Il logo della Coppa Italia Tim Cup

Coppa Italia: ecco quanto entrerebbe nelle casse della vincitrice

Quanto vale la Coppa Italia? Una domanda che si sono posti in molti in questi giorni. Proviamo a dare una risposta in base ai dati dell’ultima edizione.

La Lega Serie A riserva un montepremi complessivo alle squadre, in base al cammino avuto nella manifestazione, da circa 18 milioni. L’anno scorso la Juventus vincendo la Coppa ha incassato circa 5 milioni di euro, la Lazio, altra finalista, circa 3,2 milioni. Poi ci sono i ricavi della biglietteria. Come stabilito nel regolamento della Tim Cup, redatto dalla Lega Serie A, “l’incasso lordo da biglietteria (esclusi gli abbonamenti che comprendano anche gare di altre competizioni) delle gare della Competizione ad eccezione della finale, dedotti gli oneri fiscali e le spese di affitto del campo e di organizzazione forfettariamente liquidate nel 10% dell’incasso netto, è suddiviso al 50% fra le due società in gara”.

Numeri non sempre eccezionali: per Cagliari-Pordenone, gara valida per il quarto turno, erano presenti circa 5mila spettatori per un incasso di 21mila euro. Gli incassi però crescono nelle partite in cui c’è almeno una big in campo. Per Inter-Pordenone erano presenti 25.976 spettatori, l’incasso non è stato comunicato ma potrebbe essere valso cifre rilevanti per il club friulano.

Per la finale invece “l’incasso lordo da biglietteria della finale della Competizione, al netto dell’aggio della concessionaria del servizio e dedotti gli oneri fiscali e le spese di affitto del campo e di  organizzazione forfettariamente liquidate nel 10% dell’incasso netto, è suddiviso come segue: 45% a ciascuna delle due società in gara; 10% all’organizzatrice della Competizione”.

L’IFAB FA IL PUNTO SULL’UTILIZZO DEL VAR

SEGUICI SU TWITTER

LA PROMESSA DI FELIPE ANDERSON