Romulo è un giocatore molto intelligente, umile che si è già inserito all’interno della squadra. È molto importante, può giocare anche come mezzala. Mi aveva chiesto anche lui il cambio a dieci minuti dalla fine. Oggi Cataldi e Badelj mi sono piaciuti molto per come hanno interpretato la partita quando sono subentrati”.

LE PAROLE DI CATALDI

RODIA SU LUIS ALBERTO E IMMOBILE

Non solo Lazio

Diletta Leotta, la verità sul legame tra lei e Ibrahimovic

Pubblicato

in

Diletta Leotta Ibrahimovic


Ecco le dichiarazioni della giornalista sportiva sul suo presunto flirt con il giocatore del Milan

Parla chiaro la giornalista sportiva più amata dal pubblico maschile sulle voci che la volevano coinvolta sentimentalmente con l’attaccante del Milan. In un’intervista che uscirà domani sul noto settimanale Chi, che la vede protagonista anche in copertina, la Leotta chiarisce finalmente la situazione. “Stare con un uomo impegnato è una cosa inaccettabile per i miei principi, con tutta la scelta che c’è nel mondo devi avere la lucidità di non metterti in situazioni sbagliate”.

La situazione sentimentale di Diletta Leotta

Adesso sono single. Sono sempre stata fidanzata, dovevo trovare il coraggio di ritagliarmi uno spazio per conoscermi nel profondo e fare scelte importanti, per riuscire a stare da sola sul divano a vedere un film senza dover rendere conto a nessuno”. Diletta commenta anche la fine del suo rapporto con Daniele Scardina: “Non rinnego niente, fra di noi c’è stato un amore profondo”.

Le scelte professionali : il passaggio a Dazn

Nell’ultima parte dell’intervista rilasciata a Chi la conduttrice di Dazn ricorda gli inizi professionali nell’ambiente del giornalismo sportivo come un periodo non semplice. “All’inizio non è stato facile, una collega mi aveva anche detto ‘ti hanno presa solo per le tette’, ma non ho certo lasciato Sky per questa ragione… Ho scelto di andare a Dazn perché era una nuova sfida e perché sentivo che il mercato della tv satellitare stava cambiando”.

Continua a leggere

Articoli più letti