Seguici sui Social

News

BIGLIETTI JUVE LAZIO – Tifosi sempre più mucche da mungere!

Pubblicato

in

La coreografia della Curva Nord a Juve Lazio di Tim Cuo 2017


La Serie A è ripartita sabato scorso ma il dato che più fa discutere è il rincaro generalizzato dei prezzi di tagliandi e abbonamenti. Pensate che i biglietti Juve Lazio per il settore ospiti di domenica prossima allo Stadium hanno raggiunto la cifra spropositata di 55 euro.

Pubblicità

Il tifoso è la parte fondamentale del calcio. Il messaggio viene costantemente veicolato dalla comunicazione ma sembra che i presidenti delle società l’abbiano dimenticato. Tifosi sempre più mucche da mungere o se vi piace il paragone animalesco polli da spennare. Guardate il caso dei tifosi biancocelesti che si recheranno in trasferta a Torino domenica prossima. I biglietti Juve Lazio hanno raggiunto la cifra da capogiro di 55 euro. Costo giustificata dal vedere in azione Cristiano Ronaldo? La risposta per noi è no: un investimento del genere non dovrebbe ricadere solo ed esclusivamente sulla passione di una tifoseria. Se i tifosi incarnano valori ideologici, le società dovrebbero cercare di portarli allo stadio e non di allontanarli con prezzi fuori portata. Considerando anche i costi dell’abbonamento alla pay tv a Sky e Dazn, il calcio sta diventato sempre più uno sport per élite più che per la gente.

COSTI SPROPOSITATI: I TIFOSI SI ORGANIZZZANO

Qualcuno ci aveva promesso che, con l’entrata delle pay tv nel calcio, il costo dei biglietti degli stadi sarebbe andato progressivamente diminuendo invece la tendenza è al continuo rialzo. Sembra quasi che chi dirige il calcio in Italia non si renda conto della situazione contingente che stiamo vivendo: famiglie sempre più in difficoltà economica con tassi di povertà in continuo aumento. Naturale allora vedere stadi sempre più vuoti visto anche il servizio che viene offerto con impianti sempre più obsoleti e distanti dal tifoso. I tifosi cominciano a fare delle scelte: tv o stadio? In risposta a questo disagio generalizzato c’è chi però si è organizzato diversamente: magari con una vecchia radiolina all’orecchio. Nella speranza che non facciano pagare anche quella…

SEGUICI SU TWITTER>>>CLICCA QUI

SUOR PAOLA LANCIA UN’INIZIATIVA>>>CLICCA QUI

Continua a leggere
Pubblicità